Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Regione Lombardia candidata al Premio U.C.C.S. 2020

Premessa: quando era ragazzino, talvolta mio padre rientrando a casa si sfogava dopo essersi imbattuto nel muro di gomma di qualche ente od azienda e mi diceva: Sono stato all’UCCS…

Ovviamente chiedevo chi fosse e lui mi rispondeva: è l’Ufficio Complicazione Cose Semplici e poi partiva con la spiegazione dell’accaduto…

Partendo da questo aneddoto, è da alcuni anni che assegno il Premio U.C.C.S. a quelle realtà, pubbliche o private, che sembra abbiano il solo scopo di complicare la vita a cittadini o utenti.

Questa candidatura si aggancia a quanto raccontato nel post Cambiare le domiciliazioni in banca; ognuno fa storia a sè… ed infatti Regione Lombardia, oltre alla candidatura, merita un post dedicato.

Chiunque di noi, che sia un privato oppure un’azienda, ha che fare con coordinate bancarie, codice Iban e via dicendo.

In azienda se un cliente mi comunica la variazione delle coordinate bancarie, apro la sua anagrafica nel programma di contabilità, modifico Abi e Cab e la cosa finisce lì; da quando leggo al sua email a quando chiudo l’anagrafica, passano al massimo 5 minuti.

Sto cambiando banca, in questi giorni, e per alcune domiciliazioni ho pensato di portarmi avanti, partendo proprio dalla domiciliazione bancaria del Bollo auto che oltre a garantirmi la puntualità del pagamento, mi offre uno sconto del 15% il che, avendo due auto in famiglia, è sicuramente un bel vantaggio.

Sono andato sul sito della regione per capire il da farsi e, diversamente da altri, chiedono prima la revoca del mandato in banca e successivamente l’attivazione di un nuovo mandato di pagamento.

A parer mio si farebbe prima a fare una variazione dell’Iban, ma con le amministrazioni locali/statali, nulla è facile.

Al 2 settembre ho fatto la revoca in banca, con decorrenza immediata.

Carta canta, verrebbe da dire ed invece no.

Al 15 settembre mi sono collegato al sito di Regione Lombardia per preparare la nuova richiesta di adesione al servizio, ma è apparso questo avviso:

So però che non è così, che è stato revocato, ma forse non ancora recepito dalla Regione, pertanto ho scritto per chiedere informazioni in merito e mi hanno detto che:

in merito alla Sua richiesta, per il veicolo targato XX, Le comunichiamo che da verifiche effettuate in archivio il mandato  risulta ancora attivo.

Ecco, appunto, a loro risulta attivo, ma in realtà non lo è più, come dimostra la schermata della banca.

E quindi come se ne esce?

In realtà non c’è una via d’uscita, in quanto io ho revocato ed a loro non risulta; potrei chiedere una revoca direttamente, ma solo se il vecchio c/c fosse già chiuso.

L’unica cosa che mi resta da fare è quella di velocizzare la chiusura del c/c in modo da poter chiedere alla Regione di revocare un mandato già revocato e poter aderire ad una nuova domiciliazione.

Si perde tempo per fare una banalissima variazione che a me richiederebbe 5 minuti.

Ma il punto è un altro.

Tutti i cittadini si scontrano con questo Muro di gomma che sono le amministrazioni locali o nazionali, il che gli costa tempo e denaro, permessi o ferie per recarsi direttamente negli uffici per risolvere problemi che non dovrebbero neanche nascere.

Immaginiamo ora di vestire i panni di un piccolo imprenditore o di un negoziante, che di situazioni come queste ne affronta a decine, con notevole perdita di tempo, costi che si sommano e, non ultimo, la Spada di Damocle sulla testa … “avrò sbagliato qualcosa?” … che di certo non ti fa dormire tranquilli, visto che se sbagliano loro, pazienza, ma se sbagli tu la macchina punitiva si attiva immediatamente e spesso in maniera sproporzionata.

Ancora mi ricordo che ho passato alcuni anni fa: Equitalia ed Agenzia delle Entrate: che accoppiata … la colpa era loro, ma a perdere tempo, soldi e tranquillità sono stato io.

D’altro canto, passano gli anni, ma le vessazioni restano: I mafiosi sono criminali, ma l’Agenzia delle Entrate che scusante ha?

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: