Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La marea

di Kete Rhodes

La Corte – Pagg. 316 – € 19,90 > lo vendo* ad € 8,00 + spese di spedizione

(*) In vendita tra qualche settimana – Clicca QUI per verificare l’effettiva disponibilità

Trama: È primavera inoltrata nelle Isole Scilly e la luce del sole esalta il blu dell’Atlantico e fa brillare la sabbia delle spiagge.

Trasferitosi definitivamente in Cornovaglia, il detective Ben Kitto è in attesa di essere confermato nel ruolo di vice capo della polizia, ma proprio nel momento in cui sembra rimpiangere il lavoro frenetico della squadra omicidi di Londra, un orrendo delitto sconvolge la tranquillità del luogo.

Il corpo di Jude Trellon, giovane subacquea professionista, viene trovato ancorato alle rocce di una grotta dell’isola di Tresco. Non può trattarsi di un tragico incidente, non ci sono dubbi, e Kitto dovrà mettere in atto tutte le sue abilità investigative per riuscire a rompere il muro di silenzio degli isolani.

Anche se vicini alla vittima, infatti, nessuno sembra così disposto a parlare, finché un altro giovane ragazzo non scompare. Un oscuro segreto collega le due vittime ed è chiaro che qualcuno è disposto a uccidere pur di proteggerlo.

La verità sembra nascosta in fondo agli abissi dell’oceano, e solo portandola alla luce il detective potrà evitare che altri delitti siano commessi.

Letto da: Paolo

Opinione personale: E’ il secondo libro che leggo con protagonista l’ispettore Ben Kitto e vale quanto già detto in precedenza:

la lettura è stata piacevole, intensa e molto spesso mi ha ricordato quella che è la mia pietra di paragone del genere specifico ovvero la Trilogia dell’isola di Lewisdi Peter May, un maestro del genere.

Anche in questo caso la storia è credibile e ben scritta, fino all’ultima pagina e nonostante abbia ragionato con attenzione per cercare di capire chi fosse il colpevole, il finale mi ha preso di sorpresa, il che in un giallo equivale alla massima soddisfazione.

Spesso quando indoviniamo il colpevole in anticipo è perchè l’Autore, ha telefonato la soluzione. Anche in questo caso nella mia classifica personale gli assegno un Ottimo.

Da segnalare qualche refuso, spiacevole, certo, ma nulla in confronto a quanto trovato in Case di vetro

Clicca QUI per leggere un estratto del libro

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 gennaio 2021 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: