Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Per vendere qualche auto in più, aboliamo le regole…?

Sono giorni che sento in radio (ma passa anche in tv) uno spot della Mercedes che si conclude con un invito a dimenticare le regole…; è un approccio che mi dà fastidio, avrei voluto scriverne più volte, ma c’era sempre qualcosa che mi faceva arrabbiare di più e che passava avanti nella scaletta personale dei post che ho intenzione di scrivere.

Se non fosse che oggi sulla Bacheca Facebook degli Amici di Vivere con Lentezza un lettore ha pubblicato un link che porta alla lettera del papà di Giacomo, il 12enne investito pochi giorni fa da un tram dopo essere stato sbalzato di sella a causa di una sportellata da parte di un passeggero di un’auto in sosta vietata.

Ecco che il signor Scalmani, dopo aver toccato in prima persona il dolore della perdita del figlio, grazie ad un incidente assolutamente evitabile se l’automobilista avesse rispettato le regole, si è trovato davanti un mega poster pubblicitario che afferma: l’unica regola è che non ci sono regole.

Spero che volessero dire che nel design non ci sono regole, tuttavia il messaggio che arriva a chi legge, è ben diverso. Per bene che vada, è uno slogan nato male.

Sicuramente la Veloster è un’auto con una linea fuori dagli schemi, che personalmente apprezzo, ma ritengo che gli uomini del marketing forse dovrebbero pensare a degli slogan più etici di questo:

Ci siamo rotti le scatole di slogan che fanno parlare del prodotto solo grazie alla volgarità del messaggio stesso. Guadagnatevi lo stipendio con idee & fantasia, ma senza perdere di vista il rispetto verso la Società civile.

“Si trattano le regole come fossero sempre delle punizioni messe lì a creare problemi o limitare la libertà personale. Non nego che qualche volta ciò accada, ma è ancor più vero che, diversamente, le regole, unite al buon senso, ci permettono di difendere i nostri diritti e la nostra vita.” (Francesco Mignano – 2009)

Il Blog supporta la raccolta di firme per Una nuova legge contro i pirati della strada

Articoli correlati – Auto & Pubblicità

La Jeep dimentica il seggiolino La Lancia dimentica le cintureLa Fiat sbaglia il seggiolino

Un commento su “Per vendere qualche auto in più, aboliamo le regole…?

  1. Pingback: Pensionato investito da un Suv ovvero da un automobilista incivile « Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: