Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La Birra Agricola Ticinensis ed il bicchiere Teku 2.0

Domenica scorsa nel corso dell’incursione all’Abbazia di Morimondo ho notato l’agriturismo La Morosina dove producono la Birra Agricola Ticinensis, che avevo già vista in vendita su Cortilia.it al prezzo di € 10,00 per la bottiglia da 75 cl.

Ho perciò acquistato la confezione Tris ovvero una bottiglia da 75c cl. per tipo (Bionda, Rossa, Weizner) al prezzo di € 20,00.

1020250x250Quale suggerimento integrativo, vi informo che dopo 100 metri il fondo della confezione in cartone ha ceduto, facendo cadere sul selciato 2 bottiglie su 3 che, ovviamente si sono rotte.

(quale danno collaterale, oltre alla birra che mi ha innaffiato i  pantaloni, la Signora K si è tagliata aiutandomi a raccogliere i cocci di vetro che ovviamente non potevamo lasciare sulla strada…)

Sono quindi tornato sui miei passi per segnalare l’inconveniente, nel caso vi fosse una difettosità delle scatole, e per riacquistare le due bottiglie rotte che, con un gesto di estrema correttezza, mi hanno dato gratuitamente.

Questa è la presentazione dell’Azienda agricola tratta dal loro sito:

L’azienda Agricola C.na Morosina è situata in uno dei primi insediamenti colonici della pianura alluvionale del Parco del Ticino, confinante con la via Mercatorum, costruita dai romani per collegare il lago di Como con la città di Pavia.

Sui terreni irrigati dalle acque sorgive del fontanile di San Carlo coltiviamo orzo e frumento, che vengono maltati nel maltificio aziendale consortile; questi cereali, insieme all’acqua, al luppolo dal caratteristico aroma erbaceo, di cui l’Azienda è a tutt’oggi uno dei pochi produttori in Italia, e al lievito sono gli unici ingredienti della nostra Birra Agricola Ticinensis.

Conosciamo meglio le birre proposte: 

Il progetto della Birra Agricola Italiana Ticinensis è il risveglio di un’antica tradizione legata al territorio del Parco del Ticino. Non più tardi di un secolo fa, nella Valle del Ticino, la birra era prodotta utilizzando materie prime coltivate e lavorate all’interno delle Aziende Agricole. Orzo, acqua e luppolo hanno da sempre dissetato e rinfrescato gli abitanti di questa realtà rurale.

È con lo stesso entusiasmo che noi oggi realizziamo la Nostra Birra, prodotta con materie prime coltivate interamente dentro i confini della nostra azienda. Grazie alla collaborazione di ricercatori dell’Università di Milano ci proponiamo di caratterizzare un cultivar di luppolo selvatico, autoctono della Valle del Ticino, per poterlo utilizzare nella produzione di una Birra Agricola Italiana, realizzata interamente con materie prime della Valle del Ticino.

I nostri sforzi consentono di ottenere una birra beverina, non pastorizzata e non filtrata, dal gusto molto bilanciato, dall’inconfondibile corposità e dall’affascinante colorazione.

BiondaCi piace definire la birra delle grandi bevute, dal colore prezioso dell’oro; il bicchiere non resta mai vuoto e l’aroma fragrante e fresco, avvolto dal dolce del malto, che mette in risalto il corpo di questa birra, è accompagnato dalle note amaricanti del luppolo, che ne esaltano il carattere beverino.Moderatamente amara e moderatamente frizzante la sua schiuma è fine e di media persistenza.

RossaE’ una birra da meditazione; il suo aroma è intenso e fruttato, riempie la bocca senza mai appesantirla, un lieve sentore di agrumi maturi e un finale di bacche aromatiche si fondono con il suo amaro delicato, per nulla invadente; il gusto è armonioso e ben bilanciato, aromatico e corposo; le sue sfumature ricordano la musica gregoriana cantata dai monaci nell’ora vespertina.Il perlage è deciso e la schiuma è soffice e persistente.

Weizen L’aroma è erbaceo, fruttato e dà una forte sensazione di fragrante; il colore dorato carico presenta la tipica opalescenza della weiss derivante dall’utilizzo di malto di frumento. Il gusto è morbido e mielato, con note di banana; come in tutte le nostre birre, la schiuma leggera e persistente si mantiene fino alla fine, preservando la bevanda da ogni contaminazione, senza andare a ostacolare la percezione degli aromi.

° ° °

L’acquisto di queste birre, ancora da assaggiare, coincide con l’acquisto fatto sabato da Eataly, del bicchiere Teku 2.0 che ho avuto modo di conoscere proprio pranzando al ristorante del piano -1 del Coin di Piazza 5 Giornate.

Si tratta della versione 2.0 del famosissimo bicchiere Teku creato da Baladin in collaborazione con Kuaska.

confezione teku

Kuaska, noto conoscitore della birra, nonchè giudice di fama internazionale e Teo Musso (da qui TE+KU) hanno creato il primo bicchiere ufficiale da degustazione di birra.

Un bicchiere ideale per ogni tipo di birra, che, finalmente, rende giustizia alla classe e alla qualità delle birre artigianali italiane.

2 commenti su “La Birra Agricola Ticinensis ed il bicchiere Teku 2.0

  1. Pingback: Con la spesa bio si spende quasi il doppio | Paoblog

  2. Pingback: Se ti abitui a mangiare “certa” verdura, è difficile ritornare a “quella” del supermercato | Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: