Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Polizia e CC “non si parlano” e chi ci rimette?

Nel post uscito ieri circa i disservizi del 112 (numero unico emergenza) ad un certo punto si legge che: I due software, quello della Telecom e quello della polizia a Milano, non si parlano ancora bene. Dovrebbero interfacciarsi. E non lo fanno alla perfezione.

Ieri a Mi Manda Rai 3 si parlava di acquisti sul web e, per forza di cose, di truffe.

Emblematico quello che emerge dalle parole del Commissario della Polizia Postale circa il fatto che gli utenti in studio sono andati a fare la denuncia-querela dai Carabinieri: Non si offendano i colleghi carabinieri, ma la denuncia deve essere fatta a noi non a loro…

Questa affermazione conferma il fatto, se mai ce ne fosse bisogno, che i vari apparati dello Stato (non solo CC e polizia..) non comunicano fra loro e chi ne fa le spese siamo noi cittadini.

Che senso ha avere differenti corpi di polizia se poi ognuno va per la sua strada?

Dov’è la logica nel sentire il commissario che raccomanda ai cittadini di fare la denuncia ai CC ma dicendogli di inoltrare una copia per conoscenza alla polizia postale?

Non dovrebbe essre automatico?

Alla fine dei giochi, tuttavia, la domanda principale resta la solita, che mi sono già fatto in occasione della puntata sulle agenzie viaggio truffaldine ovvero se ci sono decine (se non centinaia) di denunce, se CC e GdF vanno un giorno si e l’altro no nei recapiti di questi truffatori che peraltro sono alla luce del sole (l’inviato di Rai 3 li ha incontrati) come è possibile che un magistrato non oscuri sitematicamente questi siti, in tempo reale, impedendo quindi di proseguire nelle loro attività illecite?

Ed a che serve parlare sempre di moneta elettronica, di tracciamento dei soldi? Qui ci sono pagamenti con bonifici, eppure….

2 commenti su “Polizia e CC “non si parlano” e chi ci rimette?

  1. Poppea
    16 gennaio 2014

    Purtroppo è così le amministrazioni pubbliche funzionano, si fa per dire, a compartimenti stagni,.

  2. Madamin
    16 gennaio 2014

    Quello che ti chiedi tu alla fine me lo chiedo anch’io….anche tutti quei servizi che fa vedere striscia, dove si vedono sedicenti guaritori che si spacciano per capaci di guarire i tumori, titolari di scuole guide che rilasciano patenti false, studi dentistici senza abilitazione, di tutto e di più….seguiranno denunce e oscuramenti di siti e chiusure di esercizi per accertamenti o per truffa aggravata?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: