Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

SA free, l’App gratuita che segnala i punti pericolosi sulle strade

SA-free-APP-gratuita-per-la-Sicurezza-Stradaleleggo su Auto.it e Ilgiorno.it di questa App gratuita che funziona così:  quando ci si avvicina ad una zona pericolosa, chiamati anche “punti neri”, dove le percentuali di rischio incidente sono altissime, lo smartphone manda un segnale di allerta. 

“Le statistiche – spiega Angelo Cacciotti, Direttore di Sicurezza e Ambiente – parlano chiaro e dimostrano che l’80% degli incidenti avvengono sullo stesso 20% di strade.

Così partendo dalla precedente esperienza del ‘Securvia’ e dalla capillare distribuzione di strutture operative sul territorio nazionale siamo riusciti a realizzare questa particolarissima app che sfrutta un data base costantemente aggiornato con i dati dell’Istat e con le segnalazioni delle Polizie Municipali”. 

L’elenco dei punti neri è ora anche sotto forma di tabella, (guarda un esempio, nella foto qua sotto)per dare la possibilità anche a chi viaggia senza uno smartphone di sapere dove sono collocati questi punti pericolosissimi.

Punti pericolosi sulle strade2L’aggiornamento dei punti neri è effettuato automaticamente tramite scambio dati con i sistemi informativi di SA e gli automobilisti o i motociclisti possono personalizzare a piacimento il tipo di segnale acustico da ricevere.

Fra le funzioni dell’APP Sa free c’è anche quella del vecchio Cid, la constatazione amichevole di incidente, trasformata in un elemento digitale, da riempire con pochi clic, da arricchire con le foto e da inviare in tempo reale all’assicurazione. Tutto facile e tutto gratis.

In caso di incidente è possibile compilare infatti il modulo di constatazione amichevole direttamente dall’applicazione per smartphone.

L’Operatore di Sicurezza e Ambiente supporta il conducente nella compilazione del CAI digitale e raccoglie le dichiarazioni dei conducenti in ordine alla dinamica dell’incidente. Numerosi campi saranno popolati automaticamente tramite il servizio GPS.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: