Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le promesse miracolose di Ganoderma Lucidum

lentein sintesi un articolo che leggo su Altroconsumo

Difficile che un fungo faccia miracoli per la salute. E il Ganoderma Lucidum, ennesimo prodotto spacciato come toccasana dalla pubblicità, non fa eccezione.

L’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza degli alimenti, ha valutato le basi scientifiche su cui si appoggiano le affermazioni sulla pubblicità.

Ha quindi sospeso la valutazione delle affermazioni pubblicitarie relative a effetti sul sistema circolatorio, sul sistema immunitario e mantenimento dei livelli di colesterolo nel sangue.

Ha bocciato invece il claim relativo a effetti generali sul “benessere fisico”, perché troppo generico e non specifico (e quindi non in linea con il regolamento europeo sui claim).

Come accade anche per altri casi, le linee guida del nostro ministero della Salute, applicabili in attesa della definizione di nuove norme a livello comunitario, non sono proprio in linea con quanto dice l’Efsa.

Mentre l’autorità ha deciso di sospendere la valutazione degli slogan elencati sopra, il  Ministero prevede per questo fungo la possibilità dell’utilizzo dell’indicazione di un effetto positivo sulle “naturali difese dell’organismo”.

In conclusione: non riteniamo che per il momento integratori a base di questa sostanza siano consigliabili. E in ogni caso, purtroppo per noi, i prodotti miracolosi non esistono.

5 commenti su “Le promesse miracolose di Ganoderma Lucidum

  1. Antonello
    10 febbraio 2015

    Gentile signore,

    innanzitutto preciso che, semmai di bocciatura dovesse parlarsi, si tratterebbe di bocciatura rivolta ad una pubblicità e non al prodotto. Inoltre continua a non essermi chiaro a quale pubblicità ci stiamo riferendo, vista la sussistenza, in Italia, di restrizioni legali per quanto riguarda la pubblicità di prodotti omeopatici. Personalmente da due anni assumo Ganoderma, traendone abbondante giovamento a livello immunitario nonché sul controllo dell’istamina, soffrendo da anni di rinite allergica. Quanto agli studi scientifici e alle prove a favore dei benefici del Reishi basti consultare il web e i vari esperti medici che ne parlano regolarmente.
    Infatti la invito a considerare quanto prima una “certa” PubMed, che a più riprese tratta i risultati di ricerche scientifiche e i benefici del Ganoderma Lucidum (a mero titolo esemplificativo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19939212/ , http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/21213395/?i=3&from=/19939212/related , ecc. ecc. ecc.) o altre copiose fonti mediche sempre disponibili su NCBI Bookshelf (rif. National Institutes of Health), con riferimento al libro Herbal Medicine (può consultare ad esempio questo link http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK92757/#ch9_sec22) .
    Disconoscere i benefici di questo fungo, assolutamente non miracoloso ma benefico per il nostro organismo, significa implicitamente asserire che riconosciuti medici, esperti di micologia e medicina naturale sono degli impostori (cito brevemente solo alcuni riferimenti al Ganoderma Lucidum fatti a più riprese da esperti come il dott. Fortunato Lo Prete: https://www.youtube.com/watch?v=C5e9w65VEks , il dott. Luca Avoledo: https://www.youtube.com/watch?v=e7ITKpXVsFk, il dott. Tarcisio Prandelli: https://www.youtube.com/watch?v=qk10iQJQcj8, il prof. Carmine Lavorato: https://www.youtube.com/watch?v=5SOr_3qdZ7E , il dott. Ivo Bianchi: https://www.youtube.com/watch?v=F9AcbO8MZWs) .
    Nonostante tutte queste fonti Altroconsumo si è presa la libertà di tacciare il Ganoderma Lucidum come qualcosa da evitare, sulla sola base di una bocciatura di un suo non precisato claim pubblicitario ritenuto illegale. Mi rincresce ulteriormente constatare l’invito fatto da questa rivista ad evitare assolutamente l’assunzione di questo fungo senza specificare alcuna prova, controindicazione o caso dichiarato di effetto collaterale dannoso per l’uomo.
    A questo punto mi ritengo orgoglioso di aver disdettato da alcuni anni il mio abbonamento a questa rivista, sempre più superficiale e inutilmente perentoria nelle sue affermazioni, ricordando a tutti l’ampio spazio che, d’altra parte, da sempre concede quest’ultima ai farmaci tradizionali ed al loro utilizzo.
    Ritenendo quantomeno esaustive le fonti sopra citate concludo qui i miei commenti, invitandola a riconsiderare meglio la sua opinione sui prodotti naturali come il Ganoderma Lucidum ed esortandola a non farla più plasmare da brevi ed infondate considerazioni, fortunatamente rare, promosse da chi non gradisce informarsi prima di esprimersi né tantomeno provare le proprie affermazioni.
    Mi stia bene, sperando anche senza l’aiuto del Ganoderma Lucidum.
    Saluti, Antonello.

  2. paoblog
    10 febbraio 2015

    In realtà la vera bocciatura arriva dall’Efsa che non ha ritenuto sufficienti le basi scientifiche a supporto della pubblicità; va da sè che basandosi su questa bocciatura è lecito avere delle perplessità sul prodotto. Chi deve fornire le prove della validità del prodotto è il produttore.

  3. Antonello
    9 febbraio 2015

    Mi meraviglio di Altroconsumo, bollare un prodotto come da evitare senza fornire alcuna prova a sostegno. Allora, che dire dei polisaccaridi, dei triterpeni, dei betaglucani, del germanio organico presenti nel fungo? Ci sono o non ci sono? Io non vedo alcun riferimento!!!

    Sono stato per 10 anni socio di una associazione e sono felice di averla abbandonata da alcuni anni.

    Mi viene da pensare che ci siano interessi non molto chiari alla base di queste frettolose affermazioni di Altroconsumo.

  4. paoblog
    13 gennaio 2015

    chi sarebbe il Signor Paolo Baro, per curiosità?

    L’articolo di Altroconsumo, in ogni caso, è basato sul fatto che l’autorità ha bocciato la pubblicità. Per cui una cosa sono i benefici, peraltro accettati dal Ministero, ad esempio, come evidenziato nel testo ed un’altra la pubblicità.

  5. cristina lacagnina
    13 gennaio 2015

    Consiglio al signor Paolo Baro la lettura del libro Il Fungo dell’immortalità scritto dal micologo Ivo Bianchi che ha introdotto in Italia la pratica medica della Micoterapia già diffusa in Giappone, Cina e negli Stati Uniti.

    Nel libro non si parla di miracoli ma si analizza l’uso terapeutico dei funghi in generale e del Ganoderma Lucidum in particolare supportato da studi ed indagini scientifiche.

    Scrive il dottor Bianchi ” In Occidente i funghi sono sempre stati visti con sospetto per la loro velenosità mentre in Oriente il fungo è, da sempre, considerato un prezioso complemento all’alimentazione dal valore terapeutico”..

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 dicembre 2014 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico, Salute & Benessere con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: