Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ennesimo fax con furbata annessa…

banda_bassottiHo già parlato a  suo tempo del Registro Italiano in Internet, successivamente sanzionato dall’Autorità ed ecco che oggi arriva in azienda un fax che il lettore attento identifica subito come una fregatura, tuttavia resta il fatto che l’impostazione molto formale può trarre in inganno i più superficiali.

Leggendo con attenzione si potrà infatti notare che la registrazione è volontaria, inofficiosa ed a pagamento, al modico prezzo di € 760 € all’anno, con rinnovo automatico di anno in anno, a meno di disdetta da effettuare 3 mesi prima.

In calce al modulo invece ci informano che la modifica dei dati inseriti è gratuita. Generosi…

truffa partita iva

Nel caso vogliate fare la verifica di una Partita Iva comunitaria (pratica consigliata, prima che vi capiti quello che è successo a me), potete andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Screenshot 2014-12-16 11.01.41

Articoli correlati: Registro Italiano dei Medici? No grazie!Attenzione al Registro del mercato nazionale

Banche dati on line: da Antitrust sanzioni per oltre 600mila € a tre società

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: