Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Telecom: prima l’addebito per il recesso, poi lo storno, poi il sollecito, poi un’altra fattura…

Autore: Pietro Vanessi  unavignettadipv.it

Autore: Pietro Vanessi
unavignettadipv.it

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Con Telecom non mi raccapezzo più, per cui faccio il punto:

17 aprile 2015: Telecom diventa Tim, i costi sono quelli che sono, parte la disdetta…

28 maggio 2015:  Telecom dice che hai diritto al recesso gratuito ed infatti arriva l’addebito di 35 €

30 giugno 2015: Telecom, via Twitter conferma lo storno dei 35 € non dovuti per il recesso

Screenshot 2015-07-23 13.14.56

Tiriamo le somme, quindi: è stata inviata la disdetta della quale Telecom dovrebbe aver preso atto, tanto è vero che la linea telefonica non c’è più…

Se non fosse che…

23 luglio 2015: arriva una fattura, riferita a Luglio 2015, con la dicitura “non c’è niente da pagare” (e ci mancherebbe 😉 ) ed una nota in calce: Il totale che appare su questo conto non è da pagare e le verrà interamente abbuonato.

Tuttavia se mio padre ha chiuso il contratto con decorrenza 1° maggio, non capisco perchè a fine luglio debbano inviare un’altra fattura.

Il dettaglio dei costi parla di: Adeguamento Voce per il periodo di 01 maggio 2015 per un importo di € 0,11 + 0,45 di spese spedizione fattura.

Telecom

ma fosse finita qui…

30 luglio 2015: oggi sono arrivate insieme ben 2 comunicazioni da Telecom …

la prima, datata 17 luglio è un sollecito di pagamento per la fattura che, come detto, è già stata stornata

la seconda, datata 20 luglio, è la comunicazione del rimborso della fattura che, essendo stato stornato l’importo non dovuto, in realtà non è stata pagata, se non per ladifferenza di pochi € di traffico telefonico, pagati  a parte con bollettino postale, come da istruzioni della stessa Telecom.

1

Tutto è partito dall’evidente malafede di Telecom che ha addebitato spese che loro per primi avevano detto che non erano dovute ed andando avanti si sono accavallate fatture, storni, solleciti e quant’altro.

Non sarebbe stato meglio lavorare da subito con correttezza e nel rispetto delle norme?

Leggi anche questo articolo di Altroconsumo: Telecom cambia tariffe? Se cambi operatore non devi pagare

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: