Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I rifiuti? “Non nel mio giardino”, però quando si parla di mozziconi….

In questi giorni stampa e tv danno ampio spazio alla notizia di multe “fino a 200 €” per chi getta i mozziconi per strada a Roma.

Aria fritta, lo so io, lo sapete voi, ma volendo approfondire vi rimando a quanto già scritto in questo post e correlati.

DCIM100MEDIA

Due righe dal post citato però le estrapolo: Tralasciamo il fatto che sia necessaria una legge che vieta l’abbandono dei rifiuti, quando dovrebbe essere un comportamento naturale, ispirato dal Buonsenso e dal rispetto verso gli altri ed il Bene Comune…

Andiamo oltre.

Questo post è una variazione sul tema ovvero l’inciviltà di (moltissimi) fumatori è sempre al centro del discorso, ma racconta la storia da un punto di vista diverso.

Tempo fa, nel post A chi tocca pulire questo parcheggio? ho raccontato dei rifiuti che invadono il parcheggio davanti ad un negozio della Combipel, senza che nessuno pensasse di raccoglierli.

Vero che paghiamo le tasse per il servizio, ma se il Comune non ce la fa a tenere pulito (oppure se ne frega) non è che dare una ripulita davanti a “casa nostra” ci trasformi in fessi, ma casomai in cittadini migliori.

Ad esempio, dopo alcuni giorni ero fermo al semaforo, nei pressi del McDonald’s di Arluno ed ho notato, nel parcheggio, una ragazza che raccoglieva la spazzatura lasciata dai soliti noti.

Non è che ci voglia così tanto a fare la cosa giusta…

Detto per inciso, vero che il gesto isolato non fa la differenza, tuttavia la Signora K ha deciso di non fare più acquisti alla #Combipel sino a che non daranno una ripulita. Vero anche che se il boicottaggio fosse di massa, forse si darebbero una svegliata…

Alcuni giorni fa ero a Milano e mi sono fermato nelle vicinanze di un negozio di abbigliamento in Corso XXII Marzo e ad un certo punto l’occhio mi è caduto sulla strada dove ho visto una quindicina di mozziconi…

fumatori (1)

Una quindicina di mozziconi che a 100 € l’uno farebbero 1500 € di multe ed una bella lezione di educazione civica ai furbetti di turno… (Utopia, lo so…)

Il vero controsenso, che secondo me scaturisce da un atteggiamento incivile nel Dna, è quando sei tu a gettare i rifiuti: in questo caso dal negozio si è affacciata una donna (commessa e/o titolare, non lo so…) che ha lanciato il mozzicone verso la strada, seguita a ruota da altri fumatori (amici e/o conoscenti) che stavano chiacchierando di fronte al negozio.

Un inceneritore o una discarica, nessuno li vorrebbe nel suo giardino, il che è comprensibile, ma se ti ammassano i rifiuti nel parcheggio davanti al negozio, va bene così e se hai un mozzicone in mano, ti senti autorizzato a mollarlo dove capita, che sia un lancio dal finestrino dell’auto (e tanti saluti al motociclista o ciclista che ti segue oppure al bambino sul passeggino, sul marciapiede) oppure dalla finestra…

…perchè il mozzicone non è un rifiuto, è solo un mozzicone…

Io ve li farei tirare su con la lingua…

di Francesco Mignano

di Francesco Mignano

 

A dimostrazione che Volere è Potere (e fa bene alle casse comunali)

rifiuti

 

3 commenti su “I rifiuti? “Non nel mio giardino”, però quando si parla di mozziconi….

  1. Poppea
    10 settembre 2015

    C’è un tipo a fianco casa mia, che si mette a fumare sul balcone e butta sotto i mozziconi che vanno a finire anche sulle auto.

    Un giorno di sono munita di guanti, li ho raccolti e messi tutti sulla porta di casa, ora stranamente non fuma più sul balcone…. 😉

  2. Paoblog
    10 settembre 2015

    il fatto di gettare rifiuti è assolutamente trasversale…, giovani, vecchi, uomini, donne, trasandati, eleganti, ricchi, poveri, istruiti o meno.,.. non ‘è un parametro che faccia la differenza…

    dopo di che si può notare quello che getta il rifiuto con assoluta noncuranza e se per caso gli dici qualcosa (a rischio rissa) si meraviglia pure, perchè proprio non ci arriva” oppure quelli che “nascondono” il gesto, il che significa che lo sanno di sbagliare eppure continuano a farlo…

    pochi quelli che fanno autocritica… >https://paoblog.net/2015/07/08/pp-incivili/

  3. Marco S.M.
    10 settembre 2015

    L’abitudine di buttare la roba per terra, andrebbe studiata dal punto di vista psicosociale…

    nel mio paese ho notato che quando ci sono manifestazioni in centro, vedi persone estremamente pulite, ordinate, con i vestiti buoni addosso, che camminano tra i rifiuti buttati a terra, sacchetti di patatine, buste.. i più giovani che calciano le lattine simulando schemi calcistici. Le cicche sono troppo piccole e non si notano tra il resto…

    Solo a me sembra assurdo quello che stò raccontando?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: