Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La pasta italiana è buona perché….

pastain sintesi un interessante articolo de Il Fatto Alimentare del quale consiglio la lettura in quanto si parla anche di latte, olio e…

(leggi anche:Pasta italiana: perchè sull’etichetta non compare l’indicazione sull’origine del grano? Rispondono i produttori)

Leggi anche: La pasta italiana 100% è venduta solo da 10 marchi. Ecco la lista con i nomi.

Proteste degli agricoltori a Bari per l’importazione di grano duro dall’estero.

I giornalisti raccontano le proteste senza un briciolo di approfondimento, la gente è contenta per la difesa a oltranza del made in Italy, e persino i ministri solidarizzano con i manifestanti.

La maggioranza dei commentatori ignora che il cibo italiano ha assolutamente bisogno del grano duro scaricato dalle navi, delle cisterne di olio spagnole e greche, del latte ce delle cosce di maiale che attraversano le Alpi. I dati sulle importazioni vanno letti con intelligenza.

Le granaglie importate da Ucraina, Canada, Stati Uniti e altri paesi sono di alta qualità, hanno un’elevata percentuale di glutine. Solo miscelando questo grano con quello italiano si ottiene la pasta che esportiamo in tutto il mondo! Senza quel grano la nostra pasta non sarebbe così famosa nel mondo.

L’unico marchio a livello nazionale in grado di proporre una pasta di alta qualità ricavata da grano duro italiano è Voiello.

L’operazione è stata possibile solo perché 10 anni fa Barilla (proprietaria del marchio Voiello) ha iniziato a costruire una filiera di grano duro di alta qualità in grado di garantire l’approvvigionamento.

Coldiretti lamenta la mancanza sulle etichette dell’origine del grano e ha ragione, perché i produttori dimostrando poca lungimiranza e una certa miopia non scrivono sulle confezioni l’origine del grano, pensando che la trasparenza possa nuocere all’immagine.

Lettura integrale dell’articolo qui: La pasta italiana è buona perché importiamo dall’estero grano duro

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 febbraio 2016 da in Alimentazione, Cucina & Ristoranti, Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: