Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Rete Consumatori Italia diffida Green Network: basta attivazioni non richieste!

A seguito delle numerosissime segnalazioni ricevute per attivazioni di contratti di luce e gas non richiesti, Rete Consumatori Italia ha inviato una diffida alla società Green Network chiedendo che cessino questi comportamenti.

Si tratta spesso, va detto, di illeciti di venditori al telefono o porta a porta di cui restano vittime anche le stesse società.

La normativa di settore prevede però una serie di accortezze, come la richiesta di conferma di attivazione, la cd. welcome letter (#dilloinitaliano che si può fare: lettera di benvenuto) e la sottoscrizione del contratto da parte del consumatore, che dovrebbero impedire sul nascere che un cliente si trovi a sua insaputa sbalzato da un fornitore all’altro.

Il fenomeno è però sempre più dilagante e per questo le associazioni di Rete Consumatori Italia hanno voluto invitare formalmente la società ad attivarsi immediatamente perché cessino queste pratiche commerciali scorrette.

Se foste incappati in un’attivazione non richiesta (da parte di Green Network o altre società del settore), vi ricordiamo cosa dovete fare.

Prima di tutto NON PAGATE la (o le) bollette che avete ricevuto, perché non siete tenuti a farlo in base a quanto stabilito dall’art. 66 quinquies del Codice del Consumo….

continua la lettura qui: Rete Consumatori Italia diffida Green Network: basta attivazioni non richieste! | Consumatore

3 commenti su “Rete Consumatori Italia diffida Green Network: basta attivazioni non richieste!

  1. paoblog
    2 Maggio 2016

    vale sempre quanto già detto nel post sulla reale tutela dei consumatori… norme e leggi già ci sono, ma i i contrllori non controllano ed i controllati se ne fregano, non si va da nesuna parte.

    servono multe che facciano perdere loro la voglia di riprovarci… e se insistono impedirgli di proseguire l’attività.

  2. £@
    2 Maggio 2016

    Secondo me non basta…
    Andrebbero fatte pagare penalmente queste vessazioni ai danni della povera gente.

    Altro che lettera e multa… la galera per i Dirigenti e i Titolari di queste Agenzie Commerciali che non rispettano il Codice del Consumo.
    😦

  3. Poppea
    29 aprile 2016

    Meglio così

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: