Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Due pesi e due misure; ad esempio mi scrive l’Inps…

ingiustiziaNon che sia una novità, ma quando tocco con mano la totale mancanza di equità da parte dello Stato, mi arrabbio ulteriormente.

Questo post nasce dall’ennesima situazione che mostra come lo Stato giochi con regole diverse a totale discapito del suddito.*

(* Dico suddito a ragion veduta, dato che i cittadini sono un’altra cosa, partecipano alla crescita della società, perchè hanno dei diritti e non solo dei doveri, soprusi o rapine legalizzate che avvengono sotto gli occhi dei vari Presidenti del Consiglio degli ultimi 20-30 anni, che queste cose non possono non saperle e quindi tutti quanti sono complici di questo dissesto economico e sociale.)

Torniamo al post.

Qualche giorno fa è arrivata in azienda una Pec dell’Inps con la quale mi comunicavano che a seguito di un controllo era emerso un pagamento inferiore al dovuto:

Inps 1

Notare il fatto che mi sono stati applicati gli interessi del 5,50% per il periodo concernente, cosa che neanche contesto, se non fosse che…

Dopo un paio di giorni è arrivata un’altra Pec, riferita ad un diverso periodo di tempo, con la quale l’Inps mi comunicava che: Inps 2Notata la differenza?

Io devo dei soldi all’Inps e pago gli interessi, loro li devono a me e di interessi neanche l’ombra.

Poi c’era quello che ti diceva di pagare le tasse con il sorriso.

Il sorriso ce l’avrei stampato in faccia se potessi prendere a sberle chi ci vessa in questo modo…

Leggi anche questi post: Una ditta lascia un buco milionario, ma lo Stato casca in piedi. Io invece no… Un cliente fallisce, non paga quello che mi deve e lo Stato ci aggiunge del suo

Fonte: reset-italia.net

Fonte: reset-italia.net

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: