Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Stavo cercando i pomodorini del piennolo Dop e…

Ogni tanto andiamo da Eataly ad acquistare pochi prodotti selezionati e negli ultimi mesi, sistematicamente, mia mamma mi chiedeva di guardare se fosse arrivata la Conserva tradizionale di pomodorino del piennolo del Vesuvio dop, se non fosse che è in realtà è da mesi che non si trova.

Aggiornamento del 17 ottobre 2017

In queste settimane avevo necessità di fare un nuovo acquisto e dopo alcuni giorni dall’invio della richiesta mi è stato comunicato che il Piennolo Dop da 520 grammi era fuori stock (ma sempre presente sul sito!) e che quindi potevano offrire un prodotto non Dop ed in vasetti da 1 kg, che per noi che siamo in due in famiglia, è poco gestibile.

Presi in contropiede avevamo deciso di fare un ordine di prova per 6 vasetti, ma mentre aspettavo la conferma delle coordinate bancarie è passato un amico che, come me, acquistava da casa Barone per dirmi che gli aveva scritto ben due volte in merito, senza mai ricevere una risposta per cui aveva fatto una ricerca in rete trovando il Piennolo Dop su Amazon.

Stimolato ho fatto anch’io una ricerca trovandolo presso questo sito, peraltro ad un prezzo inferiore rispetto a quello del mio amico.

Non avendo ancora ricevuto una risposta da Casa Barone, ho inviato una mail con la quale comunicavo che non avrei dato corso all’ordine, ma anche in questo caso non ho avuto risposta. Peccato…

Fine aggiornamento

img541981cf6e858

All’8 settembre le ho chiesto di darmi i riferimenti del produttore in modo di andare alla fonte e quindi ho scritto una mail all’Azienda agricola Casa Barone di Massa di Somma (Napoli) ottenendo una risposta nel giro di mezza giornata.

Risposta che è andata oltre le aspettative in quanto non solo era fattibile ordinare direttamente il prodotto, ma il prezzo, incluso il trasporto, è inferiore a quanto pagato da Eataly; poca cosa, giusto 50 cent a burnia 😉 ma visto che ne ha ordinati 12 barattoli, in pratica uno è gratis.

Il pagamento, anticipato, è stato fatto il giorno stesso e le scatole sono arrivate al 16 settembre, causa un disguido ovvero l’indirizzo di spedizione era indicato in maniera errata.

C’è da dire che al 13 settembre il vettore mi aveva contattato, chiedendo conferma di orari ed indirizzo, e promettendo la consegna per il giorno seguente, cosa che non è avvenuta; al 15 ho segnalato la cosa a Casa Barone che mi ha prontamente risposto ed il giorno dopo le scatole sono arrivate.

Disguido a parte, resta un’esperienza positiva che sicuramente ripeteremo in futuro, visto che mia mamma usa questo prodotto in maniera sistematica.

Per quale che mi riguarda, è un prodotto…

index

La Campania, fortunatamente, non è solo Terra dei Fuochi; per quanto riguarda l’Azienda agricola casa Barone, ecco (in sintesi) cosa scrivono sul loro sito:

L’azienda agricola casa Barone è la più grande azienda biologica del Parco Nazionale del Vesuvio. Il principale corpo aziendale, di circa 11 ettari, è ubicato alle pendici del Monte Somma, il vulcano originario dal quale si è formato, per successive eruzioni, il cono del Vesuvio.

Le coltivazioni si estendono sui terreni attraversati dalle lave dell’eruzione del ’44, dove, tra muri a secco e piccoli terrazzamenti, ginestre e altre essenze della macchia mediterranea, i vigneti si alternano a olivi e alberi da frutto. Il pomodorino del piennolo è coltivato dove il frutteto è più rado.

Ad oggi, la principale produzione dell’azienda è rappresentata dal pomodorino del piennolo del Vesuvio DOP, per il quale l’azienda è presidio Slow Food.

Il pomodorino viene in parte trasformato in conserve, in parte commercializzato fresco a grappoli e, naturalmente, sotto forma dei  caratteristici “piennoli”.

Fare agricoltura sul Vesuvio, rispettando e proteggendo la flora spontanea e la ricchezza varietale delle specie coltivate, significa anche rispettare e valorizzare il paesaggio agrario tipico di questa zona, significa quindi praticare una “agricoltura del paesaggio”.

Far comprendere ai propri operai e collaboratori che una quercia o una ginestra, un bell’olmo o un pioppo argentato, non rappresentassero un fastidioso impedimento ad una più agevole coltivazione del fondo, ma un valore paesaggistico che, prima o poi, si sarebbe tradotto anche in un valore economico, è stata parte, non piccola, del lavoro di questi anni.

Oggi casa Barone si avvia finalmente a dotarsi di servizi in grado di accogliere una utenza scelta di visitatori attenti al rispetto dell’ambiente.

Entro il 2014, infatti, avranno inizio i lavori di ristrutturazione del principale fabbricato aziendale e degli altri piccoli comodi rurali ubicati nel fondo.

A lavori ultimati, tra i progetti della proprietà, oltre allo sviluppo di una  ricettività turistica e alla creazione di un punto di vendita diretta, c’è quello di dare vita ad un grande programma di educazione ambientale, su base pluriennale, con le scuole del territorio.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: