Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Lo scaffale dei dadi da brodo è pieno di prodotti diversi. Quale scegliere?

in sintesi, un articolo di Altroconsumo

Parliamo genericamente di dadi da brodo, ma il classico cubetto è affiancato da prodotti dalla forma diversa: granulari, liquidi e gel.

Possono essere usati per preparare il brodo, oppure per insaporire pietanze varie, dalle zuppe agli arrosti.

C’è chi li guarda con sospetto perché non si sa bene quello che c’è dentro e chi non rinuncia alla loro comodità e li tiene sempre in dispensa.

E sullo scaffale del supermercato l’offerta è ampia: quale dado scegliere dunque?

Abbiamo analizzato 28 dadi, sia classici sia vegetaliScopri la classifica completa e leggi i nostri consigli.

Come spiegano in calce all’articolo:

Attenzione bene a questo slogan. “Senza glutammato” significa che questo additivo è assente. Ma tante volte si trova l’indicazione “senza glutammato aggiunto”.

In questo caso significa che l’additivo non rientra nella formulazione del prodotto, ma una certa quantità di glutammato può comunque essere presente perché legata ad altri ingredienti quali estratto di lievito o estratto per brodo.

Il glutammato: cos’è

Contro il glutammato si è detto di tutto e di più. A fare chiarezza ci ha aiutato il report pubblicato nel luglio 2017 dall’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) che ha voluto fare chiarezza: il glutammato non è né genotossico né tantomeno cancerogeno, è però colpevole – ad alte dosi – di alcuni disturbi noti come la sindrome da ristorante cinese (anche detto “complesso di sintomi da glutammato monosodico”, tra cui  nausea e mal di testa).

Per questo motivo per il glutammato è stata fissata una dose massima giornaliera che non andrebbe mai superata (30 mg per per chilo di peso corporeo) per tutelare la nostra salute.

Questo significa che un uomo di 70 kg non deve assumere più di 2,1 g al giorno di glutammato; mentre una donna di 50 kg, non deve superare 1,5 g al giorno. Visto che, nella vita di tutti i giorni, è difficile fare i conti e sapere con certezza quanto glutammato ingeriamo, il buon senso dice che meno ne mangiamo meglio è. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 gennaio 2018 da in Alimentazione, Cucina & Ristoranti, Consumatori & Utenti con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: