Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Il libro di Martina: Morning star

a cura di Martina Villa, curatrice della Pagina FB Quando nevica scarlatto

Aspettative alle stelle.

Cliffhanger di chiusura nel capitolo precedente della saga.

Ottima scrittura e ottimi sia Red Rising che Golden Son.

Fiducia massima nei confronti di Pierce Brown.

Tanta, tanta voglia di farsi stupire.

Ovviamente non poteva finire bene.

Il libro mi è piaciuto? Si… ma con riserva.

Si perchè mi ero affezionata ai personaggi (Sevro sempre nel cuore); ni perché ho ritrovato le atmosfere al cardiopalma piene di colpi di scena imprevedibili … ma solo nelle ultime 30 pagine (esatto, quindi è NI, non era un errore di battitura); ni per il finale scontato (Sciacallo e Ottavia muoiono ed il bbbbene trionfa); ni perché dovevano essere tre libri, ma ora ne saltano fuori altri tre per allungare il brodo.

Inizio lento e noioso con tentativi vani di tenere alta l’attenzione del lettore tipo l’inutile viaggio per reclutare le Valchirie solo per “immolare” Ragnar, idem quello nei mondi oltre Giove… volevano… reclutarli per la guerra? E poi perché non l’hanno fatto?

Però… c’è un però. Prima di concludere Morning Star già sapevo dell’imminente uscita di altri libri della saga (mannaggia a Goodreads!) quindi fino all’ultimo pensavo che il caro buon Pierce, dall’alto della sua genialità e dei suoi piani contorti, facesse perdere la guerra a Darrow e compagnia bella -pensavo addirittura che Darrow morisse- per poi far continuare l’infinita battaglia contro gli Oro, forse, chissa, dai suoi eredi.

E questo lo vedo come un pregio. Pensi che inevitabilmente finirà male ed invece poi finisce bene. Anche se il finale è scontato (come ho detto prima) è il modo a cui si è giunti al finale ad essermi piaciuto. Pierce Brown incasina tutto, al massimo, la situazione peggiore e più stramaledettamente pessima che si possa immaginare, senza alcuna via d’uscita se non il disastro piu totale.

E poi stravolge tutto.

Chapeau.

Spoiler time ovvero se contin ui la lettura lo fai per scelta

 

 

Perdonatemi ma devo dirlo, anche se come escamotage l’ho apprezzato, il fatto che Sevro vada in coma grazie a un farmaco (con annessa assenza di battito cardiaco) e poi venga svegliato da una specie di droga non sta in piedi.

Ok che gli Oro sono mezzi dei, forti come carri armati coi lanciarazzi al plutonio (…esistono? Facciamo finta di si) Dicevo, come dei cazzutissimi carri armati coi lanciarazzi al plutonio, ma se il tuo cuore non batte per due giorni, bello mio, nessuna droga ti riporterà qui dall’aldilà.

Niente ossigeno in circolo. Danni irreparabili e permanenti al cervello. Polmoni che si raggrinziscono. Sangue che secca nelle vene.

Non ci siamo.

Capisco la necessità di sacrificare Sevro e poi farlo “resuscitare”, è stato davvero un bel colpo di scena. Bello, ma poco credibile.

E chiudere così sarebbe brutto dato che (probabilmente solo pochi superstiti) vi starete chiedendo come mai la pagina sia così poco attiva, ebbene…

Per far recensioni bisogna legger libri…

Per legger libri ci vuole teempo…

Per avere teempo non devo studia-a-re…

(Se l’avete letta con lo stesso ritmo di “per fare un tavolo ci vuole il legno” ottimo 😀 Altrimenti… try again!)

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: