Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Chiedi un documento in banca e sbatti contro un muro…

Mi scrive un Amico che da subito si scusa con i bancari (quelli capaci):

Forse tra chi fa parte del gruppo c’è qualcuno che lavora in banca e mi dispiace offenderlo, ma credo che attualmente per lavorare in banca devi dimostrare che il tuo QI sia al di sotto di una certa soglia 75 … 80 forse, non di più.

Tuttavia quello che racconta fa pensare che vi sia realmente una carenza di intelligenza nel personale dell’agenzia della sua banca.

La mia banca (Intesa…ma ancora per poco) mi sommerge di carta, estratti conto, aggiornamento di condizioni operative ecc.. ecc.. tant’è che il documento che mi serve sicuramente mi è già stato inviato, quello che mi sta succedendo è evidentemente colpa mia.

Ora quello che mi serve, dato che dal sito di Home Banking si vede chiaramente a quanto ammonti il saldo del mio fondo pensione è una dichiarazione anche su carta semplice ma con un semplice timbro della banca che tale importo era il saldo di tale fondo anche al 31 dicembre 2018.

Niente da fare, sono tre volte che vado (io o mia moglie) ma non si cava un ragno dal buco: nessuno, dallo sportellista al direttore è in grado di produrre tale documento che purtroppo non è prodotto dal sistema automatico, ma il fatto drammatico è che ancora nessuno ha capito cosa diavolo mi serva veramente.

Di volta in volta il mio interlocutore digita codici su codici sulla propria tastiera per una mezza oretta e finisce per scuotere le testa sconsolato:.”ehh proprio non si può…”

Avete presente I Soliti Idioti alle poste?

Mio figlio fa economia, se mi dice che vuol fare domanda in Banca lo uccido a mani nude.

Una chicca aggiuntiva inviatami dall’Amico che in questo momento è in banca…

La mia referente oggi mi ha deliziato con un’altra chicca. Riguardo un finanziamento per il quale pago rata mensile le ho chiesto a mezzo mail a quanto ammontasse il capitale residuo e lei mi ha prontamente comunicato l’importo della rata mensile.

Secondo me lo fanno apposta, non si può essere così stupidi. Ma se ti pago una rata mensile ti posso scrivere per sapere a quanto ammonta tale rata?

Se qualcuno pensasse che l’Amico esagera un po’, andate a leggere questo post: Se chiedi alla banca “i tuoi” soldi e loro “cadono dalle nuvole”…

In ogni caso, cambia l’Amico, ma la Banca Intesa è sempre protagonista: Se le informazioni del Servizio clienti della banca sono sbagliate…

D’altro canto…: Se il cliente ne sa più della banca…

27 febbraio 2019: Passa in azienda un promotore di una banca che fa parte della famiglia Intesa e gli faccio leggere il post ispirato da questa storia e mi dice che lui stesso ha difficoltà ad ottenere documentazioni da Intesa.

Dopo di che conferma che se i documenti non sono emessi automaticamente dal sistema, diventa faticoso ottenerli dalle persone.

Dopo di che, andando oltre alla problematica specifica, mi diceva, non per scusare Intesa, beninteso, che le banche hanno una pressione burocratica da parte delle UE che li seppellisce di documenti che poi loro scaricano sui clienti.

Ad esempio, ha acceso il tablet e mi ha fatto vedere, nero su bianco, una proposta d’investimento di un cliente, per 50.000 €, suddivisa su 7 fondi diversi.

Al netto delle normali documentazioni contrattuali, diciamo 50 pagine, ci sono 15 allegati di norme finanziarie UE per un totale di 4780 pagine che lui dovrebbe dare (in Pdf) al cliente.

Ma se il cliente rientra in quel 60% di clienti anziani e/o non connesse che non vogliono neanche la documentazione del c/c online?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: