Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Cerchi assistenza in un negozio Tim e ricevi approssimazione

Autore: Pietro Vanessi
unavignettadipv.it

In questi giorni era in scadenza l’offerta in corso sulla Sim di Tim che uso a casa nella “saponetta”, tuttavia come sempre al momento del rinnovo dell’opzione, ci sono degli intoppi.

Leggi: Il rinnovo mensile di un’opzione annuale, che senso ha?

Non riuscendo a rinnovare l’offerta online, dato che era scomparso il banner presente settimane fa e che, detto per inciso, è ricomparso ieri, sabato mi sono recato nel negozio Tim in Corso Vercelli, a Milano, dove lo scorso anno avevo trovato un giovanotto preparato che mi aveva fornito un’assistenza valida.

Sappiamo bene che in questi negozi la rotazione del personale è veloce, tuttavia nel momento in cui devi assistere i clienti già acquisiti, uno si aspetta che ci sia personale all’altezza del compito.

Mi reco in negozio, al banco si sono una ragazza ed un giovanotto e spiego a quest’ultimo la mia impossibilità di rinnovare online l’offerta e la richiesta di attivare un’altra opzione al posto di quella in corso.

Verifica la mia posizione e mi dice che l’opzione da me scelta non è attivabile perchè è ancora in corso quella vecchia. Chiede una conferma alla collega che con fare molto svogliato guarda e conferma che sino alla mezzanotte del 12 dicembre era attiva la vecchia offerta e pertanto non si poteva attivarne un’altra.

Chiedo allora di poter chiudere anticipatamente quella in corso e mi dice che non si può fare e bisogna attendere che scada.

Il che però non è vero visto che sul sito è indicato che:

Sbaglio o leggo le parole “recesso anticipato”? Quindi se è possibile recedere dall’offerta in corso ritengo fosse fattibile chiuderla anticipatamente sabato ed attivare l’altra.

Non avendo il tempo di ritornare dopo un paio di giorni per fare il tutto ho quindi chiesto se era possibile rinnovare l’offerta in corso e mi hanno detto di si, per cui ho pagato e ritenevo di aver risolto.

Visto che l’offerta scadeva sabato a mezzanotte, nel pomeriggio mi sono connesso per un po’ ed il saldo sulla Sim era di € 20,08.

Ieri pomeriggio mi sono ricollegato e OPS, il saldo era di € 14,58. Dove sono finiti quei 5,50 €?

Purtroppo la registrazione a My Tim Mobile non è ancora completata, dato che l’email con il link di conferma non è mai arrivata e quindi non è possibile accedere al dettaglio di costi e traffico.

Mi collego alla chat sul sito di Tim ed arriva la risposta che:

La tua vecchia promozione annuale era scaduta in data 11 ottobre ore 23:59.

Ieri la tua vecchia promozione era appena scaduta, ma sei rimasto scoperto da offerte per tutta la giornata del 12 ottobre, e per un breve periodo oggi (fino all’1:40 di stanotte, quando si è attivata la nuova offerta annuale.)

Ieri non era attiva nessuna opzione sulla linea, per questo hai navigato a consumo.  Il 12 ottobre è stato effettuato il pagamento, intorno alle 10 di mattina, del rinnovo annuale, che è avvenuto questa notte, in data 13 ottobre.

L’attivazione di un’offerta annuale può avvenire entro 24 ore dal pagamento effettuato; avendo navigato prima dell’attivazione dell’offerta, ti è stato addebitato il costo della navigazione effettuata in assenza di offerte attive sulla linea.

Una risposta che di fatto smentisce quanto mi è stato detto nel negozio Tim, per cui quando io ero convinto di navigare sfruttando il residuo dell’offerta in corso, ecco che invece ho navigato a consumo.

Bravi, un’assistenza da applausi.

Nota a margine: Mentre ero al banco è entrata una signora anziana chiedendo lumi sul funzionamento di un’App che però non era di Tim e la ragazza, con un tono irritante e svogliato, le diceva che non poteva fare niente, che non era una loro App.

Il che è vero, non è un’App di Tim, ma forse è lecito pensare che una ragazza giovane, che lavora in un negozio di telefonia ci capisca più di una signora anziana e forse dare un’occhiata era cosa che poteva fare, non per dovere, ma per gentilezza.

Visto che il negozio era vuoto, invece che stare stravaccata sulla sedia, due minuti per guardare se poteva aiutare questa signora, che in ogni caso era cliente Tim, era cosa fattibile.

Ma come si diceva nel post precedente, la gentilezza è cosa innata e se non ce l’hai non la puoi comprare al suoermercato.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: