Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Consumi auto, come si ottengono?

Sicuramente gli automobilisti più attenti e appassionati avranno notato che sulla carta di circolazione delle auto più recenti, sui relativi depliant e negli articoli delle riviste di settore, vengono riportati tre diversi valori di consumo di carburante (espresso in litri / 100 km) : consumo nel ciclo urbano, extraurbano e misto o combinato.

Questi dati vengono rilevati in base a precise normative CEE che tutti i costruttori sono tenuti a rispettare in sede di omologazione, per motivi di uniformità.

Tuttavia, pochi conoscono esattamente le rigide e forse poco realistiche procedure in base alle quali vengono ottenuti i valori di consumo medio ufficializzati dalle Case automobilistiche. Tale “non conoscenza” crea spesso malintesi, false aspettative e talvolta contenziosi fra clienti e venditori, con l’eventuale coinvolgimento del costruttore.

Di fatto, gli utilizzatori, che prendono come riferimento ufficiale i dati dichiarati dalle Case, non hanno la possibilità pratica di effettuare una precisa e rigorosa prova di consumo né, tanto meno, possono riprodurre fedelmente la metodologia e le condizioni ideali che andremo ad analizzare. I computer di bordo, se presenti, forniscono i valori del consumo istantaneo e medio con tolleranza più che accettabile. Tuttavia il primo è significativo solo se rilevato a velocità costante, mentre il secondo è fortemente influenzato dal rilevamento su una percorrenza variegata e lunga (in altri termini, è consigliabile azzerare il computer e fare il controllo su un percorso breve ed uniforme).

Come si effettuano i test di ciclo urbano ed extraurbano, incredibilmente lontani dalla realtà.

E’ fondamentale precisare che i vari test di consumo carburante vengono effettuati in laboratorio,

Continua la lettura qui > Consumi auto, come si ottengono?

Notare in fatto che anche le vetture elettriche risentono dello stesso difetto di quelle normali ovvero dei consumi omologati che non stanno in piedi.

Nelle auto elettriche non si fa riferimento ai consumi, ma all’autonomia che nel caso della Zoe è omologata in 210 Km. (195 con le gomme da 17″) se non fosse che quella media reale è di 131,5 km. in città oppure 123,4 sulle Statali.

Con una guida attentissima si può arrivare a 160 km., tuttavia ho avuto modo di vedere un video con un giornalista di Quattroruote che cerca di replicare l’ottimo risultato dei collaudatori e non ce la fa. Immaginiamoci un automobilista normale.

Stessa cosa accade per le ibride e in un articolo sulla Volkswagen XL1, auto da 100 km. con 1 litro, ho letto come vengano omologati i consumi che nella realtà sono ben lontani da quanto pubblicizzato.

Articolo correlato > QUI

Leggi anche questo articolo di Altroconsumo

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 giugno 2010 da in Consumatori & Utenti, Il mondo dell'automobile (e non solo) con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: