Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I consumi dichiarati ma non reali per le tasche dell’automobilista

Con questo articolo Altroconsumo sfonda una porta aperta, dato che da sempre porto avanti un discorso contro i consumi omologati delle automobili che sono distanti anche del 30-40% dalla verità.

Come spiegato in questo post, in Europa la Smart viene pubblicizzata con dei consumi pari a 4,9 litri/100 km (ovvero 20,4 km/lt), mentre negli Usa dove non permettono alle Case di prendere in giro gli automobilisti, si passa ad un realistico 6,5 lt/100 km il che equivale, casualmente a 15,3 km/lt.

* * *

I consumi di benzina e le emissioni di COdichiarati e pubblicizzati per le auto non corrispondono quasi mai a quelli reali. Ciò significa che un automobilista può spendere fino a 300 euro in più di carburante l’anno.

Altroconsumo chiama a raccolta gli automobilisti per il calcolo su quanto si è consumato di più.

Per rendere le auto più aerodinamiche in fase di test i produttori utilizzano molti espedienti, grazie a una normativa di omologazione permissiva. Le prove di Altroconsumo, più realistiche, fanno emergere consumi di benzina assai più elevati, con costi annui aggiuntivi che superano anche i 300 euro.

Per sapere quanto spetterebbe di rimborso in concreto a ciascun automobilista, aperto a tutti il calcolatore sui consumi reali –  al numero verde 800.19.89.07 oppure su www.altroconsumo.it/carburante, consultabile a seconda del proprio modello di auto e dei chilometri percorsi.

L’organizzazione di consumatori ha scritto ai ministri dei Trasporti e dell’Ambiente dello scorso Governo e alle autorità europee per chiedere che sia accelerata l’applicazione di un test di omologazione più realistico, che aiuti i consumatori a risparmiare davvero. Dalla Commissione europea (capogabinetto del commissario all’Ambiente Connie Hedegaard) è già arrivata una risposta incoraggiante.

* * *

Nota di Paoblog: Ho fatto il calcolo del rimborso che mi spetterebbe, facendo riferimento ai consumi reali della Smart ed ecco qua il risultato:

Screenshot 2014-02-25 16.17.46Niente di nuovo sotto al sole, in realtà, perchè è un conto che mi ero fatto da solo tempo fa, tuttavia dopo aver letto di un’automobilista che negli Usa ha ottenuto un rimborso per il carburante consumato in più, ma anche che in Germania, sono riusciti ad ottenere la restituzione dell’auto (e relativo rimborso) per un consumo maggiore del 10% (!), ecco che Altroconsumo si muove in tal senso. Fosse vero…

Di macchine, in famiglia, ne abbiamo due, ma per quanto la Toyota c’è da dire che quando trattavo l’acquisto, il venditore mi disse che i consumi che avevo con la mia auto precedente, non li avrei avuti con questo modello. Vero, così come è vero che in 10 anni di vita la Toyota mi ha dato un decimo dei problemi che mi ha dato laFord in 4 anni.

Dal controllo fatto su Altroconsumo è emerso che anche i consumi della Toyota erano sottostimati, ma la differenza equivale a 1663 €, su una percorrenza di 167.000 km. contro i 100.000 della Smart.

Leggi anche il commento di Maurizio Caprino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: