Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Smart benzina 84 Cv: i consumi reali

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

I dati relativi ai consumi del 2014-2015: Medio: km. 15,56 km/lt – Minimo: 13,23 – Massimo: 19,97 km/lt

dati in aggiornamento continuo…

* * *

I dati relativi ai consumi del 2013-2014: Medio: km. 16,30 km/lt – Minimo: n.d. – Massimo: n.d.

* * *

I dati relativi ai consumi del 2012-2013: Medio: km. 15,35 km/lt – Minimo: 12,39 km/lt – Massimo: 17,36 km/lt

* * *

I dati relativi ai consumi del 2011-2012: Medio: km. 15,21 km/lt – Minimo: 12,12 km/lt – Massimo: 18,49 km/lt

31 maggio 2011 – Neanche a farlo apposta, nella settimana successiva alla conclusione del ciclo 2010/11, ho avuto un risultato migliore, pari a 15,6 km/lt. 😉

24 maggio 2011 – Si è concluso il ciclo di rilevazione consumi 2010-2011 del quale ho scritto in un post a sè che puoi trovare QUI

Ultimo aggiornamento – Agosto 2010 – Milano – Livigno (A/R): Consumo medio (andata):  17,00 km/lt. – 2 persone a bordo, bagagli, luci sempre accese e, ovviamente, un tot di salite ed un Passo alpino.

Consumo medio (rientro):  18,90 km/lt. – 2 persone a bordo, bagagli, luci sempre accese, condizionatore per 2/3 del viaggio  ed un tot di discese che senz’altro hanno aiutato a ridurre i consumi.

Dati aggiornati – Nella nuova rilevazione, che parte da giugno 2009, emerge un consumo medio di 15,3 km/lt. ovvero 6,54 lt/100 km.

Dati aggiornati: Nel recente fine settimana ho fatto i 18,9 km/lt. Dettagli: Corbetta-Courmayeur-Corbetta con un percorso complessivo di 436 km (406 in autostrada), con 2 persone a bordo, Bagaglio:  1 trolley, luci sempre accese e condizionatore per gran parte del percorso.

Velocità comprese tra i 90 ed i 130 kmh, ma la velocità media sui 110 kmh. Resta il fatto che sulla media delle rilevazioni, tra giugno 2009 ed oggi, ed una percorrenza di circa 13.000 km. il consumo medio è di 14,7 km/lt ovvero 6,8 lt/100 km.

* * *

Sono ormai 2 anni che tengo nota delle percorrenze e dei litri di benzina di ogni rifornimento della Smart benzina 84 Cv e devo dire che i consumi indicati dalla Smart per quanto riguarda il consumo extraurbano e ciclo misto, io non li vedo.

E’ stato dimostrato a suo tempo da Quattroruote che i dati dei consumi comunicati dalle Case siano artefatti, (Vedi sotto) grazie anche alla normativa europea che stabilisce le procedure da seguire per determinare i consumi.

In ogni caso con la mia Smart, utilizzando soprattutto il cambio automatico, nel ciclo misto (città, extraurbano, autostrada) ho un consumo di 6,60 lt/100 km, contro i 4,9 lt/100 km che dichiarano loro. Qualche volta sono riuscito ad arrivare a 6,41 lt/100 km, ma di meglio non riesco a fare.

* * *

Nei mesi di luglio ed agosto 2009, ho guidato la Smart ogni giorno, contrariamente al solito, quando la uso solo dal venerdì alla domenica, lasciandola poi a mia moglie che percorre tragitti brevi e che quindi non fanno molto testo in un’ottica di consumi che restano sempre elevati.

Nel periodo delle ferie, abbiamo percorso circa 3000 km, sempre in due a bordo, bagagli, condizionatore e luci sempre accesi, percorrendo autostrade, statali, (incluse le strade del Trentino) e non c’è scampo. Il consumo medio resta incollato a 15,2 km/lt.

* * *

Guido in maniera regolare, in autostrada sui 100-110 kmh di media, e solo nel consumo cittadino, riesco a restare nei pressi delle loro specifiche ovvero faccio i 15,2 km/lt contro i 15,63.

Guidando un pò allegro, però, soprattutto i primi tempi che dovevo fare la mano, anzi il piede, al cambio, facevo anche peggio, cioè i 13,5-14 km/lt.

Resta il fatto che dai 4,9 lt/100 km sbandierato dalla Smart al consumo effettivo di 6,58 lt/100 km c’è una differenza del 34% che guarda caso è molto simile alla differenza tipica rilevata da Quattroruote.

172097_8920_big_130209_smart_europa2

consumi smart italia

Visto che le emissioni di CO2 sono proporzionali al consumo, va da sè che anche in questo caso resto danneggiato io per primo, che ho scelto la Smart anche per contenere le emissioni, ed anche l’ambiente. E di conseguenza, nella politica degli incentivi tra quello che è vero e quello che si dice, c’è un abisso.

Considerando tutte le regole ed i vincoli (talvolta anche discutibili) che l’Europa ci pone, non vedo perchè non si possano fare norme più realistiche come d’altro canto accade negli USA ove, infatti, la Smart dichiara un consumo che è coerente con quello da me indicato.

172097_4348_big_130209_smart_usa

consumi smart usa

Fonte Quattroruote: Quanto carburante consumano le automobili che guidiamo tutti i giorni?

Le decine di prove su strada effettuate da “Quattroruote” nel corso del 2007 evidenziano come i dati dichiarati dalle case automobilistiche siano mediamente più bassi del 30% rispetto a quelli che si registrano nell’utilizzo effettivo delle vetture. Un divario che può arrivare addirittura al 47%.

Considerando che i consumi sono proporzionali alla quantità di CO2 prodotta, anche i dati delle emissioni sono falsati mediamente del 30%.

Quindi, non soltanto i consumatori spendono molto di più per il carburante di quanto viene loro prospettato al momento dell’acquisto dell’auto, ma anche gli incentivi o le tassazioni calcolati sul consumo di CO2 risulteranno, di conseguenza, poco corrispondenti al reale livello di inquinamento del mezzo.

Si tratta, per la verità, di “bugie a norma di legge”, dal momento che i costruttori sfruttano le carenze della normativa europea che stabilisce le procedure di prova con le quali si misurano i dati ufficiali di consumi ed emissioni.

Non soltanto s’utilizza un percorso con velocità e accelerazioni molto blande, che al massimo potrebbero andar bene per le utilitarie, ma si provano anche esemplari artificiosamente più leggeri e aerodinamici di quelli che saranno venduti al pubblico.

E anche se l’aria condizionata è ormai presente pure sulle auto più economiche, i test di omologazione sono effettuati tenendo rigorosamente spento il climatizzatore.

Articolo correlato: I consumi veri delle auto e la legge bavaglio

Leggi anche questo articolo di Altroonsumo

38 commenti su “Smart benzina 84 Cv: i consumi reali

  1. Pingback: Automobili ed emissioni CO2 « Paoblog’s Weblog

  2. Pingback: Toyota IQ e Smart « Paoblog’s Weblog

  3. Pingback: La Smart sbarca in Cina « Paoblog’s Weblog

  4. Pingback: Smart Fortwo a Milano e Toyota iQ a Roma? « Paoblog’s Weblog

  5. Pingback: Pubblicità auto: e la CO2? Interviene la UE « Paoblog’s Weblog

  6. Pingback: Forte riduzione di emissioni di CO… « Paoblog’s Weblog

  7. Pingback: La CO2, le utilitarie e le tasse « Paoblog’s Weblog

  8. Fabio
    5 gennaio 2010

    Ciao, ho acquistato una ForTwo turbo 84cv nel 2008, sulla base delle stesse valutazioni da te riportate, e cioè prevalentemente bassi consumi ed emissioni.
    Con lo stesso stupore, o meglio rammarico, che trapela anche dalle tue parole, ho potuto verificare esattamente le medie da te indicate nel tuo esaudiente test. La cosa che mi lascia maggiormente perplesso è che, a prescindere dall’impegno che io possa profondere nel cercare il record personale di risparmio, comunque la mia Smart si attesa intorno ai 6,57lt / 100Km.
    Che io guidi con una certa allegria, che la guidi cambiando manualmente a 2000rpm, che la guidi nel misto o in autostrada, che la guidi in automatico o sequenziale, in ogni caso il consumo medio è sempre quello.
    Mi lascia molto perplesso aver acquistato un auto così leggera e piccola di cilindrata che però a prescindere dallo stile di guida consuma più di una vettura equivalente come costi ma che offre spazio, comfort e piacere di guida superiori, come effettivamente offrono quasi tutte le utilitarie motorizzate diesel (dalla Fiesta alla G.Punto alla Yaris etc etc).
    Insomma, non sono soddisfatto, avrei accettato consumi nell’ordine dei 18 o 19km/lt, comunque sotto i 20 dichiarati, ma questi sono davvero eccessivi in considerazione dei sacrifici che comporta un auto così particolare.
    Sono alto 1,90 ed il fatto di no poter regolare l’altezza del volante mi costringe a posizioni stancanti per braccia e schiena; i sedili praticamente privi di imbottitura oltre alle sospensioni ed allo chassis particolarmente rigidio trasmettono tutte le asperità sul corpo degli occupanti rendendo anche piccole buche cittadine snervanti; se ci si avventura in un piccolo viaggio di qualche centinaio di chilometri torno a casa con la schiena rotta.
    Personalmente credo che non la riacquisterò e che cercherò di disfarmene.
    Saluti,
    Fabio.

    • paoblog
      5 gennaio 2010

      Sicuramente il problema dei consumi “calcolati” sul banco di prova rispetto a quelli reali non è di facile soluzione; è anche vero che si tratta di un problema che affligge l’intero parco auto ovvero a prescindere da quanto abbiamo riscontrato noi, dalle inchieste di vari giornali del settore, è sufficiente acquistare il numero di Quattroruote in edicola e vedere l’interessante novità presente nelle Prove su strada; sono infatti indicati entrambi i consumi, quello dichiarato e quello rilevato. La differenza non è mai inferiore del 30%, sino a punte del 50%, ovviamante a nostra svantaggio.

      Considerando però che le emissioni di CO2 sono strettamente correlate al consumo, va da sè che leggere che una certa auto (una Opel, ma vado a memoria) riporta 139 g/km di CO2 che casualmente la fa rientrare nella categoaria di auto incentivate perchè non emettono oltre 140 g/km di CO2, rende l’intera situazione quasi truffaldina….

      E se calcolassimo le emissioni basandoci sul consumo reale? La maggior parte delle auto “incentivate” in questi mesi resterebbero sui piazzali…

      Come dici tu quello che lascia veramente basiti è il fatto che il consumo non è migliorabile, adattando lo stile di guida. Si, certo, andando in autostrada, piede leggero, velocità costante, si riesce a spuntare un risultato migliore, ma fine a se stesso; alla fine quello che conta è il consumo medio (reale).

      Circa le critiche all’auto di per sè, la vedo diversamente. Io sono alto 1.85 e non avuto problemi nell’adattarmi all’auto; vero che 5 cm. in più hanno la loro importanza, ma vero anche che la Smart richiede che sia il conducente ad adattarsi allo spazio che è quello che è. In ogni caso io percorro circa 16.000 km. all’anno, che includono ad esempio anche i quasi 3000 km percorsi quest’anno in ferie. Sicuramente è più comoda la Corolla Verso, ma la rigidità dell’auto ed il comportamento piuttosto secco delle sospensioni sono obbligate dal passo corto.

      Io la riacquisterei anche domani, ma non in questa motorizzazione.

      P.S. Mi farebbe piacere a questo punto, sfruttare il fatto che tu abbia la mia stessa Smart, per conoscere la tua esperienza con le lampadine. Vedi: https://paoblog.wordpress.com/2009/10/28/smart-lampadine/

      e perchè no con il costo del tagliando. Vedi > https://paoblog.wordpress.com/2009/03/20/smart-84-cv-il-tagliando-dei-30000-km/

  9. Pingback: “Falsi i dati sulle emissioni di C02″. Le auto in realtà inquinano di più « Paoblog

  10. Andrea
    6 aprile 2010

    anchio ho una smart turbo da 84 cv acquistata nel 2009…inizialmente in effetti consumava (13-14 km/L), ma ora che ho fatto qualke migliaio di km (circa 4000) e c’ho fatto su anke la mano (e il piede), viaggiando rispettando tutti i limiti (50-60 km/h in città e 100-120 km/h max in autostrada) con 28 Litri di benzina ho percorso 482 km, quindi 17,3 km/L…non so quindi che smart avete voi XD

    • paoblog
      6 aprile 2010

      La Smart è la stessa, ma acquistata nel 2007…circa i consumi, resto sui valori medi già detti, però attenzione, i miei calcoli sono relaticvi al cosumo medio, reale, ma basato sulla percorrenza annua che si aggira sui 16.000 km.

      Anche a me è capitato di fare un percorso da casello a casello, per capirsi, con velocità costante sui 100-110 kmh e percorrenza di oltre 18 km/lt., ma è un caso a sè.

      D’altro canto proprio l’altro giorno leggevo i dati della prova pubblicati su Auto ed il consumo medio è indicato in circa 13,5-13,7 km./lt, per cui ancor più alto del 14,5-15 kmh/lt che indico io.

  11. Andrea
    6 aprile 2010

    ho capito! cmq l esempio che ti ho fatto io (482 km con 28 litri) è relativo all ultimo pieno di settimana scorsa…ogni tnt io tengo d occhio i km e faccio questi calcoli…in quelli passati che ho segnato su un foglietto ho fatto: 476 km con 27.1 litri, 264 con 15.2 litri,513 con 30.1 litri 499 con 28.4, 480 con 27.2, 497 con 29…diciamo che l’80 % dei miei spostamenti è in città o paesi mentre il 20 % è in autostrada…ma resto pur sempre intorno ai 17 con un litro…bè ovviamente non guido come un pirata della strada, ho imparato ad avere il piede molto leggero..forse è per quello che riesco ad avere questi consumi minori rispetto ai tuoi

    • paoblog
      6 aprile 2010

      ti dirò, i primissimi mesi, facevo i 13,5 con un litro, poi mi sono adattato meglio al cambio e sono arrivato agli attuali 15 dai quali, come dicevo, nella media, non mi schiodo. E’ anche vero che molto dipende dall’uso che ne facciamo. Io percorro circa il 30-40% in città ed il resto su strade extraurbane (talvolta più congestionate della città 😦 ed in autostrada). Luci accese di giorno il che si dice comporti un +2% dei consumi, 6 mesi all’anno con le gomme invernali e vacanze in due + bagagli. Molti eprcorsi in montagna, con uso del sequenziale per evitare il cambio marcia sul tornante 😉 …

      Ritengo di non avere il piede pesante, tanto è vero che con l’altra auto (diesel, cambio manuale) riesco sempre a spuntare un buon risultato, costante nel tempo e migliore rispetto a quanto riscontrato nella prova di Quattroruote.

      Per quanto riguarda la Smart, avrai notato che negli Usa è dichiarato un consumo che equivale esattamente al consumo che ho riscontrato io. In Europa ci prendono per il naso grazie a norme a maglie larghe che glielo permettono, mentre dall’altra parte dell’oceano, le cose vanno diversamente. Leggevo che la nuova Smart 2010 avrà dei rapporti più lunghi per 3a e 4a per limitare le continue cambiate e, di conseguenza, abbassare i consumi. Non ricordo su quale rivista l’abbia letto, ma il primo punto di lamentela dei possessori di Smart è proprio il consumo.

      Visto che abbiamo la stessa auto e che hai scritto un commento ben argomentato e dettagliato, 🙂 collaboriamo ovvero…delle lampadine che mi dici? (Vedi post dedicato) 😉

  12. Andrea
    7 aprile 2010

    si in Europa purtroppo è cosi, cmq anchio le luci le lascio sempre accese (non pensavo consumassero anche quelle xd)…però io a differenza tua nn ho pesi sull auto oltre che il mio…viaggio sempre da solo 9 volte su 10 senza carichi…magari è anche per quello che consumo di meno

    • paoblog
      7 aprile 2010

      eh si, per l’utilizzo delle luci di giorno si stima un +2% dei consumi…

      anche epr le gomme invernali si parla di un consumo più alto, sempre in punti percentuali, forse 1,5-2%, ma onestamente avendo le invernali su entrambe le auto devo dire che non ho riscontrato consumi diversi dal solito.

      Sempre basandomi sul consumo medio su alte percorrenze complessive e non su un tragitto ben definito.

      Su 4R hanno fatto il test “1 pieno = 1000 km” relativo alla Smart CDI. Effettivamente sono riusciti a fare 30 km/lt e più, ma un paio di mesi fa ha scritto un lettore per contestare tale risultato, visto che lui non riusciva mai a superare i 20 km./lt., al che 4R ha risposto che hanno fatto il test con il modello base, senza nessun accessorio, (quindi + leggero), ecc. ecc… per cui certamente se tu viaggi solo e senza pesi hai una marcia in più 😉 su di me….

  13. Andrea
    7 aprile 2010

    su Al volante invece, ho letto che con la CDI (la nuova versione da 54 cv) sono riusciti al massimo a fare 21 km/l XD

    • paoblog
      7 aprile 2010

      che a ben vedere sembra essere coerente con quanto si legge e certo non con i dati dichiarati dalla Casa 😀 (appunto) oppure i test fatti dalla rivista di turno, a 30 kmh, in discesa, vento in poppa e guidatore anoressico, in modo che pesi meno… 😉

      a parte gli scherzi, temo che la verità la si scopra solo dopo con l’uso reale del mezzo…fermo restando che queste prese in giro di gente che paga soldi veri per avere prestazioni fittizie, hanno rotto le scatole.

      Leggevo poco fa il classico articolo che, secondo me, altro non è che un Copia & Incolla del depliant Smart, infatti recita: Il nuovo propulsore risponde alla normativa Euro 5, mantiene invariati i livelli di consumo, con 3,4 litri 100/km nel ciclo combinato.

      Sarebbero 29 km/lt. …. ci vogliamo credere?

  14. Andrea
    7 aprile 2010

    scandaloso!! e menomale che non ho preso la brabus, ero indeciso tra la mia attuale e una brabus exclusive a km 0 del 2009 XD

    • paoblog
      7 aprile 2010

      con la Brabus finiva che giravi con la cisterna attaccata dietro 😀 …

      anche se… opinione mia, beninteso, la Brabus è una forzatura della Smart…

      comprare la Brabus e poi lamentarsi dei consumi sarebbe stato un pò fuori luogo forse …

  15. Pingback: I consumi delle auto ovvero come scrivere numeri a caso « Paoblog

  16. Pingback: Smart Fortwo – il restyling 2011 « Paoblog

  17. Pingback: Caro Francesco, ecco le luci diurne a led della Smart « Paoblog

  18. Pingback: Smart & Toyota: i miei consumi… « Paoblog

  19. Pingback: Smart Fortwo electric drive – Le impressioni di Altroconsumo « Paoblog

  20. Pingback: Tra il consumo omologato e quello rilevato, secondo me c’è lo spazio per parlare di truffa (legalizzata,ovvio…) « Paoblog

  21. Pingback: Kia e Hyundai truccavano i consumi: maxi stangata negli USA « Paoblog

  22. Pingback: A Milano in arrivo il blocco delle diesel Euro 3? « Paoblog

  23. flori2
    8 gennaio 2013

    Le auto che ho guidato avevano consumi (in estate) in linea con quelli dichiarati.
    Fiat 600 1.1 20km/l@95km/h
    Nissan Almera 2.2 20km/l@110km/h
    Opel Astra H 1.9 20,5km/l@115km/h
    Consumi rilevati con il metodo del pieno (faccio sempre il pieno) e velocità costante con un solo guidatore.

    • paoblog
      8 gennaio 2013

      forse sarebbe più realistico determinare il consumo medio, basandosi sul lungo periodo…

      anch’io se faccio una percorrenza da casello a casello, in determinate condisioni di traffico e velocità costante riesco a spuntare i 18-19 km/lt (con la Smart) così come in una giornata storta nel traffico cittadino faccio i 12,5, tuttavia verificando il consumo medio, come detto, in un lungo periodo (in genere 12 mesi, circa 16.000 km), e quindi con l’utilizzo dell’a/c in estate, delle gomme invernali, così come di condizioni ditraffico ed utilizzo variabili, arrivo alla media di 15,4 km/lt, pari a 6,49 lt/100 km ovvero a quanto dichiarato negfli Usa…..

      • flori2
        8 gennaio 2013

        Il mio tragitto quotidiano è fatto di 80% autostrada-tangenziale e il resto urbano. In estate sono a 20km/l, ma d’inverno non scendo sotto i 18km/l. Calcolo sempre la media ad ogni pieno da anni e quelle sono le cifre per 20000km all’anno. Per i viaggi lunghi vado a 130km/h e i consumi scendono a 16-17km/l.

        L’unica auto che uso molto nell’urbano è la Fiat 600 dove il consumo crolla a 14km/l d’inverno (100% urbano).

        Ripeto che non sono lontano dai dati dichiarati per ogni ciclo. Il consumo del carburante è fortemente influenzato dal dove e come si guida. Mai stare attaccato a quello davanti, sempre usare di freno motore, anticipare il traffico, guidare sempre con la marcia giusta, AC solo quando serve, non superare i 110km/h, gomme sempre in pressione ECO, guida fluida.

      • paoblog
        8 gennaio 2013

        se mi leggi spesso saprai bene che io applico abitualmente i concetti base dell’Ecoguida …;-)

  24. Pingback: Ritorno sui consumi (reali) delle auto « Paoblog

  25. Pingback: Anche quest’anno riesco a “razzolare come predico”… | Paoblog

  26. Pingback: I consumi dichiarati ma non reali per le tasche dell’automobilista | Paoblog

  27. Pingback: Revocato il blocco delle Euro 3 diesel, ma il Comune non lo dice… | Paoblog

  28. Pingback: Una settimana in vacanza ad Ortisei; non sarò breve… | Paoblog

  29. Pingback: Era ora: l’UE studia nuovi test per modificare il metodo di test del consumo carburanti, | Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: