Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Kia e Hyundai truccavano i consumi: maxi stangata negli USA

Considerando i consumi dichiarati dalle Case automobilistiche che si scontrano con quelli reali che noi consumatori conosciamo bene, ecco che  scivolo come al solito nell’Utopia; ho accarezzato l’idea che quanto succede negli USA sia replicabile anche in Italia e considerando la differenza dei consumi che ho riscontrato per la Smart e quanto costa la benzina da noi… 😉

Faccio due conti… percorro 16.000 km./anno con la Smart il che, con i consumi dichiarati in Europa, equivale a 784 litri di benzina; ma con i consumi dichiarati negli Usa il consumo cambierebbe in un realistico 1040 litri il che equivale, in soldoni, ad una differenza di 460 € all’anno (ipotizzando la benzina ad € 1,80). Quindi la Smart dovrebbe risarcirmi di qualche migliaio di € …

Se non fosse che negli Usa gli automobilisti sono più tutelati, visto che il percorso di omologazioneda poco modificato dall’Epa, è più realistico e per di più non favorisce soluzioni semplicistiche, quelle che riescono a ridurre notevolmente i consumi dichiarati, ma non possono ridurre quelli reali rilevati dagli automobilisti.

Ad esempio: 

Smart fortwo – Europa: 4,9 l/100 km – Usa: 6,5 l/100 km

Volkswagen Passat CC 2.0 TSI – Europa 7,9 l/100 km – Usa 9,4 l/100 km

Bentley Continental GT – Europa 16,6 l/100 km – Usa 18,1 l/100 km

ecco cosa leggo su SicurAuto:

I clienti che hanno preferito i modelli Kia e Hyundai per la loro economia di esercizio, però, si sono sentiti fregati dalle promettenti percorrenze per litro decantate e gonfiate dagli adesivi apposti alle auto in mostra nei saloni. La normativa vigente, infatti, prevede che le auto in vendita nelle concessionarie mostrino con evidenti stickers i consumi dichiarati del veicolo.

Peccato però che oltre 1,3 milioni di automobilisti tra Stati Uniti e Canada si è accorto che la percorrenza garantita dai dati tecnici era più bassa di quella che realmente riuscivano a coprire i modelli Hyundai (Accent, Elantra, Elantra Coupe’, Elantra GT, Veloster, Tucson, Santa Fe, Genesis e Sonata Hybrid) e Kia (Rio, Soul, Soul Eco, Sportage, Sorento e Optima HEV) e così dopo i controlli ufficiali da parte dell’EPA è scattato il risarcimento….

Kia e Hyundai risarciranno i clienti americani che hanno acquistato un’auto nuova negli ultimi tre anni, ma la toppa che i dirigenti stanno cercando di cucire per porre rimedio ai consumi falsati e pubblicizzati nelle concessionarie di Canada e Stati Uniti, non esclude eventuali sanzioni da parte del Governo americano e ulteriori perdite per possibili procedimenti penali.

Un commento su “Kia e Hyundai truccavano i consumi: maxi stangata negli USA

  1. Pingback: Ritorno sui consumi (reali) delle auto « Paoblog

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 novembre 2012 da in Consumatori & Utenti con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: