Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La bolletta Eni (Gas) questa sconosciuta

Marzo 2014: Dopo l’offerta scaturita dal Gruppo di Acquisto di Altroconsumo sono riuscito a cambiare gestore, tra l’altro con un vantaggio economico, approdando ad Alma Energy ed ora mi ritrovo a pagare bollette mensili, che arrivano puntualmente (via web) e dove si riene conto dell’autolettura. Pagando anche un prezzo migliore 😉

Va da sè che non essendo più cliente Eni non ho la possibilità di aggiornare i post sui quali è sempre possibile commentare; farò da moderatore, nel caso, e quando possibile orienterò il lettore in difficoltà con qualche consiglio (senza impegno).

Autore: Pietro Vanessi  unavignettadipv.it

Autore: Pietro Vanessi
unavignettadipv.it

 

Per anni ho atteso che il mercato diventasse libero e mi permettesse di scegliere in libertà gli operatori telefonici così come i fornitori di energia. Ed invece la fregatura era dietro l’angolo, come sempre, vien da dire.

Il passaggio della linea fissa aziendale da Telecom a Vodafone è stato un autogol.

Per la luce, a casa, è andata un pò meglio, visto che ho aderito ad un’offerta del mio precedente gestore (Enel) per un contratto di due anni a prezzo bloccato e non mi posso lamentare.

Si sa, una volta firmato un contratto, dietro l’angolo scopri un’offerta migliore, ma non è neanche possibile fare come quell’ascoltatrice di Radio DJ che fa la spesa correndo da un supermercato all’altro in cerca dell’offerta migliore. Spunta il prezzo migliore e fa 40 km. al giorno per fare la spesa. Chiamalo affare… 😉

Diverso il discorso per il Gas. In questo caso sono passato all’Eni che offriva un contratto biennale ad un prezzo bloccato decisamente migliore rispetto a quello dell’Enel, ma ecco che mi sono scontrato, una volta di più, con una società che non è in grado di gestire i rapporti con i clienti.

Abbiamo aderito il 21 luglio 2008, il contratto è stato attivato in ottobre e…

….la prima bolletta è sta emessa il 14 luglio 2009, per il periodo  di riferimento: 02/10/2008 – 14/07/2009, con scadenza al 2 settembre 2009: Importo di € 1052

Notare che avevo aderito all’Opzione Consumo piatto*, proprio per evitare bollette troppo elevate. E meno male…

(* Con il servizio Consumo Piatto, i tuoi consumi annui di gas e/o di energia elettrica vengono ripartiti uniformemente in ogni bolletta, eliminando i “picchi” di spesa dovuti ai maggiori consumi in alcuni periodi dell’anno.)

Dopo soli 7 giorni un’altra bolletta, scadenza 9 settembre, per € 21 e poi la successiva bolletta dopo due mesi, a fine novembre, per € 225. Confido nel fatto che si siano rimessi in carreggiata e che quanto scritto sulla lettera di scuse allegata alla prima fattura, circa i problemi di fatturazione, sia stato messo in pratica.

Infatti la bolletta successiva di € 255 arriva dopo 4 mesi! Ma non era fatturazione bimestrale?  Ed ancora una volta, nello stesso mese di marzo, un’altra bolletta di € 98.

Mi stupiscono nuovamente, inviando la successiva bolletta dopo due mesi (Allelluia!!) per € 495,96. Chiamalo Consumo piatto, però…ho ricevuto 6 fatture in 18 mesi, con importi compresi tra i 20 ed i 1052 €.

A questo punto scelgo l’opzione normale, ti saluto Consumo piatto, tanto vale affrontare le spese così come vengono, tanto non mantenete ciò che dite.

Ma ora si tocca il fondo. Siamo al 4 gennaio 2011. L’ultima fattura l’ho pagata al 28 maggio 2010 ovvero 8 mesi fa! A prescidere dal fatto che arriverà l’ennesima botta economica, vien anche da chiedersi come sarebbe possibile, nel caso, contestare i consumi addebitati, con una bolletta che non è Bimestrale, ma ultrasemestrale.

Bene è il caso di protestare. Fedele al motto che recita Verba volant…preferisco inviare una mail, anche se anche in questo caso Vodafone insegna che è tempo perso.

Sul sito web dell’Eni alla voce contatti leggo: SCRIVICI Per effettuare le tue richieste on line.

Clicco sull’icona che raffigura la busta e: Registrati con il tuo Codice Cliente, entra in SERVIZI ONLINE e clicca su RICHIESTE.

Un momento, in questo momento sono già nella mia Area personale, non fai prima a far apparire un modulo e/o l’indirizzo mail per comunicare con te?

A quanto pare no, per cui comincio a cercare Richieste, peccato che sulla videata non appare. Fino a che, clicca qui e clicca là, eccomi arrivare a Variazioni contrattuali, che non mi interessano, non devo Variare, ma Comunicare…. Bè solo qui si trova la parola Richieste, anche se sono poi vincolate appunto ad eventuali modifiche al contratto.

Aiuto! Io voglio comunicare con voi in forma scritta… Mi rassegno e chiamo il numero verde…

Ho appena parlato con l’Operatrice del numero verde 800 900 700 che ha verificato ed ha inviato un sollecito per l’emisione della fattura; mi ha chiesto di richiamare tra 20 giorni per verificare se la fattura sia stata emessa o meno.

Ovviamente le ho fatto notare che non vorrei ricevere un’altra volta una fattura da 1000 € e mi ha detto che nel caso posso richiedere la rateizzazione senza interessi, visto che la colpa è loro.

Resta il fatto che è inaccettabile che una società come l’Eni non sia in grado di gestire la fatturazione in tempi certi.

°°°

Aggiornamento del 21.02.2011

Ad oggi nessuna fattura è stata emessa. Ho provato a contattare il numero verde, ma le linee sono intasate, per cui ti chiedono di digitare il tuo numero di telefono in modo che ti richiamino, peccato però che per due volte consecutive sia successo che il sistema non registra il numero completo, perdendone sempre un pezzo. Per cui è impossibile chiamare ed essere richiamati.

L’altra sera a Striscia l’ennesima presa per i fondelli. Una cliente ha ricevuto una bolletta astronomica, non è riuscita a far valere le sue ragioni, ha ricevuto i solleciti di una società di recupero crediti e solo quando è arrivata Striscia ecco che d’incanto il responsabile afferma che il problema è stato risolto. Ma possiamo rivolgerci tutti a Striscia per val valere i nostri diritti?

Notevole la presa in giro del responsabile dell’azienda che ad un certo punto afferma: ricordo ai consumatori che per ovviare a qualsiasi problema è sufficiente fare l’autolettura dei consumi, richiede un paio di minuti.

A prescidendere che nonostante l’autolettura a me  (ed anche a mia madre) le bollette non arrivano, c’è anche da dire che sono parecchi giorni che cerco di farla via web ed il servizio è sempre Fuori servizio

Falla al numero verde, direte voi. Si ma allora si parla di parecchi minuti, visto che è necessario sorbirsi la solita tiritera del premi questo e premi quello

P.S. Nel servizio video si parla di una società, ma senza fare nome & cognome (e mi chiedo perchè), tuttavia si nota che sul sollecito è scritto ENI.

Quindi a qualcuno non inviano le fatture, ad altri le gonfiano? Fare le cose come si deve, no?

Io mi sono rivolto ad Altroconsumo, un avvocato ha già la pratica aperta dopo la mia segnalazione del fatto, inviata il mese scorso. Per ora mi hanno consigliato di inviare una raccomandata richiedendo l’emissione IMMEDIATA delle bollette e relativi documenti contabili, di anticiparla anche via fax e poi si vedrà.

Notevole però che un Cliente debba rivolgersi ad un legale per riuscire a pagare delle fatture mai emesse.

Sarebbe poi divertente se le stesse fossero sbagliate; immaginate un pò se arrivassero 5 o 6 bollette gonfiate a dismisura come alla consumatrice che si è rivolta a Striscia…

** > Ho creato una sottocategoria, collegata ad Utenze e che raggruppa i post specifici sulla mia esperienza su Eni.

Potrà interessarti sapere che: Ai consumatori non possono essere richieste somme relative a periodi antecedenti ai 5 anni dalla data di emissione della fattura. Se la fattura contiene un importo oramai prescritto, è opportuno sospendere il pagamento della fattura limitatamente agli importi prescritti e fare un reclamo scritto con una raccomandata a/r. (Fonte)

 

41 commenti su “La bolletta Eni (Gas) questa sconosciuta

  1. paoblog
    22 ottobre 2014

    Eni dovrà risarcire con un indennizzo di 25 euro a testa oltre 100 mila clienti che hanno subito disservizi sia nell’ambito della “tutela” gas che del mercato libero.

    Lo ha stabilito l’Autorità per l’energia dopo che la società ha subito un procedimento sanzionatorio per violazione della regolazione sulla periodicità di fatturazione (oltre 79mila casi) e ritardi nell’invio della bolletta di chiusura per cambio di fornitore (27mila casi).

    Il risarcimento riguarda tutti quei clienti che al 31 ottobre 2013 (data di avvio dell’istruttoria) erano interessati ai disservizi, ancora presenti al 31 dicembre 2013.

    La società, si è inoltre impegnata a garantire la dilazione automatica e la rateizzazione senza interessi delle somme fatturate, ad aderire per due anni al “Servizio conciliazione clienti energia” dell’Autorità e a promuovere iniziative per incentivare l’autolettura del contatore.

    Inoltre verserà un indennizzo di 10 euro a tutti i clienti in regime di tutela del gas che successivamente al 1 novembre 2013 hanno subito o subiranno un ritardo di fatturazione non ancora cessato al 31 dicembre 2014.

  2. Pingback: Eni si conferma l’Ente Naz. Incapaci, ma finalmente vi ho “mollati”… | Paoblog

  3. Pingback: Luce e gas, il mercato libero si è mangiato il risparmio | Paoblog

  4. Pingback: Contratti Luce & Gas: occhio ai “furbetti”… | Paoblog

  5. Pingback: Bip: Tre Italia riconosce fino a 100 € di credito residuo | Paoblog

  6. Paoblog
    3 dicembre 2013

    A proposito di prezzi del gas, avendo appena ricevuto la fattura da Eni (emessa con quasi 2 mesi di ritardo) vedo che il prezzo fino al 31 luglio è stato di € 0,315/Smc ed ora è passato ad € 0,371/Smc.

    Solo il 18% in più…

    Per contro il nuovo fornitore (Alma Trading Energy), che sarà operativo verso fine anno, max inizi 2014, ha un prezzo di € 0,295 bloccato per 12 mesi.

    Se interessa: http://www.almaenergia.com/index.php/diventa-ns-cliente/extensions

  7. Paoblog
    28 novembre 2013

    Con la DELIBERAZIONE 31 OTTOBRE 2013 477/2013/S/COM,l’AEEG, ha avviato un procedimento sanzionatorio contro ENI.

    Dall’istruttoria è emerso che nel periodo compreso tra il 1° aprile 2011 e il 1° gennaio 2013 n. 82.959 clienti del settore elettrico, del settore del gas naturale e dual fuel che hanno cambiato fornitore non hanno ricevuto la fattura di chiusura.

    La colpa, la società risulta aver fatto ostruzionismo allo switching per n. 82.959 clienti di Eni, che passati ad altro fornitore tra il 1° aprile 2011 e il 1° gennaio 2013, non avevano ricevuto la fattura di chiusura e che, per quei clienti per i quali non sia stata ancora emessa la fattura di chiusura, perdura la lesione del diritto a ricevere il conguaglio definitivo entro sei settimane dal cambiamento del fornitore.

    Dai Dati Aeeg la condotta di Eni quindi, non consentendo al cliente di cambiare facilmente venditore e nella specie non consentendo al cliente di chiudere definitivamente il proprio rapporto con la società di vendita uscente nei tempi previsti, crea un potenziale ostacolo alla concorrenza, se non altro diffondendo tra i consumatori sfiducia nella possibilità di cambiare facilmente fornitore, chiudendo definitivamente il rapporto con il precedente, e nel buon funzionamento del mercato;

    • ciò è tanto più grave in considerazione del fatto che la condotta è posta in essere dall’operatore incumbent nel mercato della vendita del gas ai clienti finali, nonché da uno dei principali operatori del mercato della vendita di energia elettrica ai clienti finali.

    Lo Sportello per il consumatore ha ricevuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2012 e il 30 giugno 2013 numerosi reclami in materia di fatturazione da parte di clienti finali di Eni S.p.A. (di seguito: Eni), e ciò sia nel settore gas (nell’ambito del quale Eni serve clienti sia in regime di tutela che a condizioni di libero mercato) che nel settore elettrico (nell’ambito del quale Eni serve clienti a condizioni di mercato libero);

    • nella specie, dall’analisi dei dati trasmessi dallo Sportello per il consumatore all’Autorità ai sensi ai sensi dell’articolo 7 della deliberazione 548/2012/E/com risulta che almeno nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2012 e il 30 settembre 2013:

    – la mancata fatturazione da parte di Eni ai suoi clienti ha costituito oggetto di n. 1.785 reclami con riferimento alle forniture di gas e di n. 1.305 reclami con riferimento alle forniture di energia elettrica e dual fuel, complessivi dei reclami ricevuti dallo Sportello per il consumatore nei confronti di ENI;

    – in un campione di n. 748 reclami pervenuti tra il 1° luglio 2012 e il 30 settembre 2013 ed aventi ad oggetto il mancato rispetto della periodicità di fatturazione, n. 740 sono risultati fondati;

    – l’andamento del numero medio di reclami, attinenti alla periodicità della fatturazione, è stato crescente, registrandosi un numero di reclami per ciascun trimestre con riferimento al settore elettrico e dual fuel pari a 97 nel 2011, a 177 nel 2012 e 191 nel 2013 e con riferimento al settore gas pari a 122 nel 2011, a 215 nel 2012 e a 303 nel 2013.

    Fonte: http://www.industriaenergia.iit

  8. Paoblog
    29 ottobre 2013

    Oggi a Mi Manda Rai 3 si parlava di bollette Eni gas ed in studio anche una lettrice del Blog ovvero Anna “la determinata”.

    Guarda la puntata: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a2582f46-f96d-43eb-a561-78abdd9eefac.html

    Eni si è presentata e colpo di scena ecco che da subito attestano lo storno di 4 bollette esagerate.

    Ma se il povero consumatore non fosse andato in tv?

    In ogni caso avendo aderito all’offerta di Altroconsumo (Gruppo acquisto energia) sto finalmente mollando Eni, guadagnandoci pure qualcosa… ne riparleremo più avanti.

  9. Paoblog
    23 ottobre 2013

    Avviso per tutti gli utenti di Eni gas con problemi.

    Una giornalista che conosco di Rai 3 mi ha chiesto la vs. disponibità per un contatto in merito ad un’inchiesta in corso.

    Chi fosse disponibile è pregato di autorizzarmi (via mail oppure scrivendo qui) a girare l’indirizzo mail.

    Grazie

  10. Paoblog
    30 agosto 2013

    Cercasi utenti con problematiche legate ai contatori elettronici, meglio se A2A ed Acea

    Serve collaborazione, che se non ci aiutiamo fra di noi…

    Ho appena parlato con una giornalista di MI manda Rai 3 che cerca lettori che possano raccontare la loro esperienza (negativa) con questi contatori elettronici.

    Chi fosse interessato è pregato di inviarmi una mail (Vedi la pagina dei Contatti), indicando i suoi recapiti (mail e/o telefono) ed ovviamente autorizzandomi a comunicarli alla giornalista in questione.

    Garantisco ovviamente che i dati non saranno forniti ad altri, senza richiedere un nuovo consenso.

    P.S. Tenete presente che già lo scorso anno un lettore del Blog è finito in trasmissione.

  11. Emilio
    27 giugno 2013

    È un anno e mezzo che nn ricevo bollette da questi signori .ho mandato fax , chiamato num. Verde , entrato negli inutili energy store ad oggi nulla mi dicono che c’è un blocco informatico di fatturazione sul mio numero cliente!! Nn so più che fare

    • paoblog
      27 giugno 2013

      quella del blocco informatico è storia vecchia alla quale non crede più nessuno… e come detto il Servizio Clienti non serve a nulla, s enon a complicare ulteriormente le cose…

      nopn so quali post abbia letto e quali passi abbia già fatto, comunque sia la trafila da seguire è quella già speiagata nei post e che in ogni caso riassumo in pochi concetti fondamentali:

      1 – inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno, da inviare poi anche al fax verde (800 91 99 63 ) in modo da velocizzare le cose

      2 – in seconda battuta inviare la raccomandata, eventuali documentazioni aggiuntive e la cronologia degli eventi allo Sportello per l’energia: reclami.sportello@acquirenteunico.it

      (Oltre a quelli già citati, includo gli altri modi per contattare lo Sportello: Da cellulare 199 419 654 – Fax reclami 800 185 025 – Fax informazioni 800 185 024 – Email per informazioni info.sportello@acquirenteunico.it)

      3 – a supporto di quanto sopra, suggerisco in ogni caso di chiamare poi il numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offre ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.Ma anche sui bonus a sostegno delle persone più deboli e dei malati che utilizzano apparecchiature salva-vita.

      4 – Usare le telefonate al call center solo per verificare che abbiamo recepito le comunicazioni, tanto lì la mano destra non sa cosa fa la sinistra…

      5 – E’ poi possibile usufruire della promozione di Altroconsumo (consulenza giuridica) > http://www.altroconsumo.it/reclamare

      e/o rivolgersi alla Casa del consumatore: http://www.casadelconsumatore.it/sedi

      oppure all’Unione Consumatori: http://www.consumatori.it/index.php?option=com_content&task=view&id=411&Itemid=218

  12. Pingback: Coop Adriatica e Hera Energia, accordo contro la crisi « Paoblog

  13. Pingback: Chiude il contratto con Enel, riceve il conguaglio, ma dopo 3 anni…. « Paoblog

  14. Pingback: Carte You & Eni: un bis interessante « Paoblog

  15. Paoblog
    3 dicembre 2012

    Un numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offrirà ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.

    Ma anche sui bonus a sostegno delle persone più deboli e dei malati che utilizzano apparecchiature salva-vita.

    E’ partita la nuova campagna informativa dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas:

    L’iniziativa – promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dello Sviluppo economico e realizzata dall’Autorità energia – prevede la messa in onda su radio e tv delle reti Rai di alcuni spot informativi.

  16. Pingback: Eni gas: a che serve l’autolettura? A niente, ovviamente… « Paoblog

  17. Paoblog
    26 settembre 2012

    Ogni tanto qualche lettore particolarmente “arrabbiato” scrive qualcosa del tipo: Ed io non li pago”

    A prescidere che dobbiamo lottare contro le magagne di Eni senza prestare il fianco ad ulteriori problemi, leggete questo post:

    https://paoblog.net/2012/09/26/utenze-30/

  18. Pingback: Eni e le bollette: tanti buoni propositi, ma poi…? « Paoblog

  19. Paoblog
    9 luglio 2012

    Per completezza di informazione devo dire che dopo l’ennesimo pasticcio dello scorso anno con la sovrafatturazione, negli ultimi mesi le bollette sono emesse con regolarità.

    E sono persino giuste 😉

  20. roberto
    13 giugno 2012

    la pratica di non emettere le fatture nelle tempiste dovute, consente ad eni di addebitare per i consumi vecchi le trariffe nuove (quelle autorizzate dall’autority).

    E’ una prassi diffusa e chi vi scrive ha rifatto tutti i conteggi e scoperto che nel 2009 hanno stornato anni di consumi per riaddebitarli con le tariffe maggiorate…. ed oggi perseverano con quest’atteggiamento.

    Ho avviato una causa legale per la scorretta pratica di Eni, riservandomi oltre alla ripetizione dell’indebito anche la richiesta danni documentabile nel tempo perso a dover rifare tutti i loro assurdi conteggi.

    Suggerisco a tutti di tenere segnato mensilmente il consumo reale di gas, in quanto bene va fatturato al momento della cessione o del periodo di riferimento della cessione e non come C…O vogliono loro!

    Inoltre attenzione perchè con l’aumento dell’iva…. se fatturano così vi faranno pagare il 2% in più su beni acquistati con aliquota inferiore!

  21. Simone Caputo
    5 aprile 2012

    Anche a me non arrivano da più di un anno le bollette di ENI gas.
    Lettere e fax di richiesta si sono rivelati inutili
    Come possiamo verificare la correttezza una volta che arriveranno?
    Coalizziamoci contro ENI!

  22. Pingback: Non solo Eni sul mercato; esistono anche gestori più seri… « Paoblog

  23. Pingback: Incredibile, Eni mi ha pagato una penale… « Paoblog

  24. Pingback: Finalmente una bolletta Eni Gas “fatta come si deve” « Paoblog

  25. andrea
    21 ottobre 2011

    Vivo una situazione simile con ENI “luce”, ma maggio 2010 non ricevo fatture.
    Ho scritto ad Eni e allo Sportello per il consumatore di energia:
    http://www.autorita.energia.it/it/consumatori/schede/reclami.htm.

    Di fronte alla loro palese incapacità ad emettere fatture, ho segnalato formalmente che non ricevo fatture e ho richiesto che quando riusciranno a sbloccare i loro applicativi il “fatturone” dovrà essere dilazionato in tante rate bimestrale quanti sono i bimestri di ritardo e senza interessi passivi.

    Ad oggi non ho ricevuto risposte da Eni; lo Sportello ha aperto una pratica per la mia segnalazione e mi ha chiesto di tenerli aggiornati sugli sviluppi.

    Per quanto possibile farò altrettanto qui.

    • paoblog
      21 ottobre 2011

      Per quanto riguarda il fatturone saranno obbligati a dilazionare senza interessi.

      A questo proposito, visto che la loro incapacità gestionale è totale, suggerisco di leggere anche questi post….

      Se Eni non ti manda le bollette, sappi che…

      Eni gas – la rateizzazione

      Fatture Eni: anche se arrivano non te le fanno vedere

      Multa salata per Eni che continua a non capire

      Eni sempre peggio – la sovrafatturazione

      • andrea
        21 ottobre 2011

        grazie.

      • andrea
        14 dicembre 2011

        Ieri ricevo un sms che mi avverte che la fattura è disponibile online sul sito EniFamiglia: corro a vedere!

        Alla fattura allegano lettera di scusa dove spiegano che hanno avuto problemi, che se voglio posso rateizzare e bla bla bla..

        La fattura recita: periodo dal 01.gen.2010 – 17.nov.2011
        Importo: 119€

        Posso solo che consigliare Eni a tutti: diciamo grosso modo 5€ al mese !!!

      • paoblog
        14 dicembre 2011

        Bolletta alla mano, per quanto riguarda il Gas, vedo che il solo costo fisso di “riconsegna” è pari ad € 3,068/mese + Iva al 21%. poi c’è un altro diritto fisso di 2,38 + Iva 10% se ben ricordo…

        Nel caso si parli di luce, sono andato a vedere una bolletta di mio padre e per quanto riguarda il costo fisso mensile. è pari ad € 2,38 + Iva al 21%. ai quali aggiungere € 2,50 + Iva al 10% per “commercializzazione vendita”.

        Senza offesa, ma vorrei proprio vedere questa bolletta da 5 € al mese …

  26. Pingback: Fatture Eni, anche se “arrivano” non le puoi vedere… « Paoblog

  27. roberto
    13 luglio 2011

    …mi hanno chiamato questa sera, aspetto i fogli che mi manderanno a casa e poi letto tutto l’articolo rimango in Enel, mi sa che è meglio…

  28. Pingback: Eni gas “fa acqua” da tutte le parti… « Paoblog

  29. Pingback: Aumentano le bollette di luce e gas: 37 euro in più all’anno « Paoblog

  30. Pingback: Se Eni non ti manda le bollette, sappi che… « Paoblog

  31. nadia melilli
    4 marzo 2011

    Dal febbraio del 2010 ho sottoscritto un contratto con ENI gas-luce e da tale data non ho ricevuto più bollette. Dopo aver sollecitato decine di volte, mi rispondono che la pratica è aperta ma ferma per motivi tecnici. Che cosa deve fare un cittadino per essere in regola e difendersi da questa jungla di inesperti ed improvvisatori. Sono molto arrabiata scusate lo sfogo. Ciao a tutti e buon ENI a tutti-

    • paoblog
      4 marzo 2011

      L’intera vicenda resta una follia…

      Ieri è arrivata la ricevuta di ritorno della raccomandata. Anche se ho già inviato copia a mezzo fax, aspetto qualche giorno e poi sarò costretto a rivolgermi nuovamente ad Altroconsumo e ritengo che l’unica via percorribile sia quello delle vie legali, in modo da tutelarmi da questo comportamente commercialmente scorretoo, soprattutto alla luce delle bollette gonfiate che ricevono altri.

      Sarebbe il colmo, dopo un anno senza addebiti, ricevere una fattura con importi folli…

  32. andrea
    27 gennaio 2011

    ciao anch’io vorrei aderire all’offerta luce e gas eni free,
    prima però mi sono consultato con un conciliatore mdc di avellino e mi è stato detto che varia a caso a caso ,e che è di buona norma fare l’autolettura ecco per il disguido

    • paoblog
      27 gennaio 2011

      L’autolettura per il gas già la faccio. Ma le bollette non te le mandano lo stesso, se non quando pare a loro.

      Dei vantaggi commerciali o meno, non discuto, devo dire però che quando ero con Enel ho sempre ricevuto le bollette bimestrali, senza ritardi.

  33. Pingback: Cogeser, sconto sul gas poco chiaro « Paoblog

  34. ida
    4 gennaio 2011

    A me è successa una cosa simile (nel senso di bollette esorbitanti) con enel-energia. In soli 8 mesi ho pagato quello che pagavo con enel in un anno e mezzo…..morale della favola sono tornata ad enel.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: