Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

E sulla bolletta Eni gas arriva la penale per mancata fatturazione…

Marzo 2014: Dopo l’offerta scaturita dal Gruppo di Acquisto di Altroconsumo sono riuscito a cambiare gestore, tra l’altro con un vantaggio economico, approdando ad Alma Energy ed ora mi ritrovo a pagare bollette mensili, che arrivano puntualmente (via web) e dove si riene conto dell’autolettura. Pagando anche un prezzo migliore 😉

Va da sè che non essendo più cliente Eni non ho la possibilità di aggiornare i post sui quali è sempre possibile commentare; farò da moderatore, nel caso, e quando possibile orienterò il lettore in difficoltà con qualche consiglio (senza impegno).

Autore: Pietro Vanessi  unavignettadipv.it

Autore: Pietro Vanessi
unavignettadipv.it

Oggi è arrivata la bolletta Eni gas e, SORPRESA, l’importo è in negativo, con la nota che mi segnalava che potevo andare a scalare l’importo sulla prossima bolletta oppure richiedere il bonifico bancario del dovuto.

Vi dico subito che visto l’iter lungo e complicato per avere la rateizzazione dovuta, preferisco scalare dalla prossima bolletta.

Inizialmente avevo pensato che si trattasse di un conguaglio a mio favore, soprattutto considerando che, a prescindere dalla sovrafatturazione nella quale sono incappato tempo fa, c’è anche da dire che l’ultima lettura reale è del 9 dicembre 2011, ragion per cui è da 9 mesi che si va avanti a letture stimate ed autoletture (che sono inutili, vista la sovrafatturazione).

Controllando nel dettaglio, però, ho scoperto che si tratta di -240 € indicati come Oneri diversi (11) – Voce indenn. periodo Fatt..

Ovvero, come spiegano successivamente si tratta dei corrispetivi relativi ad interessi di mora, diritti fissi, ecc.:

In sintesi, cari compagni di sventura, sarà una battaglia lunga, ma ce la possiamo fare. 🙂

Potrà interessarti sapere che: Ai consumatori non possono essere richieste somme relative a periodi antecedenti ai 5 anni dalla data di emissione della fattura. Se la fattura contiene un importo oramai prescritto, è opportuno sospendere il pagamento della fattura limitatamente agli importi prescritti e fare un reclamo scritto con una raccomandata a/r. (Fonte)

26 commenti su “E sulla bolletta Eni gas arriva la penale per mancata fatturazione…

  1. Nicola
    10 giugno 2016

    Salve , ieri dopo mesi che non ricevevo fatture , mi arrivano due fatture per un importo di circa 430€ di 4 mesi, due fatture per un monolocale di 42 metri quadrati , chiamo ENI per avere delle spiegazioni e chiedere delle dilazioni per evitare distacchi, sorpresona mi dicono che ho un insoluto pari a 1000€ .

    Ho chiesto spiegazioni nulla mi è solo stato detto che non possono dilazionare e che devo pagare altrimenti tra qualche giorno saro senza corrente.
    Nella molto professionale ho sentito il c mio camico e avvocato di un partito politico che mi ha detto di inviare la richiesta dilazione ad ENI via fax per evitare di parlare con qualche tizio X e andare direttamente agli uffici preposti.

    Nel caso in cui mi neghino la dilazione di lasciar staccare la corrente e di procedere ad una richiesta di risarcimento e per danno creativa causa delle mancate comunicazioni di avviso di scadenza delle bollette ma da prima la mancata ricezione delle stesse … Anche se si dice che loro si attaccheranno a colpe terze…

    Una persona mi ha detto che lui ha enel a casa e edison in negozioce questi inviano al suo recapito SMS con le date di scadenza relative al petiodoce eventuali soluzioni di merito del fornitore, distacchi , arretrati ecc ecc cosa che ENI non fa.

    Allora giuntica sto punto il mio avvocato lato chiamerà ENI e citerà quanto deve informando che se non procedono con la dilazione enla verifica del contatore sara da parte su obbligato a procedere con le comunicazioni di rito e la segnalazione all’autority che già conosce i moti casi di sovrapprezzo , non comunicazione delle fatture ecc ecc.

    Io ora voglio capire se ci vogliono 60 GG per cambiare fornitore mi trovo costretto a pagare 1000€, di una camera un bagno e una piccola cucina per il periodo dicembre 2015 maggio 2016 tutto questo e nato grazie al fatto chen a dicembre ho cambiato banca e non ho eseguito la variazione, per fortuna dico io altrimenti mi avrebbero fottuto per bene…ora cosa posso fare? ENI dice che devo pagare…

    Col cavolo che pago , mio cugino paga 320€ al mese di un negozio di 180 mq e lasci alcune luci accese sempre ,h24,7/7 .

    Ora cercherò anche il contratto stipulato con eni perche se non sbagliano mi garantivano una spesa inferiore a quella che avevo prima con il precedente fornitore . il mio avv dice che se loro cm i garantivano quello gli rompe il c.

    Spero di risolvere e mi scusò per gli errori ma sono molto furioso. Buona serata a tutrice grazie per i post molto utili.

    • paoblog
      10 giugno 2016

      Alcuni errori li ho corretti in quanto rendevano difficile una lettura scorrevole e colgo l’occasione per rammentare, in senso generale, di non scrivere mai sotto l’impeto della rabbia, perchè può capitare (non è questo il caso) di scrivere cose in spazi pubblici con il rischio di trovarsi dalla parte del torto.

      Detto questo, strano che l’avvocato abbia consigliato di inviare un fax, del quale si avrebbe prova dell’invio, ma non della ricezione. Inviare sempre una raccomandata con ricevuta di ritorno.

      Per le promesse di Eni, valgono quelle di molti operatori scorretti… quando decisi di passare ad Eni effettivamente avevo in mano un’offeta migliorativa, dal punto di vista economico, purtroppo le magangne sono quelle commerciali ovvero la fatturazione …

  2. salvatore
    2 agosto 2014

    Ciao anche per me disastro totale, da febbraio 2013 ad oggi niente. Ho sollecitato più volte fino a che il 30/7 scorso mi hanno depotenziato il contatore al 15%. Sapete cosa ho scoperto?? hanno sbagliato completamente il paese di fornitura motivo per cui non ho ricevuto niente…Peccato che nessuno si dia una mossa per ripristinare la fornitura. E’ come andare contro un muo di gomma.

  3. Pingback: Se Eni non ti manda la bolletta (di conguaglio) non aspettare… | Paoblog

  4. paola
    31 maggio 2014

    Salve a tutti,

    sono passata da Enel ad Eni per la pubblicità invitante dei mass-media pensando di avere un beneficio ma ho avuto grossi problemi.

    Non mi sono mai pervenute le fatture nè nella casella di posta e nè al mio domicilio.

    Improvvisamente l’eni ha fatto un conguaglio ed ha prelevato dal mio conto corrente la somma di circa euro 1300,00 !!( perchè per mia sfortuna avevo la domiciliazione bancaria).
    Ho telefonato tante volte chiedendo un controllo del contatore, e la revisione delle fatture. Ho inviato tanti fax con scarso risultato

    Successivamente, mi arriva anche un conguaglio del gas, altri 700,00 euro. Poi avevo una casetta vacanze e li’ pure mi hanno fatturato grossi importi ogni ciclo senza che sia stata consumata l’energia elettrica.(Anche questi soldi prelevati dal conto…) perchè com’è risaputo in una casa vacanza si va un mese l’anno al massimo.

    Insomma sono delusa ed amareggiata dal comportamento di questa azienda!

    Ora mi rivolgerò all’associazione dei consumatori e farò quello che la legge mi consente.

    Paola

    • paoblog
      31 maggio 2014

      Le fatture Eni non le invia per mail, ma manda un avviso con link e poi bisogna andare a scaricarle direttamente; con tutte le magagne che hanno e che toccano praticamente tutti gli aspetti contrattuali, devo dire che per quanto mi riguarda le fatture (con i loro tempi, ovviamente) le ho sempre avute prima dell’addebito in bacna, tanto è vero che sono sempre riuscito a bloccare il pagamento di quelle contestate.

      Sicuramente è necessario attivarsi per il rispetto delle norme contrattuali sulla fatturazione e consiglio di chiedere all’autorità in merito alle penali automatiche sulle bollette non emesse che cerco non ripafgheranno per i disegi subiti, ma a me ha fatto piacere sfilare 270 € ad Eni… 😉

  5. Barbara
    28 luglio 2013

    Ti aggiorno sulla vicenda ENI… oggi ho ricevuto la loro risposta alla mia raccomandata di alcuni giorni fa.

    In sostanza mi dicono che, in primo luogo non sono loro i responsabili della mancata periodicità perché non sono loro ad effettuare le letture ma il distributore elettrico di competenza territoriale; detto in due parole, sostengono che il mancato rispetto di periodicità non dipende da loro.

    In secondo luogo sostengono che l’indennizzo per errata periodicità (come la chiamano loro) è previsto per i saldi di fatturazione antecedenti il 2011 riguardanti i clienti che hanno stipulato contratto di fornitura gas sul mercato libero, pertanto il mio caso non rientra nella previsione della delibera citata.

    A parte il fatto che la bolletta di 2.600 euro ricevuta dopo due anni riguarda il servizio elettrico, vorrei capire una cosa: dopo il 2011 la mancata periodicità non è indennizzabile e chi ne subisce danno si “attacca”???

    Se pensano di chiederla qui si sbagliano di grosso. Loro non vogliono riconoscermi indennizzi perché solo per le bollette si andrebbe a 440 euro…

    Ora scrivo nuovamente all’autorità e successivamente sentirò anche un avvocato.

  6. adele
    17 luglio 2013

    Io a dire il vero oggi ho potuto, mio malgrado, appurare che l’indennizzo per mancata fatturazione è stato sospeso, volevo esigerlo per un cliente che non riceve fatturazione di Eni gas e luce da 3 anni (!!!) e la tizia del costumer care mi ha detto che non è più esigibile in quanto sospeso. Ho appena contattato L’autorità per l’energia che purtroppo mi ha confermato l’infausta notizia…
    Quindi a questo punto gli utenti devono solo subire?!?!?

    • paoblog
      17 luglio 2013

      Quando a suo tempo avevo chiesto al Call Center lumi sulla penale, neanche sapevano che esistesse; successivamente nella lettera dell’Autorità era stato scritto che era stato sospeso in una certa data, eppure dopo parecchi mesi ho ricevuto i 240 €.

      Ora, se la sospensione sia temporanea e sarà successivamente riattivata o meno, non lo so, tuttavia suggerisco di “stare sul pezzo” ovvero di aggiornare le proprie informazzioni nel tempo. Che poi, se son rose fioriranno… 😉

      In ogni caso la risposta alla domanda è SI visto che il problema delle fatture non emesse è ormai pluriennale e non c’è soluzione e meno che mai sufficiente tutela verso noi consumatori.

      Come scrivevo stamane ad una lettrice, siamo “polli” con il beneplacito delle Autorità ovvero chi non è in grado di operare sul merceto nel rispetto dei contratti, delle norme, dei diritti del consumatore, dovrebbe essere espulso dal mercato stesso, da parte degli stessi che gli hanno permesso di entrare…

      D’altro canto lo Stato gli molla qualche multa ogni tanto, che neanche servirà a compensare il lavoro dello Sportello per l’energia, e via andare… va bene così…

      il “libero mercato” avrebbe potuto essere un’opportunità per i consumatori … ma siamo nella Repubblica delle Banane (a voler essere gentili…)

  7. Paoblog
    17 giugno 2013

    Ed Eni mi ha pagato l’ennesima penale da 20 €, in questo caso per il ritardo nella rettifica dei consumi…

    In questi giorni aderiro al Gruppo d’acquisto di Altroconsumo (aperto a tutti, senza impegno) e vediamo se riesco a mollare Eni e nel contempo riuscire pure a risparmiare.

    Info qui: https://paoblog.net/2013/05/30/utenze-40/

  8. Paolo
    4 giugno 2013

    Buongiorno,
    ho bisogno di un consiglio.
    E’ dal 2007 che non arrivano le bollette da eni (premetto che le precedenti sono state sempre regolari). Oggi ho inviato una raccomandata chiedendo che mi vengano inviate le fatture. Il mio problema è che per svariati motivi (che non è il caso di descrivere) non ho mai notificato ad eni, la mancata ricezione delle fatture. Mi sono registrato sul sito di eni ed ho usato i Servizi OnLine da cui ho verificato che il mio debito è abbastanza alto. C’e’ qualcosa a cui posso appellarmi o fare per evitare di pagare questa somma esagerata?
    Paolo

    • paoblog
      4 giugno 2013

      La domanda finale esula dal contesto ovvero, la cifra relativa ai consumi, di per sè, non è contestabile, visto che si riferisce a consumi effetuati (salvo errori, ovvio), il vero problema è la mancata emissione delle fatture, in evidente violazione del contratto e delle norme che regolano la fatturazione.

      premetto che la mia esperienza è da autodidatta ovvero dovendo affrontare il problema mi ci sono messo d’impegno.

      Non so quali post in merito abbia letto, tuttavia la trafila da seguire è quella spiegata in questo post e che in ogni caso riassumo in pochi concetti fondamentali:

      1 – inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno, da inviare poi anche al fax verde (800 91 99 63 ) in modo da velocizzare le cose

      2 – in seconda battuta inviare la raccomandata, eventuali documentazioni aggiuntive e la cronologia degli eventi allo Sportello per l’energia: reclami.sportello@acquirenteunico.it

      (Oltre a quelli già citati, includo gli altri modi per contattare lo Sportello: Da cellulare 199 419 654 – Fax reclami 800 185 025 – Fax informazioni 800 185 024 – Email per informazioni info.sportello@acquirenteunico.it)

      3 – a supporto di quanto sopra, suggerisco in ogni caso di chiamare poi il numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offre ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.Ma anche sui bonus a sostegno delle persone più deboli e dei malati che utilizzano apparecchiature salva-vita.

      4 – Usare le telefonate al call center solo per verificare che abbiamo recepito le comunicazioni, tanto lì la mano destra non sa cosa fa la sinistra…

      5 – E’ poi possibile usufruire della promozione di Altroconsumo (consulenza giuridica) > http://www.altroconsumo.it/reclamare

      e/o rivolgersi alla Casa del consumatore: http://www.casadelconsumatore.it/sedi

      oppure all’Unione Consumatori: http://www.consumatori.it/index.php?option=com_content&task=view&id=411&Itemid=218

  9. ignazia
    5 marzo 2013

    E’ possibile fare questo con Edison: costituzione in mora ex. art. 1219 c.c. per mancato recapito delle fatture ??? posso chiedere anche l’indenno epr mancata fatturazione, insieme? che articolo devo citare?

    • paoblog
      5 marzo 2013

      come detto, il cosa fare è meglio chiederlo allo Sportello…

      resta il fatto che norme e leggi non sono “ad personam” (salvo qualche caso 😉 ) per cui quello che vale per Eni dovrebbe valere anche per Edison…

      l’indennizzo dovrebbe essere automatico, ma nel momento in cui lo Sportello scriverà ad Edison, saranno loro stessi a fissare dei paletti precisi … e dato che mandano tutto in copia al consumatore, sarà poi più facile sapere seguire la vicenda e capire come muoversi…

  10. Marco
    4 marzo 2013

    Per quanto mi riguarda è da quando sono passato ad ENI e cioè Agosto 2012 che non ricevo la bolletta gas. Ho fatto diversi solleciti telefonici e finalmente 20gg fa mi hanno loro contattato per dirmi che la situazione si è sbloccata e tra poco riceverò la fattura che potrò rateizzare ecc…ecc…. Vorrei però capire da voi come posso riuscire ad avere un rimborso sui ritardi accumulati, è possibile?
    Grazie

    • paoblog
      5 marzo 2013

      raccomando di fare sempre solleciti scritti e di girarli in copia all’Autorità che potrà quindi tenere sotto pressione Eni. Circa le promesse telefoniche, ricordiamoci che verba volant… 😉

      La penale per la ritardata emissione delle bollette tempofa era sconosciuta agli operatori del call center che mi invitavano a chiedere informazioni ad un’associazione di consumatori (e loro che ci stanno a fare?) se non fosse che io già sapevo quali fossero i miei diritti. poi c’è stato un periodo in cui i rimborsi erano stati sospesi ed invece, alla fine, sono arrivati. In teoria dovrebbero essere automatici, ma anche l’emissione delle bollette dovrebbe esserlo…

      Per cui suggerisco di contattare l’Autorità per sentire da loro come muoversi; la trafila da seguire è quella già spiegata nel post iniziale e che in ogni caso riassumo in pochi concetti fondamentali:

      1 – inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno, da inviare poi anche al fax verde (800 91 99 63 ) in modo da velocizzare le cose

      2 – in seconda battuta inviare la raccomandata, eventuali documentazioni aggiuntive e la cronologia degli eventi allo Sportello per l’energia: reclami.sportello@acquirenteunico.it

      (Oltre a quelli già citati, includo gli altri modi per contattare lo Sportello: Da cellulare 199 419 654 – Fax reclami 800 185 025 – Fax informazioni 800 185 024 – Email per informazioni info.sportello@acquirenteunico.it)

      3 – a supporto di quanto sopra, suggerisco in ogni caso di chiamare poi il numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offre ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.Ma anche sui bonus a sostegno delle persone più deboli e dei malati che utilizzano apparecchiature salva-vita.

      4 – Usare le telefonate al call center solo per verificare che abbiamo recepito le comunicazioni, tanto lì la mano destra non sa cosa fa la sinistra…

      5 – E’ poi possibile usufruire della promozione di Altroconsumo (consulenza giuridica) > http://www.altroconsumo.it/reclamare

      e/o rivolgersi alla Casa del consumatore: http://www.casadelconsumatore.it/sedi

      oppure all’Unione Consumatori: http://www.consumatori.it/index.php?option=com_content&task=view&id=411&Itemid=218

  11. Ignazia
    4 marzo 2013

    Grazie Paoloblog, mi metto subito al lavoro e ti faccio sapere!

  12. Leonardo
    1 marzo 2013

    Da aprile 2011 Eni non mi fattura più le bollette di energia elettrica, nonostante diverse telefonate effettuate al servizio clienti.

    A Dicembre 2012 ho provveduto ad aprire un reclamo attraverso lo Sportello per il Consumatore di Energia, ho tolto il RID in Banca e ho fatto richiesta di ritorno ad Enel Maggior Tutela.

    A febbraio 2013 è avvenuto finalmente il passaggio ad Enel con emissione della prima fattura di Euro 30 relativa a 15 euro di cauzione e 15 euro di altre imposte.

    Oggi 01/03/2013 lo Sportello per il Consumatore di Energia ha inviato formale richiesta ad Eni in merito alla mancata fatturazione. Tra 20 giorni avrò la risposta e vi terrò aggiornati.

    • paoblog
      1 marzo 2013

      Bene, grazie.

      più informazioni abbiamo e più riusciremo a far valere i nostri diritti.

      🙂

      • Ignazia
        4 marzo 2013

        mi potete dare un consiglio, dirmi cosa devo fare?
        e’ da giugno scorso che Edison non mi invia bollette, credo perche’ ho chiestomil passaggio a Enel, e sta facendo ostruzionismo. Ho chiamato piu’ volte e gli operatori rimanevano in silenzio. Cosa faccio invio un reclamo?

      • paoblog
        4 marzo 2013

        Le (eventuali) problematiche di Edison non le conosco, tuttavia il mio consiglio resta lo stesso che per Eni:

        1 – inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno, da inviare poi, se disponibile, anche al fax in modo da velocizzare le cose

        2 – in seconda battuta inviare la raccomandata, eventuali documentazioni aggiuntive e la cronologia degli eventi allo Sportello per l’energia: reclami.sportello@acquirenteunico.it

        (Oltre a quelli già citati, includo gli altri modi per contattare lo Sportello: Da cellulare 199 419 654 – Fax reclami 800 185 025 – Fax informazioni 800 185 024 – Email per informazioni info.sportello@acquirenteunico.it)

        3 – a supporto di quanto sopra, suggerisco in ogni caso di chiamare poi il numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offre ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.

        4 – Usare le telefonate al call center solo per verificare che abbiamo recepito le comunicazioni.

        5 – E’ poi possibile usufruire della promozione di Altroconsumo (consulenza giuridica) > http://www.altroconsumo.it/reclamare

        e/o rivolgersi alla Casa del consumatore: http://www.casadelconsumatore.it/sedi

        oppure all’Unione Consumatori: http://www.consumatori.it/index.php?option=com_content&task=view&id=411&Itemid=218

  13. Pierluigi
    11 gennaio 2013

    Ciao Paoblog, anche io mi trovo in una situazione simile, a giugno 2012 ho fatto richiesta per passare da EnelEnergia a Eni, ad agosto 2012 mi arriva l’ultima bolletta a chiusura di EnelEnergia, ma alla data odierna nessuna bolletta da Eni.

    Ho fatto dei vari solleciti, e dopo aver scritto via fax e per conoscenza ad una ass consumatori, mi vedo rispondere che la prima fattura mi arriverà ad aprile 2013 e che potro’ richiedere la rateizzazione.

    Allora mi chiedo “ma è normale per quest’azienda comportarsi in questo modo?”

    Gli chiedo’ la penale della mancata emissione fatture???

    Bah, mi sa che me ne vado a qualche altro fornitore di energia!

    Ti saluto

    • paoblog
      12 gennaio 2013

      La normalità sta, a quanto dicono più voci, alcune delle quali attendibili, che Eni utilizza la (non)fatturazione per manovrare al meglio i pagamenti fiscali aumentando o diminuendo il fatturato.

      Probabilmente al fine di evitare ulteriori multe dell’Autorità, che peraltro sono erogate, ma che non hanno molto effetto, mi vien da pensare che Eni emetta le fatture (pur con i soliti errori nella fatturazione in più ma anche in meno) ai clienti che siano riusciti a far valere i propri diritti.

      Le mie fatture, infatti, al netto degli errori di cui sopra, arrivano regolarmente… sono fortunato? Ho rotto troppo le palle? 😀 vai a sapere… tuttavia sono mesi che i post su Eni sono i più letti e commentati il che sta a dire che gli utenti in difficoltà con questa pessima gestione commerciale aumentano, piuttosto che il contrario ed è veramente scandaloso che le Autorità non intervengano con autorità, scusa il gioco di parole, e dimostrare (utopia, lo so) che i nostri diritti non sono solo poche righe scritte sulla carta…

  14. Paoblog
    3 dicembre 2012

    Un numero verde per il consumatore – 800.166.654, attivo dalle 8 alle 18 di tutti i giorni lavorativi – che offrirà ai cittadini informazioni su allacciamenti, subentri, doppie fatturazioni e reclami.

    Ma anche sui bonus a sostegno delle persone più deboli e dei malati che utilizzano apparecchiature salva-vita.

    E’ partita la nuova campagna informativa dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas:

    L’iniziativa – promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dello Sviluppo economico e realizzata dall’Autorità energia – prevede la messa in onda su radio e tv delle reti Rai di alcuni spot informativi.

  15. Pingback: Eni gas: a che serve l’autolettura? A niente, ovviamente… « Paoblog

  16. Pingback: La bolletta Eni (Gas) questa sconosciuta « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: