Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Eni si conferma incapace di gestire la fatturazione

Marzo 2014: Dopo l’offerta scaturita dal Gruppo di Acquisto di Altroconsumo sono riuscito a cambiare gestore, tra l’altro con un vantaggio economico, approdando ad Alma Energy ed ora mi ritrovo a pagare bollette mensili, che arrivano puntualmente (via web) e dove si riene conto dell’autolettura. Pagando anche un prezzo migliore 😉

Va da sè che non essendo più cliente Eni non ho la possibilità di aggiornare i post sui quali è sempre possibile commentare; farò da moderatore, nel caso, e quando possibile orienterò il lettore in difficoltà con qualche consiglio (senza impegno).

Autore: Pietro Vanessi  unavignettadipv.it

Autore: Pietro Vanessi
unavignettadipv.it

Che sia per incapacità allo stato puro o per dolo, come si può intuire da questa nota:

Con la Deliberazione 31 ottobre 2013 477/2013/S/COM,l’AEEG, ha avviato un procedimento sanzionatorio contro ENI. Dall’istruttoria è emerso che nel periodo compreso tra il 1° aprile 2011 e il 1° gennaio 2013 n. 82.959 clienti del settore elettrico, del settore del gas naturale e dual fuel che hanno cambiato fornitore non hanno ricevuto la fattura di chiusura.

resta il fatto che ENI continua a gestire la fatturazione come gli pare, dato che ancora una volta la fatturazione bimestrale si è trasformata in trimestrale se non di più, con tanti saluti agli obblighi contrattuali.

L’ultima fattura ricevuta, si fa per dire, 😉 è datata 21.11.2013 e quella precedente risale al 08.08.2013.

Ed ecco che alla mail ricevuta ieri da ENI:

Fwd_ Notifica

una volta di più, la risposta del loro portale, al mio tentativo di consultare la fattura è stata questa:

index=0&estrattoContoNetaAttivo=true

L’unica consolazione è ho accettato il contratto proposto dal vincitore dell’Asta di Altroconsumo, per cui sono in procinto di abbbandonare questi Incapaci, sperando poi di non ritrovarmi nel nuovo gruppo di utenti ai quali Eni non invierà la fattura di conguaglio di fine contratto.

Potrà interessarti sapere che: Ai consumatori non possono essere richieste somme relative a periodi antecedenti ai 5 anni dalla data di emissione della fattura. Se la fattura contiene un importo oramai prescritto, è opportuno sospendere il pagamento della fattura limitatamente agli importi prescritti e fare un reclamo scritto con una raccomandata a/r. (Fonte)

5 commenti su “Eni si conferma incapace di gestire la fatturazione

  1. Paoblog
    3 dicembre 2013

    A proposito di prezzi del gas, avendo appena ricevuto la fattura da Eni (emessa con quasi 2 mesi di ritardo) vedo che il prezzo fino al 31 luglio è stato di € 0,315/Smc ed ora è passato ad € 0,371/Smc.

    Solo il 18% in più…

    Per contro il nuovo fornitore (Alma Trading Energy), che sarà operativo verso fine anno, max inizi 2014, ha un prezzo di € 0,295 bloccato per 12 mesi.

    Se interessa: http://www.almaenergia.com/index.php/diventa-ns-cliente/extensions

  2. Pingback: Car sharing Milano: Enjoy sfida Car2go con prezzi più bassi, ma perde sui servizi | Paoblog

  3. Susi
    4 febbraio 2014

    Io li ODIO!

    A me, al contrario, le bollette sono sempre arrivate con sovrafatturazione e spesso ogni mese (alla faccia delle autoletture e della fatturazione bimestrale da contratto).

    Ma al peggio non c’è mai fine e negli ultimi mesi sto vedendo di tutto e di più per il passaggio a nuovo gestore. non vedo l’ora di non averci mai più a che fare!

    • paoblog
      4 febbraio 2014

      Giusto oggi mi è arrivata la conferma da parte del nuovo gestore dell’attivazione della fornitura…

      (Se interessa, questo è il nuovo fornitore: http://www.almaenergia.com)

      vero è che suilla mia Area personale Eni il contratto risulta ancora attivo, seppur con pratica di “uscita” in corso…

      non mi faranno mica una doppia fatturazione epr non spentirsi?

  4. paoblog
    22 ottobre 2014

    Eni dovrà risarcire con un indennizzo di 25 euro a testa oltre 100 mila clienti che hanno subito disservizi sia nell’ambito della “tutela” gas che del mercato libero.

    Lo ha stabilito l’Autorità per l’energia dopo che la società ha subito un procedimento sanzionatorio per violazione della regolazione sulla periodicità di fatturazione (oltre 79mila casi) e ritardi nell’invio della bolletta di chiusura per cambio di fornitore (27mila casi).

    Il risarcimento riguarda tutti quei clienti che al 31 ottobre 2013 (data di avvio dell’istruttoria) erano interessati ai disservizi, ancora presenti al 31 dicembre 2013.

    La società, si è inoltre impegnata a garantire la dilazione automatica e la rateizzazione senza interessi delle somme fatturate, ad aderire per due anni al “Servizio conciliazione clienti energia” dell’Autorità e a promuovere iniziative per incentivare l’autolettura del contatore.

    Inoltre verserà un indennizzo di 10 euro a tutti i clienti in regime di tutela del gas che successivamente al 1 novembre 2013 hanno subito o subiranno un ritardo di fatturazione non ancora cessato al 31 dicembre 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: