Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Container “in libertà” sui tir. E alla prima curva allegra ci piombano addosso

C’è da dire che ci sono anche tanti che non sanno fare il loro lavoro. Tralasciamo la crisi (spesso un alibi per giustificare chi lavora male), tralasciamo certe aziende che impongono ritmi serrati agli autisti (e la colpa è anche dei committenti), ma resta il fatto che in azienza vedo spesso arivare camion con autisti che durante le operazioni di carico/scarico non sono in grado di “vedere” come si deve gestire il carico (ma neanche sono in grado di manovrare).

E quindi aumentano i danni durante il trasporto, ma anche, va da sè, le perdite del carico per le strade se non gli incidenti.

un articolo di Maurizio Caprino

Belli squadrati, sembrano incastrarsi perfettamente tra loro, una volta caricati su un camion. Ma è solo un’impressione: se non ci si prende la briga di agganciarli con cavi al pianale del rimorchio, sono sempre soggetti a spostarsi. E per farli rovesciare, portandosi dietro tutto il camion, non serve necessariamente un urto: basta una curva, magari presa un po’ allegra.

Lo dimostra un incidente accaduto l’altro giorno nel Salernitano. Solo per miracolo non ci è scappato il morto: l’abitacolo dell’auto travolta dai container rovesciatisi in curva si è trovato in una specie di bolla protetta fra due di essi e il guidatore ha solo dovuto attendere che spostassero tutto per poter uscire sostanzialmente incolume dalla vettura.

Ma si può sempre fare affidamento sulla buona sorte? No, ma è quello che si fa: tra gli addetti ai lavori si sa che la prassi di non agganciare i container non è rara.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: