Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Gli 80 € non spingono i consumi. Chi l’avrebbe detto?

pensieri paroleMi verrebbe da chiedere a chi si aspettava chissà che ritorno sul mercato da questi 80 € se “ci è o ci fà”.

Non solo non li hanno presi tutti questi 80 € (sui quali comunque non c’è da “sputarci su”, son sempre quasi 1000 € in un anno), ma fermiamoci a pensare su chi li ha presi.

Sono quelli con un reddito inferiore ai 1500 € al mese ovvero persone che già devono darsi da fare per far quadrare i conti.

Questi 80 € saranno sicuramente serviti a compensare i vari aumenti incontrati durante l’anno e non certo per mettersi a spendere.

Per quel che mi riguarda, pur prendendo più di 1500 €, resta il fatto che probabilmente a metà settembre riceverò lo stipendio di maggio e mi è andata bene che in agosto ho preso “marzo & aprile”….

Posso mettermi a spendere?

Oltre ad un luglio disastroso per le spese impreviste, mangio, pago le bollette, aspetto le nuova Tasi e via dicendo, tra un pò ci sarà assicurazione e tagliando per la Toyota… devo mettere da parte, altro che spendere…

Dopo queste parole condivise con Amikci e membri del gGruppo facebook, ho ricevuto qualche commento e….

Madamin: quello che abbiamo pensato tutti ma se si diceva qualcosa in proposito i soliti noti si indignavano. Non per fare gli sfiduciati, ma gli 80 euro sono serviti si ma, come dici tu, per pagare altre cose e non per andare a fare acquisti (e poi, che acquisti vuoi fare con 80 euro? Vai al super e quando hai comprato 2 detersivi, 1 pezzo di carne, 2 pasta, 2-3 scatole di pelati, fagioli o altro, pane, latte, biscotti, 1 caffè, 1 the e poco altro li hai già seccati.

Ele di Siena: Idem

una domanda da parte di Gildo: Se è così chiaro..secondo te..ci sono o ci fanno?

A domanda, rispondo 🙂 : mi vien da pensare che molti siano così staccati dalla vita reale dell’italiano medio, da non rendersi realmente conto di quel che dicono… vedi bene che quando chiedono ad un parlamentare quanto ciosti la benzina non lo sa… (chissà come mai?!).

Ricordo di aver visto un’intervista a Pietro Iachino che raccontava l’odissea burocratica che ha dovuto affrontare per mettere in regole una situazione per beni che aveva ereditato (cito a memoria), sentendosi letteralmente “preso in giro” dallo Stato, mentre lui cercava di essere un contribuente onesto.

Per cui… sicuramente molti “ci fanno”, ma altrettanti, (e questo è persino peggio), “ci sono”….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: