Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La bufala delle etichette semaforo bocciate al Parlamento Europeo

Ed ecco che una volta di più, stampa e tv, con il supporto di Coldiretti, ha diffuso informazioni false e/o male interpretate facendo, al solito vien da dire, disinformazione. I consumatori ringraziano.

Consiglia la lettura integrale dell’articolo de Il Fatto Alimentare di cui pubblico le considerazioni finali.

Il comunicato [di Coldiretti] recita “la bocciatura dell’etichetta a semaforo salva le esportazioni delle principali denominazioni Made in Italy, dal Prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano e Grana Padano, ma anche gli oli extravergine di oliva, la mozzarella o le nocciole, che sono tra le vittime illustri della normativa adottata ingiustamente dal Regno Unito che colpisce il 60% delle produzioni italiane“.

Dario Dongo pochi giorni fa in un articolo su Il Fatto Alimentare ha evidenziato il grossolano errore, e ha spiegato come il gruppo dei sostenitori abbia grossolanamente confuso i profili nutrizionali con l’etichetta semaforo.

In tutta la vicenda ci sono due grandi sconfitti, il consumatore che riceve informazioni sbagliate e un certo modo di fare giornalismo che dimentica di verificare le fonti e di rettificare le notizie sbagliate.

lettura integrale qui: La bufala delle etichette semaforo bocciate al Parlamento Europeo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: