Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Bulloff ovvero il Miur e l’inglese farlocco per le scuole

Non dovrei più stupirmi e invece non  mi capacito che proprio al Ministero dell’Istruzione non venga prestata attenzione a questi dettagli e che non si faccia alcuno sforzo per evitare gli anglicismi superflui o addirittura inventati.

Questa immagine riassume le 10 azioni del Piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyber-bullismo a scuola 2016/2017 del Ministero dell’Istruzione:

La settima azione è denominata Verso una scuola amica “bulloff”.

Nel piano non c’è alcuna spiegazione di cosa si intenda, ma immagino che chi non sa l’inglese interpreti bulloff come “repellente per bulli”, magari grazie all’associazione con la lozione antizanzare Off!

continua la lettura qui: Terminologia etc. » » Inglese farlocco per le scuole: *bulloff

restando in tema di bullismo nei giorni scorsi mia sorella Monica mi ha segnalato questa campagna anti-bullismo…

screenshot-2016-10-18-13-58-10

dopo di che sempre Licia Corbolante avanza un’ipotesi decisamente plausibile sulla foto…

14702243_10209166759784335_6263749269718660607_n

e quindi invece che produrre in proprio l’immagine hanno pescato da quelle disponibili gratuitamente e pazienza se si scivola nell’anglicismo evitabile.

Secondo me si poteva fare diversamente, utilizzando magari un’immagine come quella che ho trovato sul web e mettendosi d’accordo con la Fonte per l’utilizzo della stessa per quello che in ogni caso è un fine comune ovvero dire:

Fonte: liberituttigissi.it

Fonte: liberituttigissi.it

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 ottobre 2016 da in #dilloinitaliano, Leggo & Pubblico, Persone & Società con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: