Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pasta De Cecco: usiamo grano italiano, francese, americano australiano

Agganciandomi all’ultimo paragrafo, mi pare che da tempo Coldiretti abbia aderito allo sport nazionale ovvero a parlare con la pancia, cosa questa che aumenta la platea degli ascoltatori, ma diminuisce l’attendibilità.

Se i fatti ci sono e sono dimostrabili, non servono le “piazzate”. La Disinformazione, intanto, ringrazia ed impera…

Sì avete capito bene, una delle marche di pasta italiana più famosa nel mondo (da sempre in cima alla classifiche dei test comparativi realizzati nel nostro Paese e all’estero) dichiara di usare una parte di grano duro importato nel processo di lavorazione.

L’azienda sottolinea che proprio in virtù di questa scelta riesce a confezionare un prodotto di alta qualità e indica tra i paesi di origine del grano: la Francia, la California, l’Arizona e l’Australia.

Il testo pubblicitario non lo dice ma gli addetti ai lavori sanno che questo grano costa dal 20 al 30% in più.

Se la maggioranza degli addetti dichiara di dovere e anche di volere importare grano duro per fare una buona pasta “made in italy”, c’è da interrogarsi sul ruolo di Coldiretti che ogni 4-5 mesi organizza una sceneggiata in un porto pugliese,  andando all’arrembaggio delle navi che importano grano duro “contaminato”.

lettura integrale qui: Pasta De Cecco: usiamo grnao italiano, francese, americano australiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: