Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Che siano cafoni italiani o stranieri, cambia poco…

Alcuni giorni fa ho postato sul Gruppo FB una foto (ricavata da un video pubblicato su Lettera43) che si aggiunge alle centinaia di episodi di maleducazione segnalati da Social e Tv in questi mesi:

Il vero problema non è l’inciviltà di questi imbecilli, ma il leggere che “Nessun vigile urbano o agente o militare è intervenuto per multare i nudisti che così, terminato lo show, si sono rivestiti e sono spariti.”

Questi comportamenti sono figli del lassismo imperante e non si tiri fuori il problema dei fondi, perchè nel centro di Roma le FdO saranno sicuramente presenti; vai a Singapore a fare una “goliardata” del genere.

Questa mattina, neanche a farlo apposta Rok mi ha segnalato lo sfogo di Mauro Corona sulle pagine del Corriere e che condivido appieno, anche se il Daspo invocato avrebbe valore solo se poi i controllori facessero il loro lavoro al meglio e così non è, dato che se ci fossero controlli, non ci troveremmo in questa situazione, con questi Incivili che si sentono autorizzati a fare quello che vogliono, tanto nessuno li punisce.

Siamo sicuri di aver bisogno di turisti come questi, che disturbano e sporcano e che con i loro comportamenti allontanano tutti quei turisti che amano e rispettano le montagne come le città d’arte e non sopportano questa maleducazione imperante?

L’articolo lo potete leggere qui, ma pubblico alcuni passaggi che chiariscono al meglio:

Ci sono tornato pochi giorni fa, al Sorapiss. Per una scalata sul Dito di Dio…». E che impressione ha avuto?

Che è una vergogna. Il lago è invaso da scalmanati: ragazzini che si tuffano neanche si trovino in un parco acquatico, gente che fa il bagno sui materassini gonfiabili e che lascia ogni genere di rifiuti sulle rive o sui sentieri. E poi il chiasso… non so neanche come definirlo tutto quel chiasso….

Il Sorapiss è diventato una tappa obbligata per chi trascorre le vacanze a Cortina d’Ampezzo.

«Basta guardare i social: oggi va di moda», ammette Sabrina Pais, che gestisce il vicino rifugio «Vandelli» – sulle rive si accumulano rifiuti di ogni genere, lasciati dalle orde di turisti che ogni giorno imboccano il sentiero che da Passo Tre Croci porta fino al lago.

P.S. Notevole anche questo passaggio che testimonia che è il credere alle scie chimiche che fa male al cervello e si arriva a scambiare un fenomeno naturale in un “complotto chimico” per abbindolare i turisti. Vero è che con cervelli pensanti di questo tipo, ci vuol poco ad abbindolarvi…

Purtroppo negli ultimi anni la montagna si è riempita di persone pervase da una maleducazione ereditata in famiglia. Sono ignoranti.

L’altro giorno sentivo una donna sostenere con convinzione che il colore turchese dell’acqua del Sorapiss era innaturale, che ci buttano dentro degli additivi chimici per renderla così. Follie. Nessuno ha spiegato loro il rispetto che merita questo luogo.

Quale ciliegina sulla torta ecco cosa scriveva ieri un Gurino su FB:

Ma a testimonianza che al peggio non c’è mai fine, leggi anche questo articolo, dedicato all’estate cafona sul Garda.

Leggi anche:

Ciabatte, piercing e telefonino…

Ma l’italiota alberga dentro ognuno di noi?

Turisti che bestemmiano in chiesa? Diciamo «No»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: