Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sicurezza alimentare: Quali sono le epidemie di origine alimentare più diffuse in Europa?

di Roberto La Pira – Blogger del Sole 24ore

Rispondere a questa domanda non è banale, visto che  al primo posto della classifica troviamo la campilobatteriosi, causata da un batterio come il  Campylobacter ( 190.566 casi ) poco conosciuto in Italia. Da noi si parla più spesso  della Salmonella (131.468 casi )  che però si posiziona solo al secondo posto. In terza posizione troviamo la  Listeria (1381 casi) , un microorganismo  molto ( vedi foto )  pericoloso, presente soprattutto soprattutto nel pesce affumicato, nei prodotti a base di carne sottoposti a trattamento termico e nei formaggi , in grado di  sopravvivere e di crescere  anche alle temperature del frigorifero.

Nel 2008 complessivamnte si sono  registrate  5.332 epidemie di origine alimentare, che hanno colpito più di 45 mila persone e causato la morte di 32 individui. Il 35% delle epidemie è stato provocato da Salmonella, seguita da virus e tossine batteriche. Le fonti alimentari più frequenti sono state uova e ovoprodotti (23%), carne suina e suoi derivati (10%), ma anche pasti a buffet (9%).

Complessivamente, il numero di casi dovuti ai tre microrganismi segnalati come responsabili di epidemie con maggiore frequenza è stato inferiore rispetto all’anno precedente.

I dati sono forniti  a febbraio  2010 dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc).

Fonte: http://robertolapira.nova100.ilsole24ore.com/

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 febbraio 2010 da in Consumatori & Utenti, Sicurezza alimentare con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: