Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Una mattina di ordinaria…”normalità”, davanti ad una scuola…

pensieri paroleCome tutti i venerdì, stavo passando davanti alle scuole elementari nelle vicinanze dell’ufficio ed una volta di più sono stato colpito dal caos automobilistico e mi sono soffermato ad osservare i vari comportamenti.

La maggioranza dei bambini viene accompagnato a scuola in automobile, da uno o più genitori oppure dai nonni.

Nonostante la presenza di un vigile ed di un volontario in pettorina gialla a regolare l’attraversamento pedonale, va da sè che il flusso è continuo e le auto si ritrovano bloccate, tuttavia la ragione dell’ingorgo è chiara, per cui faccio fatica a capire quel paio di automobilisti che, sistematicamente, si mettono a strombazzare rompendo decisamente le scatole.

Vedi alla voce: inquinamento acustico (in questo caso facilmente evitabile).

Vedo poi numerose auto parcheggiate di traverso sul marciapiede, quasi tutti Suv che di fatto confermano quanto ho sentito dire da una mamma milanese temnpo fa: con il Suv mi sento più sicura (ma solo se incroci una Panda, che contro un altro Suv il vantaggio si annulla) e poi posso salire sul marciapiede. 😦

Appunto…

Altre auto invece si fermano in mezzo alla strada, fregandosene altamente di quelli dietro e quindi si ritorna, per forza di cose, alla riflessione espressa nei giorni scorsi: Non è facile essere genitore, ma se lo fai male non danneggi solo tuo figlio…

…ma soprattutto da queste auto saltano fuori due o tre bambini, spalancando le porte (senza guardare e meno male che non ci sono ciclisti), con il pesante zaino già indossato a testimonianza che in auto erano senza seggiolino o cinture, fatto questo colpevolmente ignorato dai genitori, ancor più colpevoli di negligenza visto che loro le cinture le allacciano.

D’altro canto l’inciviltà si manifesta sotto diverse forme: Se sistemo il bimbo come si deve, gli altri strombazzano

Piccola nota a margine; ho notato che la maggior parte delle auto in sosta con il conducente a bordo tiene il motore acceso, con conseguente emissione di fumi inquinanti, tanto più quando si tratta delle vecchie utilitarie dei nonni … lamentiamoci poi dell’aria che respiriamo.

L’inquinamento ha molte cause, ma si torna a quanto scritto ieri nel post sui rifiuti: anche il comportamento dei singoli FA la differenza.

Articoli correlati:

Genitori con le cinture ed i bambini….

I genitori continuano a non capire ed i bambini continuano a morire

Non se ne esce: la mamma con la cintura e la bella bimba…

Genitori salvi, i bimbi muoiono. Perché le cinture si allacciano ma i seggiolini restano tabù

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: