Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I pubblicitari si confermano dei sessisti a quanto pare…

leggo in questo articolo de Il Fatto Alimentare della censura di una pubblicità (vedi foto) de Il Galletto di Barletta in quanto: viola la dignità della persona perché “offende la donna, accostata e assimilata alla merce pubblicizzata”.

1bb24e68-f419-11e4-a254-b2927f17a17f-300x224

Certo che la percezione della dignità femminile è ondivaga; tempo fa ho segnalato una pubblicità allo IAP, ma pur condividendo i motivi della segnalazione,la stessa era stata giudicata al di fuori delle loro competenze.

Leggi: Ma che bello lo spot dello sgrassatore KH7…

In ogni caso se certe pubblicità esistono non è solo perchè c’è chi le “pensa” (diciamo così) e le aziende le approvano, ma alla fine dei giochi probabilmente la volgarità paga, visto l’insistenza di certi a far passare il loro messaggio pubblicitario solo e sempre in un modo.

Leggi: Donne & Pubblicità: è necessario cambiare mentalità

E se come Persona queste pubblicità mi disturbano, come Consumatore mi fanno arrabbiare, perchè attestano che i pubblicitari (e le aziende) ci percepiscono (a ragione?) come dei fessi ai quali basta far vedere una donna seminuda o ammiccante per attirarci verso il prodotto.

Articoli correlati:

Come usare male l’immagine femminile (secondo me)

“Il vento è cambiato”, ma non per l’uso dell’immagine della donna

La pubblicità di cattivo gusto paga…?

Una pubblicità vergognosa, usa il femminicidio per vendere uno straccio

Un commento su “I pubblicitari si confermano dei sessisti a quanto pare…

  1. Poppea
    15 luglio 2015

    Meglio che sto’ zitta

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: