Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Alla fine ho comprato lo smartphone, però…

post aggiornato dopo la pubblicazione

pensieri paroleUn paio di mesi fa la Rok ha deciso di acquistare uno smartphone (da noi chiamato tuttofonino e che abbrevio per comodità in Fonino, anche se dopo qualche settimana  si è trasformato nel “coso”.).

Da parte sua la motivazione era quella di restare al passo con i tempi, cosa questa più complicata per lei che non ha un’indole tecnologica e, in seconda battuta, per poter navigare sul web al volo, senza dover accendere ogni volta il portatile.

Dopo il primo impatto, nel giro di un paio di settimane ha preso le misure al fonino ed ora riesce a fare quello che le interessa, senza spingersi in territori che non la stimolano ovvero niente giochi, social e correlati.

Va da sè che aiutando lei a capire come funzionasse, ne ho apprezzato l’utilità della quale peraltro non dubitavo, in quanto il dispositivo (tu chiamalo device, se ti va, ma #dilloinitaliano che è meglio 😉 ) ha funzioni utili, purchè non si entri nel tunnel Esisto solo se ricevo una notifica e, di conseguenza, si resti sempre connessi.

La molla che mi ha fatto decidere per l’acquisto è basata su un aspetto pratico ovvero avevo la necessità di acquistare la tessera elettronica per pagare la sosta nelle strisce blu, con i vari problemi correlati che si porta dietro, dalla reperibilità discontinua alla scadenza che, se non la usi spesso, è vincolante.

Leggi: Se cerchi la tessera elettronica ATM per le strisce blu, fai così…

Leggi: Per l’ATM i soldi (tuoi) hanno la scadenza, come lo yogurt…

Avendo scaricato la App Pyng di Telepass ho avuto modo di verificare che è molto comoda e soprattutto mi evita di tirare fuori 100 € per acquistare la Tessera per il parcheggio.

Leggi: L’App Telepass Pyng per pagare la sosta sulle strisce blu

Partendo dal presupposto che avrei dovuto spendere a breve 100 € per poi ritrovarmi tra alcuni mesi punto e daccapo, ho preferito approffittare di un’offerta in corso ed investire questi 100 € più una somma aggiuntiva, per acquistare il fonino e sfruttare da subito Pyng e le altre potenzialità offerte, in maniera ragionata e fissando dei paletti precisi in modo da evitare di cadere, mio malgrado in quell’abuso che critico da sempre.

Leggi: Difficile leggere un libro a letto, la sera? Sarà…

Ho selezionato quindi poche App di utilità, in primis Pyng, come detto, ed a seguire Where Are U, poi quelle della banca e dell’assicurazione auto e forse poche altre che però devo valutare al meglio.

Leggi: Scarica la App “WhereARE U” per le emergenze

La connessione dati sarà attivata solo quando necessario e come sempre il fonino sarà spento dopo le 21.30. E dopo i primi mesi di utilizzo ecco che ho eliminato alcune App che di fatto non utilizzo mai, per restare su quelle di reale utilità.

A seguire ho effettuato la connessione con il Bluetooth presente sulla Yaris ibrida e sono a posto anche sul lato sicurezza (alla guida), fermo restando che parlare al telefono in ogni caso è fonte di distrazione.

Leggi: La tua auto ha il Bluetooth di serie? Se si, poi lo usi?

Detto questo, il primo che mi becca a tucciare* lo schermo del fonino mentre una persona mi parla, è autorizzato a darmi uno scappellotto senza preavviso. 😉

occhi bassi

 

(*) Tratto da questo post:

Una signora sta trafficando con il tuttofonino (leggi: smartphone) e dice ad un’amica: non riesco a tucciare (letteralmente: touchare) lo schermo.

Vien da chiedersi perchè non dire “non riesco a toccare”, dato che di fatto il touschscreen altro non è che uno schermo tattile ovvero che si può toccare… 😉

 

4 commenti su “Alla fine ho comprato lo smartphone, però…

  1. IlPrincipeBrutto
    14 dicembre 2015

    E’ la prima volta che sento o leggo ‘Tucciare’.
    E meno male, direi, e’ davvero disgustoso (in italiano moderno: disgastin).
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe

  2. £@
    15 dicembre 2015

    Occhio però all’uso dell applicazioe (app) Pyng di Telepass.
    Se leggi bene sulle istruzioni, questo tipo di pagamento della sosta ha un accorgimento molto importante da seguire, che però non è così scontato da fare.

    Ovvero il dover apporre in auto un cartello che avvisa i vigili che stai usando questo sistema, altrimenti ti fanno la multa… e non ci sono rimborsi / ricorsi che tengono.
    😀

    • paoblog
      15 dicembre 2015

      dubiti che non legga le istruzioni e/o che non mi informi adeguatamente? 😀

      a parte ciò, dopo l’attivazione del servizio Telepass invia, unitamente al contratto, anche il tagliando da applicare …

      tagliando che, fidandomi poco della cura degli ausiliari, ho provveduto a duplicare in modo tale da metterlo in evidenza anche sul cruscotto oltre che nel porta-assicurazione, ormai inutilizzato

      • £@
        16 dicembre 2015

        Io non ho mai dubitato che leggessi le istruzioni.. non sia mai 😀

        E’ che nelle istruzioni che ho letto io, questa voce era a margine e ad una lettura veloce non la si nota.

        Inoltre mi complimento con la tua idea di “duplicare” il tagliando da esporre, ma occhio a dove lo metti.

        Io ti consiglierei di metterne uno sul parabrezza (anteriore) ed uno sul lunotto (posteriore)… e se ti avanza, anche un bel duplicato da conservare nel portafogli, se dovessi usare un auto diversa.
        😀

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: