Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pasticceria artigianale o industriale? Ecco le differenze

cuocoVi segnalo un interessante articolo di Gunther Karl Fuchs di Papille Vagabonde che leggo su Il Fatto Alimentare:

Il pubblico ha il gusto talmente modificato dall’industria alimentare che non riesce più a distinguere una “pasticceria industriale” da una “pasticceria artigianale”, e spesso scambia l’una per l’altra.

Molti si sono accorti che negli ultimi tempi si aprono pasticcerie in ogni angolo.

La domanda di dolci in pochi anni sembra aumentata del 1000% e tutti con diverso titolo offrono dolci: panetterie, venditori ambulanti, bar, musei, fast food di vario genere, trattorie, wine bar, ristorante di vari livelli. Anche McDonald’s e Starbucks vendono dessert.

Nella maggior parte dei casi molti non hanno nemmeno il laboratorio e sono solo dei rivenditori: ogni mattina arrivano i dolci preparati da laboratori industriali, tutti con la stessa forma e spesso solo scongelati.

Nei locali per legge è obbligatorio esporre una lista degli ingredienti che magari c’è da qualche parte, ma bisogna trovarla, dove deve essere indicato quando il prodotto è congelato o surgelato….

continua la lettura qui: Pasticceria artigianale o industriale? Ecco le differenze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: