Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sto meditando il taglio di un’altra linea Tim…

In azienda nel 2014 sono rientrato in Telecom dopo una pessima esperienza (dal 2008 al 2014) con Vodafone, anche a livello personale, tuttavia a fronte di una buona qualità del servizio e dell’assistenza tecnica, resta in sottofondo quella scorrettezza commerciale che trovo oltremodo irritante se sei già cliente.

Leggi: Tim (ex-Telecom) non ce la fa ad agire correttamente…

Rientrando in Telecom a suo tempo il vantaggio economico era minimo, ma meglio che niente, tuttavia con il tempo i costi sono aumentati sino a costringermi a fare due conti.

Strano, ma vero, ci sono ancora aziende che inceve che l’email ti mandano il fax (!), tuttavia tenere aperta una linea dedicata costa e pertanto nel 2017 ho portato la linea su Messagenet ed attivando di conseguenza un fax virtuale mantenendo il numero storico.

L’utilizzo è scarso, ma resta un’opzione utile da poter sfruttare ed il costo è minimo.

In queste settimane sto subendo un tale martellamento da Tim, via email e tramite telefonate con messaggio registrato alle quali non riesci ad opporti, se non bloccando il numero, che si è alzata l’irritazione verso Tim alla quale non posso rinunciare, tuttavia posso limitare di buttare soldi per una linea fissa che ora, dopo la scomparsa della mamma, non viene più utilizzata.

Però è anche il numero aziendale storico, attivo dagli anni ’70, per cui eliminarlo potrebbe essere deleterio, perchè di questi tempi un numero telefonico chiuso viene spesso abbinato alla contestuale chiusura dell’azienda.

Ho quindi attivato la prova gratuita di Lyber, servizio offerto sempre da Messagenet che permette la portabilità del numero da deviare poi sul cellulare ed anche di fare le chiamate in uscita usando il numero 02xxx.

Il servizio lo si può gestire sia da PC sia da cellulare, tramite l’App, ed include 1000 minuti mensili, la segreteria telefonica e/o il risponditore automatico, con l’impostazione degli orari di apertura e chiusura aziendali. Comodo.

Al momento ho un numero urbano virtuale per fare le prove, ma da quel poco che ho visto il servizio mi piace e quindi così come è successo recentemente con l’antivirus F-Secure, al termine dei 30 giorni di prova attiverò il servizio.

Il costo non è neanche paragonabile, visto che la portabilità costa 30 € una tantum e l’abbonamento costa 12 €/mese il che significa 174 € per il 1° anno e 144 € per i successivi.

Attualmente la linea con Tim mi costa 564 € all’anno (tutti i prezzi indicati nel post sono Iva esclusa) e quindi il risparmio è notevole.

Avevo accarezzato l’idea di chiudere anche l’ultima linea con Tim, attivando contestualmente la fibra di Iliad, tuttavia non sono certo che l’offerta sia anche per le aziende e, non ultimo, da una verifica la mia via non è coperta dal servizio.

Pazienza … (per ora).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: