Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Nel mondo del lavoro serve serietà che, in ogni caso, ogni tanto “paga”…

Scrivo spesso della mancanza di Etica e di serietà nel mondo del lavoro e va da sè che, così come in ambito personale, razzolo come predico, prendendomi ovviamente dei rischi.

La crisi del mercato dura ormai dal 2009, tuttavia sono dell’idea che così come dobbiamo impuntarci per pretendere il rispetto dei nostri diritti, pagamenti inclusi, è altresì vero che la serietà la dobbiamo anche offrire.

Ieri mi ha contattato un cliente per conto di una sua consociata del SudAmerica, alla quale un paio di volte all’anno facciamo delle forniture sicuramente interessanti dal punto di vista economico, anche se ormai è pratica quotidiana che ti tirino il collo per quanto riguarda i prezzi, dimenticandosi spesso che il servizio e la qualità costano. Ma vabbè…

Una volta trovato l’accordo sul prezzo mi è stato chiesto di anticipare la consegna a metà novembre o prima, cosa che inizialmente speravo di poter fare, tuttavia ho chiesto una conferma al fornitore della materia prima; risposta che ha confermato la sua serietà, ma che purtroppo non era quella che speravo.

Il termine di consegna spesso è un fattore decisivo,oltre al prezzo, per prendere o meno un ordine, tuttavia ho preferito inviare al cliente questa mail:

Facendo seguito alla telefonata di ieri, circa il termine di consegna, sebbene sia interessato all’eventuale ordine è anche vero che preferisco mantenere la mia abituale serietà, ragion per cui le copio la risposta che mi ha dato il fornitore in merito alla consegna del materiale:

“…ho approfondito con l’acciaieria : il materiale è ancora in produzione e viene confermato l’approntamento per fine ottobre ; considerando poi la spedizione e , lo dico per esperienza , qualche giorno di ritardo “fisiologico” sulle previsioni, ritengo di poter ragionevolmente garantire una consegna per il 15 di novembre , non prima.”

Detto questo va da sè che preferisco non prendere l’ordine piuttosto che accettarlo sapendo benissimo che non riuscirei a rispettare il termine di consegna concordato.

Questa la risposta del cliente:  Va bene, la ringrazio per la precisazione. Metto come consegna il 20.11.2013 poi so che cercherete di fare il possibile.

 

 

Un commento su “Nel mondo del lavoro serve serietà che, in ogni caso, ogni tanto “paga”…

  1. Pingback: L’autocritica di Marchionne: nascondere i difetti costa caro | Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: