Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Arriva la mela OGM che non scurisce dopo il taglio, ma i consumatori dicono “no”

ogmin sintesi un articolo che leggo su Il Fatto Alimentare e che integro con un link a questo articolo su Rinnovabili

Il governo americano ha dato il definitivo via libera alla prima mela geneticamente modificata, chiamata Arctic, che non diventa scura quando tagliata o grattugiata.

A oggi i dati mostrano che le mele GM non costituiscono un pericolo né per l’uomo né per le altre mele, che non rischiano la contaminazione.

Nel frattempo, però, sono state fatte delle consultazioni pubbliche on line, come sempre accade in questi casi, aperte a tutti, e i membri del comitato della FDA hanno dovuto analizzare gli oltre 175.000 commenti, per lo più negativi.

Uno dei principali argomenti contro riguardava la reale utilità di queste mele, che risolvono esclusivamente un problema estetico, come hanno detto in molti.

Sul problema dell’estetica, casca l’asino, secondo me, in quanto in netta contrapposizione con la lotta allo spreco troviamo poi un mercato (ovvero i consumatori) che vuole solo la frutta perfetta.

Magari ti commuovi se vedi al Tg i bambini che muoiono di fame, fai un Sms solidale da 2 € e poi al supermercato compri solo la frutta perfetta e l’altra la lasci lì, che marcisca.

Ed infatti una strategia per combattere lo spreco alimentare passa proprio dall’immissione sul mercato di frutta brutta a vedersi a prezzo scontato: La Francia combatte lo spreco alimentare con … il cibo brutto

Da parte mia quando faccio la spesa su Cortilia.it e trovo le mele Bio II categoria, le prendo al volo. Non hanno una forma perfetta, magari la buccia è segnata, ma in ogni caso sono egualmente buone e faccio la mia parte per combattere lo spreco alimentare.

Come ho scritto in occasione dell’assegnazione del Premio ConsumAttore di Oxfam:

La sostenibilità alimentare la si ottiene anche con un consumo responsabile, ovvero riscoprendo la stagionalità e la territorialità.

E, aggiungo ora, acquistando anche una mela più piccola oppure leggermente ammaccata.

Visto che si parla di mele, ne approfitto per cercare di bloccare l’ennesima bufala che, condivisa con leggerezza, fa solo danni: Mele cerate: il video in rete è una bufala. La prova di laboratorio e il parere degli agronomi

 

 

Un commento su “Arriva la mela OGM che non scurisce dopo il taglio, ma i consumatori dicono “no”

  1. Poppea
    17 febbraio 2015

    Preferisco la mela che diventa scura e con qualche morso di verme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: