Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Formaggi con latte in polvere: il governo vuole l’indicazione

lente alimentiIl 5 agosto, la commissione agricoltura della Camera dei deputati ha approvato una risoluzione unitaria, con il parere favorevole del governo, in merito all’etichettatura e alla tutela delle produzioni lattiero-casearie nazionali.

La risoluzione prende spunto dal fatto che la Commissione europea ha contestato all’Italia la legittimità delle disposizioni contenute nella legge n.138 del 1974, che vieta ai produttori italiani di detenere latte in polvere negli stabilimenti dove si producono formaggi.

La produzione dei formaggi può essere fatta con diverse materie prime, sia in Italia che nell’Unione europea, infatti si può usare sia latte fresco che cagliate oppure cagliate congelate o semi-lavorati.

Però, mentre in Italia è vietato l’uso di latte in polvere, nelle altre nazioni europee questo è possibile e i formaggi prodotti con latte in polvere possono essere commercializzati in Italia, senza alcuna informazione in etichetta, il che viene giudicato “inaccettabile” dalla risoluzione, perché pone il consumatore in “una situazione assurda”, dal momento che non può essere informato correttamente.

continua la lettura qui: Formaggi con latte in polvere: l governo vuole l’indicazione

leggi anche: Ue e latte in polvere, in troppi parlano a vanvera

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: