Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Un piacere selvaggio

6371733

I nostri antenati raccoglievano frutti enormemente più sani di quelli che troviamo oggi al mercato.

Nel corso dei millenni lo sviluppo dell’agricoltura ha privilegiato le colture più resistenti e proficue selezionando prodotti sempre più gradevoli al palato. Passi avanti notevoli, ma non privi di conseguenze negative.

Tra queste, il fatto che spesso mettiamo in tavola prodotti quasi privi di fitonutrienti, cioè di quelle sostanze che possono aiutarci a combattere molte delle malattie determinate dallo stile di vita occidentale.

Rimediare si può, basta sapere come. Imparando a scegliere, tra l’infinità varietà di frutta e verdura presente sul mercato, quelle ricchissime di elementi antiossidanti, antibatterici e antitumorali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: