Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Arriva una nuova pista ciclabile, ma chi la usa veramente?

Alla domanda posta nel titolo molti diranno: le auto.

Ed invece no.

Ci sono chiaramente i soliti idioti, ma negli orari in cui transito io sono veramente una minoranza e mi è capitato, vedendolo arrivare nello specchietto che faceva la furbata, di spostarmi casualmente a destra, quel tanto che bastava per impedirgli il passaggio magari per 20 secondi, ma erano 20 secondi di troppo per l’incivile che infatti gesticolava come un forsennato.

Mi permetto di aggiungere un fancucciolo, che avete rotto voialtri.

Ma torniamo a noi, nello specifico mi riferisco alla pista ciclabile in Viale Marche.

La pista che vedete nella foto qua sotto, altro non è che una corsia delimitata da una striscia gialla ed un’altra bianca, con i classici occhi di gatto che oltre a farsi vedere di sera, hanno un effetto dissuasivo se ci passi sopra con le ruote.

ciclabile (1)

C’è abbondante segnaletica, sia verticale, sia orizzontale che identifica chiaramente quella corsia come una pista ciclabile che dovrebbe consentire ai ciclisti il transito sulla carreggiata anzichè sul marciapiede come abitudine.

Pessima abitudine, come sottolineava tempo fa Maurizio Caprino sul suo Blog, ma anche abitudine obbligatoria in certi orari, perchè troppi automobilisti accendono il motore, ma non il cervello, e quindi restare sulla carreggiata è rischioso. 😦

La segnaletica c’è ed è chiara, eppure i ciclisti non riescono ad usufruire al meglio di questa pista ciclabile. Perchè?

ciclabile (2)moto 002

Spesso ho citato quell’indagine secondo la quale più della metà degli italiani ha difficoltà a comprendere i testi scritti e nel tempo mi sono convinto che sia purtroppo vero.

Ma in questo caso c’è da dire che se non capiscono neanche i segnali, siamo messi bene. Il cartello qua sopra riporta il simbolo della Bicicletta, sull’asfalto è disegnato il simbolo della bicicletta, eppure chi usufruisce della pista ciclabile è qualcun altro:

moto2 003

moto 001moto 003moto 005(una sequenza di foto scattate in poche centinaia di metri, nella stessa mattina.)

Ed ancora una volta, sembra che vi sia una nuova categoria di impuniti sulle strade ovvero gli stessi che transitano sul marciapiede (non a passo d’uomo) oppure percorrono zone Ztl dove il transito gli è espressamente vietato, senza che questi comportamenti abbiano conseguenze.

Sono stato motociclista per 17 anni, sono stato steso due volte da automobilisti distratti, ora sono un automoblista ed ogni giorno sono un pedone ed infine ho una moglie ciclista, a sua volta stesa ad uno Stop da un’automobilista.

Come sempre, non ne faccio una difesa di categoria, ma di civiltà e di rispetto delle norme ed anche del prossimo.

Spesso si legge di una richiesta di maggior tolleranza gli uni verso gli altri, io invece chiederei maggior rispetto.

Nel momento in cui ognuno rispetta le norme, gli spazi, le corsie, i segnali e quant’altro regola la circolazione, la tolleranza non serve. Si riuscirebbe a coesistere al meglio.

Naturalmente ci sarà chi non vede nessuna pericolosità in questo comportamento.

C’è invece da chiedersi se è al sicuro il ciclista che procede al suo passo e viene sfiorato da moto e scooter lanciati in velocità superiore al buonsenso, ma anche al Codice.

Pensiamo poi all’automobilista, spesso in colonna in quel tratto di strada e che quindi nello specchietto destro vede un tratto di strada dove dovrebbe esserci un ciclista che, andando piano, è ben visibile.

L’auto deve svoltare, mette la freccia (si spera), guarda nello specchietto, la strada è libera ed un attimo dopo svolta.

Ma lo scooter in velocità, che prima non c’era, ora c’è ed il risultato, spesso può essere uno solo…

scooter

(Foto tratta da: www.sanremonews.it)

 …e considerando che solo la scorsa settimana ne ho visti tre di maxiscooter sull’afalto, non sarebbe meglio evitare l’evitabile?

Annunci

4 commenti su “Arriva una nuova pista ciclabile, ma chi la usa veramente?

  1. ilprincipebrutto
    25 luglio 2013

    Domanda retorica: Immagino che mandare ai vigili le immagini, dalle quali si vedono chiaramente le targhe, sia fatica sprecata vero?
    .

    sicuri si diventa, Ride Safe.

    • paoblog
      25 luglio 2013

      ora che ho finito di ridere, 😀 ti rispondo…

      in merito alle moto (camion e bici) che transitano sul cavalcavia di Monte Ceneri, ho scritto ai vigili, con link che portavano alle foto – la “risposta” la trovi qui: https://paoblog.net/2010/09/06/ztl-e-motocicli/

      in merito alle auto in sosta vietata 24/24 in via Meli cosa che comporta un alto rischio per i pedoni, stessa cosa e stessa risposta inutile: https://paoblog.net/2013/06/04/milano-36/

      detto chiaramente, non gliene frega un cazzo, altro che invitare poi i cittadini a comunicare con le Autorità e via dicendo…. e la crisi, qui, non c’entra…

  2. Pingback: Le strisce pedonali che non servono, quelle che vorrei e… | Paoblog

  3. Pingback: Quando le moto transitano sul marciapiede | Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: