Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Prezzi pazzi per l’olio extra vergine. Sugli scaffali 70 marche e listini da 2,9 a 26 € /l. Come è possibile?

Oltre che alla lettura dell’articolo di Roberto La Pira,  consiglio anche la visione della puntata del 4 novembre di Mi Manda Rai 3  nella quale, dopo la vicenda dei frutti di bosco surgelati contaminati da Epatite A si affronta anche il problema dell’olio extravergine.

Articoli correlati: Troppe frodi nell’olio spagnolo (e la cosa interessa anche l’Italia…) – come vendere legalmente un prodottto di bassa qualità: L’olio deodorato

un articolo di  che leggo su Il Fatto Alimentare

Di fronte allo scaffale degli oli di oliva extra vergini anche gli intenditori hanno qualche momento di smarrimento. Il problema non è banale visto che in un supermercato si trovano decine di marche difficilmente distinguibili tra di loro. Per scegliere ci si può affidare all’etichetta, ma solo alcuni possiedono le conoscenze per interpretarla correttamente.

Nella maggior parte dei casi le informazioni sono tante ed è difficile individuare quelle importanti. Un’indicazione  però c’è sempre ed è l’origine, che francamente ha ben poco valore per valutare la qualità.

Le diciture differenziano  tra olio italiano, olio europeo e olio extra europeo. Alcuni indicano anche olio Mediterraneo giusto per fare capire che nella bottiglia si può trovare olio italiano, greco, spagnolo o tunisino.

Un ricerca dell’Università di Bologna ha presentato  una ricerca sulla percezione della qualità da parte del consumatore. Il lavoro è stato condotto prendendo in considerazione le marche di olio esposte in un supermercato di medie dimensioni, situato nel capoluogo emiliano a fine novembre basandosi sui  dati del settore forniti dall’Ismea.

Sugli scaffali sono state classificate 72 bottiglie di olio extra vergine di oliva, tra le quali 17 DOP, 2 IGP e una di olio biologico. I prezzi variano da 2,99 €/l per l’olio più economico, sino a 8,85 €/l, per quello più caro. Ma la scala prezzi si impenna quando si sceglie una bottiglia di extra vergine DOP, perché l’importo lievita sino a 26,2 €/l.

Difficilmente, in un supermercato si rilevano differenze di prezzo che arrivano sino a dieci volte come accade per l’olio extra vergine. Forse è  proprio la scarsa trasparenza del mercato che porta molti consumatori a scegliere sempre di più la marca in offerta speciale.

Questo articolo è stato scritto tre anni fa sul nostro sito, prendendo spunto da una ricerca di Tullia Gallina Toschi dell’Università di Bologna.

Osservando oggi lo scaffale di un grande supermercato la situazione risulta praticamente  identica. Niente è cambiato.

Possiamo solo ipotizzare che, come avveniva allora, molte bottiglie vendute a 2,99- 3,50 euro contengano significative quote di  olio deodorato (spagnolo e italiano)  e che il consumatore , oggi come allora, quando deve comprare, è molto confuso.

D’altro canto come fa un litro di extra vergine a costare come tre litri di latte? La risposta la dà un esperto come Alberto Grimelli che così scriveva nel febbraio 2012:

Prima di esaminare i prezzi e le voci di spesa va detto che il 40% dell’extra vergine venduto nei supermercati è acquistato in promozione a prezzi stracciati. Le aziende, sui lotti in promozione, non hanno margine di guadagno, oppure vendono in perdita. Per questo motivo i lotti a prezzo risicati non devono superare il 49% della produzione complessiva, altrimenti si rischia il default.

La categoria di olio che si compra nei supermercati in promozione a circa 2,60 €/l, è sempre pubblicizzata  nei volantini recapitati nelle caselle delle lettere. Il vantaggio delle aziende che portano avanti queste iniziative è di poter smaltire gli stock di olio invenduto, prima dell’arrivo sul mercato della nuovo raccolto.

L’olio è di bassa qualità ed è quasi sempre ottenuto da miscele di materia prima di varia provenienza comunitaria ed extra-comunitaria e la composizione può variare. Solitamente l’industria non trae profitto dalla vendita, ma utilizza questo accorgimento in modo preventivo per evitare perdite.

Un commento su “Prezzi pazzi per l’olio extra vergine. Sugli scaffali 70 marche e listini da 2,9 a 26 € /l. Come è possibile?

  1. Poppea
    11 novembre 2013

    Meno male che c’ho gli amici che producono olio…………

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: