Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Vodafone Rete Unica, se la conosci, la eviti

Aggiornamento del 10.12.2014: Il “dado è tratto” ovvero mollo Vodafone e rientro in Telecom; la differenza di prezzo è minima, ma nel complesso va bene così. I dettagli non sono importanti, ognuno fa le sue valutazioni.

Quello che mi preme dire è che tra qualche settimana non sarò più utente Vodafone e pertanto non potrò aggiornare il post.

Post che lascio online, ma i commenti sono chiusi.

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Articolo correlato – Assistenza Vodafone

Aggiornamento del 25.03.2010: In calce al post una mail inviatami dalla Vodafone

 


Purtroppo nell’autunno 2008 ho deciso che in azienda si passasse alla Rete Unica di Vodafone, che integra la telefonia con il servizio Voip, la linea Adsl, fax e centralino virtuale.

Vero è che finchè non si prova non si può sapere a cosa si va incontro, tuttavia vorrei invitare i lettori a non aderire a questo servizio, perchè il gioco non vale la candela.

I costi tutto sommato sono simili a quelli che avevo prima, mischiando il modem Tele2, il canone Telecom per 3 linee voce + 1 fax ed il traffico effettuato con Infostrada e Tele2.

L’idea di raggruppare il tutto sotto un unico operatore e staccarmi da Telecom, odiato monopolista, 😉 era alletante e francamente ritenevo Vodafone all’altezza di mantenere le promesse fatte.

A casa lo scorso anno mi ero staccato da Telecom ed ero passato a Vodafone, trasferendo il numero urbano su una Sim dedicata; in effetti la qualità della comunicazione non era sempre al top, ma onestamente utilizzando pochissimo il telefono, di fatto si spendeva 180 € al’anno di canone e consumo zero. Ora il consumo, a casa, resta prossimo allo zero, ma il canone l’ho salutato.

In azienda invece, non ci siamo. Una serie di problemi in fase di attivazione, Telecom dava la colpa a Vodafone, Vodafone alla Telecom, i tecnici Sirte che dovevano fare fisicamente i lavori davano la colpa a tutti quanti e l’attivazione languiva, poii finalmente poco prima di Natale la partenza.

La cosa migliore, per far capire il tutto, è copiare parte del testo della raccomandata che domani invierò alla Vodafone.

°°°

Facendo riferimento all’attivazione di Vodafone Rete Unica, avvenuta alla fine del 2008 e che ovviamente integra i servizi Voce e Dati, con la presente Vi informiamo che siamo decisamente insoddisfatti del servizio da voi offerto, sia per la lentezza degli interventi tecnici a seguito di nostre segnalazioni sia per le numerose interruzioni della linea, che ovviamente causano la mancanza della linea telefonica (voce), di quella dedicata al fax ed al collegamento Internet e, conseguentemente, della posta elettronica.

Riteniamo sia evidente che oggigiorno un’azienda non può permettersi di restare isolata senza incorrere in danni economici a causa dell’impossibilità di comunicare con la Clientela, cosa questa che può anche portare alla mancata acquisizione di ordinativi, soprattutto quando si tratta di materiale urgente, cosa questa molto frequente nel nostro campo; considerando poi la crisi che ancora attanaglia il mercato, non è piacevole la possibilità concreta di perdere ordini perché non si riesce ad essere contatti dalla Clientela.

L’ultimo episodio si è verificato il giorno 7 settembre 2009 è la linea è stata fuori servizio dalle ore 08.50 (circa) sino alle 15.15, impedendoci di fatto, come già detto, qualsiasi comunicazione in entrata ed uscita, incluso l’utilizzo di Internet, con annessi e connessi.

Abbiamo inviato un sms al Personal CIC alle ore 09.17 del 7 settembre e siamo stati richiamati dal vostro operatore verso le 11.00 e dopo alcuni tentativi di accensione/spegnimento del router e di collegamento diretto di un telefono, ci è stato comunicato che sarebbe stato richiesto l’intervento di un tecnico.  (Pratica n. xxxxxxx – Operatore: xxxx). 

Il tecnico ci ha contattati alle ore 13.45 dell’8 settembre per concordare l’intervento, senza peraltro essere a conoscenza che la linea era ritornata.

In ogni caso, anche senza considerare quest’ultimo episodio, peraltro molto grave per quanto ci riguarda, allo stato dei fatti, risulta alquanto presuntuosa (e falsa) la frase da voi scritta sulla pagina web relativa al servizio Rete Unica, dove era scritto: “Scegli l’affidabilità e l’innovazione Vodafone anche per la rete fissa del tuo ufficio”.

Voi la potete chiamare affidabilità, ma resta il fatto che stiamo subendo più interruzioni del servizio in meno di 12 mesi con Vodafone che in oltre trent’anni con il gestore precedente.

Riteniamo che un operatore debba assicurarsi di avere la capacità di offrire un servizio efficiente e garantito 24 ore su 24, prima di porsi sul mercato e per quanto ci riguarda, la Vodafone non si sta dimostrando all’altezza di mantenere quanto pubblicizzato. Tra l’altro la qualità del servizio Voce è spesso scadente, come segnalatoci più volte dai nostri interlocutori che di fatto non sentono la nostra voce oppure la sentono con un certo eco e/o disturbo di fondo, costringendoli a fare chiamate supplementari.

Operare sul mercato della telefonia significa molto di più che permettere all’utente di effettuare una semplice telefonata.  E’ necessario ricordare, infatti, che oggigiorno il servizio di telefonia supporta anche il collegamento ad Internet che è parte integrante nella gestione aziendale consentendo, tra le altre cose, operazioni bancarie e pagamenti vari; ad esempio l’interruzione di cui sopra è avvenuta nel momento in cui stavamo effettuando il pagamento online di un tributo e la mancanza della linea ci ha lasciati in un limbo, nel quale sembra che l’operazione di pagamento si sia conclusa, ma senza averne una conferma immediata e meno che mai una ricevuta, cosa questa alquanto seccante, considerando la scarsa elasticità delle istituzioni in caso di contestazioni.

Considerando che ogni bimestre paghiamo regolarmente le vs. fatture, ci aspettiamo in cambio un servizio regolare e continuo e, in caso di saltuari malfunzionamenti, un intervento rapido e risolutorio.

°°°

Detto questo ricordo a tutti i lettori che hanno problemi simili che dopo aver inviato il reclamo al gestore (chiunque sia) ed aver atteso la risposta (qualunque essa sia) è possibile inviare una segnalazione all’Autorità Garante delle Telecomunicazioni.

Giusto per curiosità controllate il vostro contratto, prima di scrivere al Garante; Vodafone, ad esempio, si prende 60 giorni di tempo per rispondere…. Mica pochi.

In chiusura vi segnalo alcuni Forum dove utenti insoddisfatti parlano delle loro vicende:

http://www.nntp.it/tlc-gestori/1203190-vodafone-rete-unica-un-fiasco.html

http://groups.google.it/group/it.tlc.gestori/browse_thread/thread/d4de2e8d06085946

http://www.vwgolfclub.it/forum/lofiversion/index.php/t56845.html

* * * *

Importante:

Per risolvere le controversie con i gestori di telefonia esiste la procedura di conciliazione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, anche se bisogna ricordare che da anni Telecom Italia e TIM hanno costituito con le Associazioni dei consumatori appositi organi di conciliazione riconosciuti dall’Autorità stessa.

Gli utenti che lamentano la violazione di un proprio diritto o interesse devono indirizzare la propria domanda di conciliazione al Corecom competente per territorio, utilizzando il formulario UG  (attualmente è possibile ricorrere soltanto ai Corecom di:  Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Basilicata, Calabria) .

Se nel frattempo il gestore ha sospeso il servizio, l’utente può chiedere l’intervento dell’Autorità per la riattivazione del servizio stesso, inviando il formulario GU5 al Dipartimento garanzie e contenzioso della medesima Autorità.

E’ possibile poi richiedere la definizione della controversia da parte dell’Autorità qualora il tentativo di conciliazione abbia avuto esito negativo, presentando apposita istanza mediante il formulario GU13.

Per segnalare le violazioni delle norme di settore da parte delle società telefoniche è necessario utilizzare il formulario S, inviandolo mediante raccomandata A.R. all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e per conoscenza a quest’Unione.

Fonte: http://www.consumatori.it

° ° °

Pubblico una mail inviatami dalla Vodafone nei giorni scorsi:

Le scrivo in merito alla discussione su Vodafone Rete Unica che si e’ sviluppata sul suo blog. Siamo consapevoli che si sono verificati disservizi su alcuni clienti che hanno generato una conseguente insoddisfazione.

Convinti che gli sviluppi tecnologici che abbiamo apportato al servizio possano aver in gran parte risolto il disagio provocato, ci scusiamo di nuovo a nome dell’Azienda.

Riteniamo che la Rete sia uno strumento utile e prezioso anche in questi contesti. A tal fine,  vorremmo prendere contatto con lei e con le persone che hanno manifestato la propria insoddisfazione sulle pagine del suo sito in modo da essere il più possibile tempestivi ed efficaci nella risoluzione dei problemi descritti.

Ci impegniamo a intervenire in modo rapido e definitivo su casi dei quali venga a conoscenza,  con questo obiettivo puo’  utilizzare la mail sotto indicata per le segnalazioni

Ringraziamo lei e quanti hanno trovato voce sul suo blog per i numerosi spunti di riflessione: ne faremo tesoro per rendere sempre migliore il servizio offerto a tutti nostri clienti.

Achille Magni
Responsabile Clienti Aziende
Vodafone Italia

°°°

Facendo riferimento al mio commento del 30 ottobre, la cui veridicità è stata messa in dubbio da Max, pubblico la copia della mail ricevuta in azienda:

 

181 commenti su “Vodafone Rete Unica, se la conosci, la eviti

  1. Max
    21 marzo 2015

    Buonasera, ho appreso del suo abbandono Vodafone, per migrare vs Telecom.
    Mi chiedo come possa un’azienda (se Lei ha avuto VRU penso lo sia), riuscire a stare insoddisfatta per 7 anni; nemmeno il più sciagurato degli imprenditori lo farebbe. Da sadici professionisti!
    Evidentemente il “gusto” di scrivere e bloggare ha superato i bisogni di comunicare, funzionali alla sua azienda. Beato lei che ha tempo di farlo.
    Adesso magari apra un blog Telcom Impresa Semplice “se la conoscil la eviti” e non si faccia mancare nulla.
    Io saró qui a seguirla accanitamente.
    Evviva il PIL italiano, che cresce con i blog!

    • paoblog
      22 marzo 2015

      Rispedisco il sarcastico commento al mittente.

      A suo tempo ho scritto che dopo un paio d’anni VRU ha avuto un miglioramento tecnico, il che testimonia il fatto che non abbia scritto contro Vodafone per partito preso, resta il fatto che installare VRU aveva richiesto delle spese che non potevamo gettare dalla finestra, tanto più considerando la crisi perenne di liquidità.

      Detto ciò, non avendo intenzione di passare ad un altro gestore alternativo, aspettavo il momento per rientrare in Telecom, cosa della quale, peraltro, ora come ora sono soddisfatto, sia a livello di qualità del servizio (comunque migliore rispetto a Vodafone) sia a livello di assistenza tecnica e/o commerciale, in questo caso decisamente superiore a Vodafone, senza voler fare di tutta un’erba un fascio, tanto è vero che c’è un post dedicato ad una commerciale Vodafone che sapeva fare il suo lavoro con professionalità.

      Infine, sebbene non sia tenuto a dare giustificazioni sulle nostre scelte aziendali (che lei in ogni caso non può permettersi di criticare, tanto più senza nulla sapere in merito) avendo passato fasi in cui non era certo il futuro aziendale, abbiamo dato priorità ad altre decisioni, piuttosto che quella di cambiare un gestore telefonico di un telefono che di fatto non suona mai.

      Va da sè che per decidere era necessaria un’offerta che contenesse un vantaggio anche economico e/o che non comportasse spese aggiuntive per ripristinare il precedente impianto. Offerta che è arrivata con un agente che è andato oltre i pacchetti base di Telecom, calibrando l’offerta al meglio.

      In ogni caso faccio notare che ricevo ancora commenti critici da parte di utilizzatori di VRU, tutti personaggi che ovviamente non sanno quel che scrivono rispetto ad un consulente che lavora con Vodafone, sicuramente più imparziale nei suoi giudizi.

      Resta il fatto che cronologicamente parlando i post su VRU sono piazzati piuttosto in là nel Blog, uno li trova solo se li cerca ovvero se efffettua delle ricerche specifiche sui motori di ricerca e vien da chiedersi perchè ci siano persone che fanno queste ricerche se VRU non dà problemi. Forse anche loro, come me, hanno tempo da perdere.

      Quindi se ancora ad inizi 2014 su altri Forum leggo un commento (argomentato) di questo genere: “chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa’ quello che lascia non sa’ quello che trova” … qualcosa vorrà dire …

      Il gusto di scrivere e postare ce l’ho, ma di certo non ho bisogno di sfruttare i post SU VRU per avere lettori che, in ogni caso, leggono gratis, per cui di vantaggi personali dal loro afflusso non ne ho.

      Dopo di che se sarà il caso di aprire un post Telecom Impresa Semplice per segnalare eventuali problematiche lo farò, a testimonianza del fatto che non ho nel mirino Vodafone o pincopallo.

      In ogni caso, non c’è bisogno di seguirmi assiduamente, anzi, visto il fastidio che le provoco, meglio evitarmi come la peste.

  2. Antonio Versaci
    30 gennaio 2015

    Infatti,

    Ovviamente ognuno di noi fa le proprie valutazione in base all’esperienze vissute, rispetto le mie, ritengo di aver travato “finalmente” un operatore che mi da risposte concrete sul servizio voce/fibra ottimo, inoltre ritengo(questo intendo sottolinearlo) cosa molto valida di essere seguito e aggiornato grazie ad un consulente che in ogni momento risponde al telefono cosa che al momento x quanto mi riguarda fà la differenza, visto che con telecom ero costretto a starmi ore al telefono con il servizio clienti (senza trovare soluzioni adeguate ne ai disservizi di linea ne ai costi di fatturazione).

    Sicuramente in rete se ne trovano di esperienze negative sui vari operatori (probabilmente se cercassimo commenti su wind, telecom, fastweb etc… in gran parte non sarebbero lusinghieri).

    In ogni caso la ringrazio per avermi dato la possibilità di esprimere il mio pensiero in questo suo spazio e la saluto cordialmente.

    • paoblog
      30 gennaio 2015

      commenti argomentati e con toni civili sono sempre ben accetti

      vero anche che anche recentemente un addetto ai lavori ha indicato nel commerciale il vero punto debole di Vodafone ovvero se si è seguiti da un agente preparato la strada è in discesa.

      Vale per ogni operatore, ovviamente, dato che quando si tocca l’argomento degli operatori della telefonia, di chiunque si parli, di utenti scontenti ce ne sono a iosa.

  3. Antonio Versaci
    30 gennaio 2015

    Buongiorno, visto l’argomento vi aggiungo il mio commento riguardo la mia esperienza personale.

    Ho attivato una Vodafone Rete Unica in settembre 2014. Devo dire che rispetto ai disservizi avuti con la monopolista telecom (fatturazioni esagerate, connettività discontinua, etc..) ho trovato la soluzione adatta alle mie esigenze, ritengo, in disaccordo, con i commenti che ho letto che Vodafone sia un operatore serio e affidabile.

    Poi per carità tutte le Aziende hanno dei difetti (compresa Vodafone) ma fare delle singole esperienze dei dati di fatto mi sembra esagerato. Per la mia piccola realtà Vodafone mi ha “aiutato” a sviluppare meglio il mio lavoro riducendo anche i costi di gestione.

    Saluti

    • paoblog
      30 gennaio 2015

      fare delle singole esperienze dei dati di fatto mi sembra esagerato

      Vale in entrambi i sensi no? Ovvero io ho raccontato la mia esperienza (costosa e fallimentare) raccontando esperienza, citando fatti e documenti; la maggior parte dei commenti ricevuti dai lettori sono negativi e sul web sono molti gli spazi dedicati a VRU nei quali si raccontano esperienze ben peggiori.

      Va da sè che ognuno leggere i Pro ed i Contro, farà le sue valutazioni e deciderà il da farsi. Come detto sono rientrato in Telecom da un paio di settimane. Vedi: https://paoblog.net/2015/01/20/utenze-52/

      Spendo un pò meno, la qualità della voce è finalmente all’altezza ed la velocità dell’Adsl è raddoppiata. Ho avuto un piccolo intoppo tecnico e la risposta del Servizio assistenza è stata rapida ed efficiente.

  4. paoblog
    10 dicembre 2014

    Il “dado è tratto” ovvero mollo Vodafone e rientro in Telecom; la differenza di prezzo è minima, ma nel complesso va bene così. I dettagli non sono importanti, ognuno fa le sue valutazioni.

    Quello che mi preme dire è che tra qualche settimana non sarò più utente Vodafone e pertanto non potrò aggiornare il post.

    Post che naturalmente lascio online e con i commenti aperti in modo tale che i lettori possano lasciare un parere e/o confrontarsi con eventuali commerciali Vodafone che mettano la loro esperienza a disposizione per risolvere eventuali problemi.

    Assumerò solo il ruolo di moderatore, per cui ricordate: niente commenti in tutto maiuscolo, niente insulti e via dicendo.

  5. Simone
    4 luglio 2014

    personalmente nella mia esperienza con vru grossi problemi non li ho mai riscontrati, qualche anomalia ma nulla di chè…ma questo è solo personale, ora sinceramente ai clienti che mi chiedono una consulenza per la gestione e il miglioramento dei costi di telefonia e dati propongo una compagnia italiana altamente affidabile sopratutto sul settore business con costi estremamente competitivi…

    Non pubblico nomi di aziende perchè non mi sembra corretto, chi fosse interessato può sempre contattarmi in privato, poi se il blog lo permette e può essere di interesse per un confronto ..

    • paoblog
      4 luglio 2014

      Di solito non consento la pubblicazione di nomi di aziende per evitare forme di autopromozione che lasciano il tempo che trovano, dato che non si può chiedere all’oste se ha del buon vino 😉

      Tuttavia se qualcuno volesse contattare Simone privatamente per avere informazioni in merito, può scrivere a me oppure lasciare un commento in tal senso (senza pubblicare qui la mail) e poi ci penso io

      • Simone
        4 luglio 2014

        Perfettamente concorde su tutta la linea…

  6. luca
    13 giugno 2014

    Date un’occhiata qui, a me hanno risolto un bel problemone creato dalla signora Vodafone!!!! http://www.netsystembo.com/guaio-lasciare-vodafone-vru/

  7. valerio
    3 giugno 2014

    Vodafone non mi ha mai soddisfatto e a quanto vedo non sono l’ unico..

  8. Roberto
    2 aprile 2014

    ai miei clienti insoddisfatti faccio sottoscrivere per le proprie telecomunicazioni aziendali Welcome Italia, un’ altro pianeta!

    • Fabio
      18 Maggio 2014

      Salve Roberto, mi farebbe piacere scambiare due parole con lei, da “futuro potenziale collega”, Riesce a darmi un suo riferimento ?
      Grazie

      • Roberto
        19 Maggio 2014

        a disposizione per qualsiasi info nelle mie competenze.
        Saluti

      • fabioarm
        19 Maggio 2014

        Sarebbe ottimale se potessi chiamarla, riesce a darmi un suo recapito su (indirizzo mail cancellato)
        Grazie

      • paoblog
        19 Maggio 2014

        suggerisco di non pubblicare la mail al fine di evitare anche che l’indirizzo sia raccolto dagli spammer, oltre che per ragioni di privacy.

        Ho gli indirizzi mail di entrambi, se volete vi invio una mail con i rispettivi indirizzi.

      • Roberto
        19 Maggio 2014

        sarebbe ottimo, grazie Paolo

      • fabioarm
        19 Maggio 2014

        concordo anch’io, altrimenti non ne usciamo più 😉

  9. Paoblog
    1 aprile 2014

    Un’amica giornalista sta collaborando alla preparazione di una puntata che andrà in onda su un canale nazionale la prossima settimana e sta cercando utenti arrabbiati con Vodafone o Teledue.

    Chi fosse interessato è pregato di inviarmi una mail, indicando i suoi recapiti (mail e/o telefono) ed ovviamente autorizzandomi a comunicarli alla giornalista in questione.

    Garantisco che i dati non saranno forniti ad altri, senza richiedere un nuovo consenso.

    Serve collaborazione, che se non ci aiutiamo fra di noi…

    P.S. Negli ultimi due anni tre di voi sono finiti in onda ed un altro è stato intervistato da una rivista di consumatori, per cui mettersi in gioco paga…

    • gianni vecchietti
      1 aprile 2014

      io ci sono: sono assolutamente insoddisfatto di come ( non) hanno gestito le mie lamentele ed esposti vari. Ho inviato mail certificate, fax, telefonate ma … niente: solo fatture di più del doppio pagate prima. sono dei farabutti.

      gianni

      • paoblog
        2 aprile 2014

        Grazie della disponibilità, ho già inviato i dati all’amica, ma come detto nella mail, ho cancellato nel commento l’indirizzo mail, che non è il caso di pubblicarlo, fosse solo per evitare che venga raccolto dagli spammer 😉

  10. Pingback: Vodafone Rete Unica: come risolvere eventuali malfunzionamenti

  11. gianni
    17 dicembre 2013

    anche io in azienda sono passato a vodafone con i Voip, ma è uno schifo.Inviato mail e chiamate sul numero 42323 ma risposte = zero.

    Pensavo di denunciarli per truffa, ma si va per avvocati e allora è peggio. Oppure volevo postare su youtube un filmato dove massacravo a randellate un centralino vodafone spiegandone il motivo. Sarebbe una bella pubblicità. Che ne dite?

    Grazie

    • paoblog
      18 dicembre 2013

      Per quel che mi riguarda, preferisco argomentare le mie proteste, cercare tutte le maniere civili per ottenere il rispetto dei miei diritti di utente e consumatore, le martellate ai centralini oppure alle auto le lascio a chi crede che sia una maniera corretta per esprimere il proprio scontento.

      Per fare cattiva pubblicità è sufficiente raccontare lapropria esperienza e, volendo, fare una campagna di boiccottaggio, basata sui fatti.

      Ricordo inoltre al lettore che la parola Truffa deve essere utilizzata a ragion veduta, in quanto è facile passare dalla parte del torto, e rischiare un’accusa per diffamazione. Non è che scrivendo sul web si sia immuni dal codice penale.

      In ogni caso in questo caso specifico si può sicuramente parlare di carenze tecniche, commerciali, di assistenza, così come di violazioni contrattuali,forse.

      La truffa è un’altra cosa, presuppone infatti che si venda un servizio sapendo benissimo di non poterlo offrire, ad esempio. In questo caso il servizio offerto è sicuramente al di sotto delle aspettative il che presuppone come detto delle mancanze contrattuali per le quali forse ci sono le basi di un risarcimento per danni e/o per la risoluzione del contratto stesso.

      In ogni caso il Corecom è lì apposta, come stanno dimostrando le iniziative degli utenti Italiacom.

      In ogni caso, pur vedendo

      • gianni
        18 dicembre 2013

        va bene fare i gentili, ma quando ti prendono totalmente in giro, vendendoti prodotti che non funzionano e spacciandoli per ottimi, che fai? Il gentile? Chiedi ” mi scusi, ma mi avente venduto un bidone, cosa faccio?” e così di seguito. Io non vado a sfregiare auto, ma il centralino l’ho pagato io e ne posso fare quello che voglio e fare un bel filmatino dove prendo a bastonate il centralino che non va, sarebbe una bella pubblicità per vodafone.Magari si danno una mossa a sistemare il tutto……

      • paoblog
        18 dicembre 2013

        Tu sei qui di passaggio, io ho il Blog dal 2008 e tramite queste pagine di battaglie per il rispetto dei miei diritti e di quelli degli altri, ne ho combattute parecchie, talvolta si vince, talvolta si perde.

        Dopo di che ognuno le sue battaglie le combatte come vuole. Per quel che riguarda la mia esperienza personale, ho appurato che servono costanza, determinazione e tanta pazienza.

        Un video di te che prendi a martellate il centralino secondo me lascia il tempo che trova. Eclatante, liberatorio, quello che vuoi, il centralino è tuo, dagli pure fuoco, ma l’impatto sarà effimero come una fiammata.

        Per quello che vede te che dai 3 martellate al centralino, potresti essere un pazzo qualsiasi come un utente incazzato, chi può dirlo? Diverso potrebbe essere il video a supporto delle parole già dette.

        Va da sè che ognuno ha le sue opinioni ed il suo approccio ai problemi. Tu le martellate, io le parole. Però dopo le martellate a te resta un centralino rotto, a me dopo le parole restano persone che leggono, condividono, si sentono stimolate a reagire.

        P.S. Dato che durante queste battaglie di diffide legali, minacce più o meno velate, ne ho ricevute, parlo ancora per esperienza diretta; le mie rogne me le smazzo io, ma ti suggerisco di non cercarne di inutili, utilizzando termini come truffa.

      • gianni
        18 dicembre 2013

        tengo presente quello che dici e ti terrò informato del prosieguo della vicenda. Però rimane il fatto che si perde tanto tempo, pazienza, efficienza e soldi a causa di questi fornitori farlocchi.
        grazie

      • paoblog
        18 dicembre 2013

        Su questo non ci piove. L’iter dellaa rateizzazione delle bollette Eni la dice lunga: https://paoblog.net/2011/06/21/eni-2/

  12. roberto
    26 settembre 2013

    Ciao, un quesito:
    se un’ azienda cliente rete unica cambia operatore per le linee fisse, i mobili associati che fine fanno?
    Rimangono attivi?
    c’è una procedura per poterli mantenere attivi?
    Ringrazio anticipatamente
    Roberto

    • paoblog
      26 settembre 2013

      la risposta certa non ce l’ho, al momento, tuttavia verificando sulla fattura ho notato che il Codice di migrazione, necessario per passare linee e numeri ad un altro gestore è abbinato ai soli numeri fissi.

      Vien da pensare perciò che non sia fattibile per il numero mobile, per il quale tuttavia la portabilità è ormai abituale. Ritengo che la cosa migliore sia chiedere chiarimenti al nuovo gestore, facendosi però garantire per iscritto tale opzione, che pur di vendere c’è gente che (a parole) promette di tutto…;-)

      • Marco
        4 ottobre 2013

        Io sono uscito da rete unica e i numeri dei cellulari li ho portati sotto rete riicaricabile 3, quindi sicuramente puoi mantenerli.
        Ciao

      • roberto
        4 ottobre 2013

        Grazie Marco, confermo dalle mie ricerche che i numeri mobili rimangono attivi…sarebbe assurdo che oltre a perdere le linee fisse dismettessero i mobili, perdendo completamente il cliente.
        ciao

  13. Enrico
    17 agosto 2013

    Vorrei dire anche che non sono chiare le offerte di Vodafone. Infatti se uno va sul sito e si fa i conti questi non combaciano mai con le fatture che riceve, che di solito sono più elevate. Questo non mi capitava con Telecom.

  14. Enrico
    17 agosto 2013

    Scusate se rispondo in ritardo ,la penale di 100€ mi deve essere stata applicata perché hanno cambiato il mio contratto prima della scadenza. Ma io non ho chiesto il cambio, mi è stata solo offerta una tariffa più vantaggiosa, a detta dell’operatore Vodafone
    Mi hanno detto che la penale è stata stornata sulla prossima fattura, dopo tantissime telefonate, ho dovuto minacciare di cambiare gestore.
    A Chiara rispondo che con VS partita Iva mi è stato collegato il vecchio fax che funziona benissimo.

  15. Chiara
    8 agosto 2013

    Salve, il mio problema è un pò diverso e spero che qualcuno possa fornirmi dei chiarimenti:
    a settembre 2011 stipulo contratto con un agente per vodafone adsl tefono fax e internet, era prima utenza mi assegnano delle numerazioni telefoniche voce e fax ma per l’ adsl attesa di intervento telecom.

    Dopo diverse segnalazioni che quelli della telecom non venivano per l’attivazione dell’adsl un bel giorno a giugno 2012 le schede risultano disattivate e quindi perdo le numerazioni telefoniche che nel frattempo ( 9 mesi) avevamo provveduto a pubblicizzare.

    Giù a telefonare alla Vodafone e all’agente ma niente i numeri persi nessun risarcimento. Ad agosto 2012 stipulo un nuovo contratto con agente che prevede cordless per voce, ministation fax e internet key ready. In data 20/9/2012 mi consegnano i dispositivi; il fax non funziona mi dicono di portarlo in assistenza, siamo al 24/9 me lo restituiscono il 10/10, il fax funziona per un pò e poi niente.

    Telefono al servizio cliente per le lamentele etc etc, nulla di niente. Siamo ad oggi 7/8 il fax non funziona.

    Sborsiamo € 17.10 bimestrali + iva per un servizio che non funziona, ho chiesto più volte che mi risolvano il problema ma niente. Ho chiesto la sostituzione a domicilio ma niente, il rimborso di quanto ingiustamente pagato e continuo a pagare per il canone fax che non funziona ma mi hanno detto che devo inoltrare disdetta ma io penso che debbano risolvermi il problema. Già abbiamo speso tanti soldi per cambiare i numeri telefonici su inserzioni, manifesti e depliant, ora dovremmo farlo di nuovo.

    Poichè le numerazioni sono di vodafone non posso nemmeno passare ad altro gestore. Nè posso appellarmi al fatto che l’agente mi aveva detto che nella nostra zona eravamo coperti dall’adsl ma telecom sembra non pensarla così che posso fare?

    • paoblog
      8 agosto 2013

      il mese di agosto non è il periodo migliore per prtestare dato che in questa italietta si ferma tutto, tuttavia suggerisco la lettura di questi post:

      https://paoblog.net/2010/03/15/i-nostri-diritti-procedure-di-conciliazione/

      https://paoblog.net/2012/07/25/utenze-26/

    • paolo dal pont
      8 agosto 2013

      Mi dispiace per te, sei caduta in mano alla mafia. non c’è niente da fare e la legge contro cosa nostra non può fare nulla visto che ne fa parte. Parola di uno che per queste cose ha quasi chiuso e ha dovuto licenziare 4 persone.

      • Max
        9 agosto 2013

        Buongiorno Sig. Dal Pont, leggendo dei commenti passati, ho notato che il numero dei dipendenti licenziati cambia di volta in volta.
        Ma é possibile che si licenzi e si chiuda a causa di Vodafone? Ne passa di acqua sotto i ponti…
        La crisi e le sue capacità imprenditoriali sono esenti da colpe?
        Eddai…

        Max

      • paolo dal pont
        9 agosto 2013

        Caro max,
        ti voglio vedere quando ti vengono a mancare i numeri di telefono perchè te li perdono e non rispondono delle loro azioni e i telefoni sono su tutte le targhette di identificazione CE delle macchine prodotte da noi in giro per il mondo e su tutti i manuali di istruzione degli stessi e per mesi non ci trova più nessuno e a causa della concomitante crisi ti crede morto. Informati di quello che ci è successo prima di sputare sentenze. Tra l’altro dei ventitre costruttori di macchine da stampa in italia prima della crisi SIAMO rimasti in quattro perciè, a proposito delle mie capacità imprenditoriali lascia perdere e mangia polenta. Ho settantanni quasi e lavoro da cinquanta. Tu chi sei? Io ci metto nome, cognome indirizzo e faccia . Tu che ci metti? E poi rispondi:
        PERCHE’ QUESTI CRIMINALI DI VOVAFOGNE NON RISPONDONO ALLA CAMERA DI COMMERCIO, ALL’AVVOCATO E, PRIMA ANCORA ALLE MAILS E ALLE RACCOMANDATE? QUANDO UN INDIVIDUO SIA PERSONA FISICACHE GIURIDICA SI COMPORTA IN TALE MANIERA COME LO GIUDICHI?
        SE HAI UNA RISPOSTA SERIA DAMMELA O MEGLIO, VISTO CHE DIFENDI LA CAUSA DI QUESTI MALFATTORI, PERCHE’ NON MI CI FAI PARLARE? O ANCHE TU SEI DI QUELLA RISMA? A ME NON DA SOLDI NESSUNO PER SMASCHERARE LE INFAMIE DI QUEI MAIALI (SCUSA MA SONO A CORTO DI EPITETI) ANCHE PERCHE’ QUELLO CHE HO SUBITO E’ DOCUMENTABILE. MA TU PERCHE’ DIFENDI IL DELINQUENTE E NON LA VITTIMA? SORGE SPONTANEA LA DOMANDA: CHI TI PAGA?
        SALUTI
        PDP

      • Max
        9 agosto 2013

        Stia sereno, non c’è bisogno alcuno di riscaldarsi, no stiamo giocando a guardie e ladri. di lei su internet non c’ è traccia, lei può essere chiunque con quel nome. I suoi numeri di telefono sono spariti.. Bene, c’é un solo motivo che giustifica la disattivazione: i mancati pagamenti delle bollette. Le sue erano a posto?
        Essendo così navigato, se questo è il suo caso, dovrebbe sapere che qualsiasi erogatore di servizi telefonici e non (Enel agisce nella medesima modalitá, no soldi no energia), a fronte di fatture non pagate, sospende le utenze, a prescindere dal livello di disservizio subito. Vada a leggersi il codice civile e, visto il suo intuito, capirá velocemente. É assurdo che il suo avvocato le abbia permesso di non pagare; con i disservizi documentati poteva andare in giudizio, ma con importi aperti sulle fatture si passa al torto.
        Forse si è tirato da solo la zappa ai piedi.. Ho fatto bingo???

        Tanti saluti.

      • paolo dal pont
        9 agosto 2013

        mi rispondi alla domanda: “perchè non si fa vivo nessuno?”
        Il resto è aria fritta. Non nascondiamoci dietro ad un vetro! Davanti ad un interlocutore tutto è chiaro e/o chiaribile; di fronte al nulla tutto è possibile e niente è chiaro.
        pdp

      • paoblog
        9 agosto 2013

        Si raccomanda vivamente di evitare il tutto maiuscolo. Grazie

      • paoblog
        10 agosto 2013

        Max, ti invito a non gettare benzina sul fuoco, con certe affermazioni, che innescano facilmente un flame.

        Le ragioni della perenne arrabbiatura di Dal Pont sono storia conosciuta, tuttavia resta il fatto che senza comunicazione (e non sono poche le aziende che qui hanno espresso lamentele in tal senso), il problema c’è e non è facilmente risolvibile. E di questi tempi capita anche a me di essere contattato chiedendo se siamo ancora aperti…figuriamoci se non riuscissero a contattarmi per settimane.

        Vero che Dal Pont potrebbe essere in difficoltà per colpe sue, senza la complicità dei disservizi Vodafone, ma vero anche che è fuori luogo tirare in ballo le sue capacità imprenditoriali; in periodi come questi dove molte aziende restano aperte solo perchè gli imprenditori fanno i salti mortali per salvare posti di lavoro ed investimenti ultradecennali, come minimo ad uno salta la mosca al naso se vengono tirate in ballo le sue capacità lavorative, tanto più da uno che non sa nulla della sua storia lavorativa.

        Resta il fatto che se ancora oggi (l’ultimo commento in tal senso è dell’8 agosto) ci sono aziende che segnalano malfunzionamenti che danneggiano il lavoro, vuol dire che i problemi, seppur ridotti, ci sono, e non è facendo ironia su chi si arrabbia che le cose si risolvono. Molti clienti Vodafone (così come di altri gestori) sono già stati presi in giro, a caro prezzo.

      • Max
        11 agosto 2013

        Tutto voleva essere il mio commento, fuorchè ironico, te lo garantisco.
        Sono imprenditore da 20 anni, nochè socio di un’azienda con 104 dipendenti, quindi non vivo sulla luna e la crisi la prendo per le corna tutti i giorni..
        Siccome da imprenditore ho sempre cercato di difendere la mia azienda da ogni insidia, ho semplicemente sottolineato il fatto che non pagare una bolletta di un servizio, genera rogne esclusivamente per l’azienda; il tutto poi è tristemente avvallato dalla legge, che oggi dà torto a chi non paga, a prescindere dal disservizio patito.
        Ergo: se un imprenditore dà ordine alla sua amministrazione di non pagare una utenza telefonica, oltre a mettere a repentaglio LA VITA dell’azienda, mette in discussione la propria “vision” aziendale. Questo é il mio pensiero, che non vuole in nessun modo qualificare Dal Pont e il suo livello imprenditoriale, ci mancherebbe.

        Detto questo, essendo attento lettore del suo blog da tempo, ho purtroppo letto di tantissimi disservizi, tutti dolorosissimi, ma solo nel caso di Dal Pont (e forse in qualche altro caso sporadico), si è arrivati alla perdita definitiva dei numeri, segnale questo che purtroppo mi da ragione sul fatto che non pagare un’utenza di qualsiasi genere non è ne saggio, ne lungimirante.
        Questo penso sia un punto importante per tutti coloro che subiscono danni da aziende utilities di ogni genere: pagare sempre, tenere duro, mettere su carta ogni comunicazione ufficiale e poi andare eventualmente in giudizio, ma con i pagamenti a posto; sarà un punto di forza importantissimo che non permetterà al fornitore di appellar si a nessun tipo di scusante.

        Scusate la lungaggine. Un saluto.

        Max

  16. Enrico
    19 luglio 2013

    Dopo il megasconto mi è stata applicata una penale di 100 euro, PAZZESCO, ho dovuto fare 14 telefonate per capire come mai il mio ultimo conto fosse arrivato a 397 euro dai 310 precedenti.
    Ho minacciato di andarmene e subito l’importo della penale mi è stato stornato.
    Non si può perdere una serata dietro ai loro errori.

    • paoblog
      19 luglio 2013

      Per curiosità ed al fine di offrire un commento dettagliato agli altri lettori, a che titolo è stata applicata la penale?

      Lo chiedo perchè anche se in maniera talvolta fumosa, di solito sulle bollette c’è una nota che ne spiega le ragioni che, beninteso, possono benissimo essere errate o pretestuose.

      Faccio riferimento alla mia esperienza con Eni e con le numerosi penali a mio favore che hanno dovuto sborsare… 😉

  17. Enrico
    26 giugno 2013

    Attenti ho Vodafone soluzione Lavoro P-IVA ed ho chiamato il 42323 perché le mie fatture viaggiavano sui 310 € a bimestre.
    Gli ho detto che se avessi optato per Vodafone casa avrei speso molto meno e passando, per il cellulare, dalla tariffa relax ad una ricaricabile avrei risparmiato un mucchio di soldi.
    L’operatore mi ha subito applicato un mega sconto anche se il contratto è ripartito per altri 2 anni.
    Protestate fatevi sentire.

  18. Paoblog
    7 giugno 2013

    Faccio una semplice considerazione basata sulla verifica delle letture del post.

    Nel trimestre, ad oggi, questo post ha avuto quasi 1000 letture.

    Poca cosa rispetto al post più attivo, sulla mancata emissione delle bollette da parte di Eni, che ne ha avuti quasi 10.000, tuttavia si piazza al 12° posto.

    Ma verificando le letture dalla nascita del Blog, le letture arrivano ad oltre 14.000 (10° posto in classifica).

    Mi chiedo, senza dare nessuna valenza negativa o positiva, come mai vi sia ancora così tanto interesse sulla VRU. Questo perchè vi sono post che perdono fisiologicamente interesse, mano a mano che il problema raccontato perde d’importanza.

    Così come, al contrario, ciclicamente torna d’attualità il post sul “Giornale dei carabinieri” (e della Polizia, ecc.) proposto telefonicamente, talvolta con modalità discutibili.

    E’ più comprensibile l’interesse degli agenti Vodafone che vogliono intercettare il giudizio degli utenti sul prodotto che devono vendere.

    Però visti i commenti, inclusi gli ultimi letti, mi pare di capire che VRU dia ancora problemi, anche se meno che inizialmente.

    Prevengo gli addetti Vodafone e dico io per primo che questo non significa che gli altri gestori non abbiano problematiche, ma resta il fatto che a quanto pare ci sono ancora utenti VRU insoddisfatti.

    • Andrea
      26 giugno 2013

      Utenti insoddisfatti ce ne saranno sempre perché dipende come la vendi al cliente. Se conosci il prodotto e fai una vendita corretta la vendi bene e di norma non nascono problemi, al contrario se la vendi male solo per chiudere la trattativa ti troverai un cliente a cui a voce sono state promesse certe cose ma che in realtà non può avere. Il commerciale che gestisce la trattativa, per personale esperienza, incide sulla soddisfazione o meno del cliente

      • Massimo
        26 giugno 2013

        Sono in generale d’accordo sulla fisosofia che ha scritto, ma non nel caso degli operatori telefonici (e non parlo solo di Vodafone).

        Leggendo i vari post e portando anche la mia esperienza diretta, come può dedurre dai precedenti post, dividerei il problema in 2 (considerando ovviamente le dovute fisiologiche eccezioni).

        Lato tecnico: il problema si sistema e, almeno nel mio caso, la soddisfazione della soluzione tecnica si raggiunge.

        Lato economico: un dramma. Hai un preventivo, hai delle cose scritte, ma le fatture non corrispondono o non viene fatto quanto detto o vengono addotte scuse per rimandare di mese in mese. E per ottenere quanto dovuto (non più del dovuto) devi sputare sangue. O cambiare perchè ti senti preso in giro.

        Saluti,
        Massimo

      • paoblog
        27 giugno 2013

        Se entro in un negozio e compro un televisore, ma il commesso è incapace o maleducato, sconsiglierò di recarsi in quel negozio, non parlerò male del televisore. Lo stesso mi accade nel mondo del lavoro dove la professionalità è persino più importante; mi capita di acquistare da aziende con ottimi prodotti, ma il cui personale di vendita non è all’altezza oppure è scortese o poco collaborativo. Anche il quel caso parlo sempre bene della qualità del prodotto, avvisando però l’eventuale interlocutore delle problematiche con il Commerciale.

        Il concetto vale anche per Vodafone come per chiunque altro. Prendiamo Eni, ad esempio, che mi offre realmente il gas ad un buon prezzo, ma ha un’organizzazione commerciale penosa ed un servizio clienti inesistente.

        Ovviamente nella mia analisi non tengo conto di una certa percentuale di persone che hanno sempre da ridire, a prescindere.

  19. Massimo
    4 giugno 2013

    Come riportato un anno fa, aggiorno la nostra esperienza aziendale con Vodafone (2 sedi, 60 fissi, 35 mobili, 20 chiavette).
    sede 1: SHDSL 8 Mbit + linea ADSL
    sede 2: SHDSL 2 Mbit

    Lati positivi
    – Ribadisco il notevole valore aggiunto della struttura virtuale
    – Le 2 sedi lavorano come se fosse una
    – Nessun calo di prestazione (non siamo mai rimasti al buio, non abbiamo mai avuto necessità di switch sugli interni mobili, non saprei neppure la procedura da seguire)
    – Assistenza tempestiva (sia tecnica, sia dal punto di vista sistemazione fatture errate – es. Addebiti per servizi live, storni da errata fatturazione,…)
    – Disponibilità dell’agenzia che ci sta seguendo

    Lati negativi
    – La sistemazione dei costi. C’è voluto qualche mese per portare la fatturazione all’offerta (alla fine ci siamo riusciti grazie alla disponibilità dell’agenzia altrimenti sarebbe stato un bagno di sangue)
    – I rimborsi per il passaggio ad altro operatore: ad oggi, un anno di distanza, non siamo ancora riusciti ad averli
    – L’ADSL con la Vodafone Station e con tante utenze non siamo riusciti a farla andare (nonstante facesse soltanto natting). Non c’è possibilità di bypassare la Vodafone station. Di media viaggiavamo a 3 Mb. L’abbiamo cambiata con NGI, sullo stesso doppino, e ora siamo a 12 Mb.

    Tirando una riga e facendo le somme, sicuramente la migliore esperienza dal punto di vista tecnico che ad oggi abbiamo avuto in termini di costi/prestazioni (negli ultimi anni abbiamo provato Telecom, Tre, BT Italia, Vodafone)

    Aggiornerò più avanti sull’ultimo tema aperto dei rimborsi per passaggio da altro operatore.

    Se ci sono domande a cui volete una risposta, scrivete qui e vi rispondo in base alla nostra esperienza.

    Saluti,
    Massimo

    • Enrico
      26 giugno 2013

      cos’è NGI??

      • Massimo
        26 giugno 2013

        http://ngi.it/ è un fornitore di servizi adsl con cui avevamo già lavorato e con cui non avevamo mai avuto problemi di velocità. Avevamo cambiato anche la connettività adsl passando tutto sotto Vodafone per avere un unico fornitore fisso-mobile-hdsl-adls, ma per la parte adsl i risultati ci hanno indotto a tornare indietro.

        Saluti,
        Massimo

    • massimo
      12 dicembre 2013

      Eccoci ad un aggiornamento.

      Lato commerciale

      Rimborsi penali – nessuno. Nonostante siano state fornite fatture e quietanze

      Fatturazione – dopo alcuni mesi di allineamento tra fattura e offerta, ora la fatturazione eccede NOTEVOLMENTE l’offerta (siamo circa a un +20%). E’ stato richiesto un riscontro all’agenzia sia sui conti sia sui motivi. Nessuna risposta.

      Altri riaccrediti – 2 ipad promessi (con tanto di prove scritte), nessun rimborso.

      Lato tecnico (me la sono chiamata, avevo già scritto che andava tutto bene)

      Guasto 1. Dal 3 dicembre 2013. Se chiami da Wind, risponde un operatore BT (!) avvertendo che il numero è inesistente. Nessun problema per i precedenti 15 mesi.

      Guasto 2. Dal 4 dicembre 2013. La linea va a singhiozzo. Chamate e collegamenti dati si interrrompono a caso con elevata frequenza (una chiamata da 10 minuti circa, 4 interruzioni).

      L’agenzia non riesco più a contattarla, il 42323 segnala l’urgenza. Ad oggi nessuna soluzione.

      Con i telefoni ci lavoriamo, i nostri soldi arrivano senza interruzioni a Vodafone. Chi ci ripaga dei danni che stiamo subendo?

      Bisogna PREGARE che vada tutto bene. Se nasce un problema sei morto.

      • roberto
        16 dicembre 2013

        Premetto che faccio il commerciale nelle telecomunicazioni da più di 20 anni, e non ho pregiudizi a riguardo, mi riferisco solo all’esperienza fatta sul campo. Ho partecipato a tutte le convention di lancio e parlato con manager e tecnici.
        Ho visto nascere tutti i carrier (per chi non lo sapesse sono quegli operatori di solo traffico ), poi ho vissuto il nascere di FastWeb, ho fatto tutto lo start-up, idem col passaggio da Omnitel a Vodafone compreso l’avvento di rete unica, e il mercato di Colt che reputo funzionale; le ho trattate tutte e ne conosco pregi e difetti (non voglio fare il saputello e mi riferisco solo ai fatti vissuti di persona ).
        Da qualche anno commercializzo Welcome Italia e vi assicuro che malgrado i grossi operatori battaglino a suon di Marketing sul risparmio, questa azienda tutta italiana ha la migliore preparazione a riguardo, non solo per la parte voce, ma per tutto quello che riguarda i servizi che un impresa adotta giornalmente per le proprie telecomunicazioni.
        La professionalità prima di tutto ed un servizio clienti ed una serietà che chi non prova, non può capire.
        Credo proprio che mi fermerò con loro, perchè dubito esista di meglio in questo mercato di riferimento ed i miei clienti continuano a farmi i complimenti per questo salto di qualità che ho fatto fare al loro lavoro quotidiano.

        Saluti e a disposizione.

      • Max
        17 dicembre 2013

        Buonasera Roberto, siamo una pasticceria semi-industriale della prov. di Cuneo.

        Visto che Lei è di Welcome Italia approfitto della sua conoscenza: a marzo di quest’anno, dopo passaggio a Welcome, siamo rimasti 12 giorni senza i miei numeri fissi nel passaggio da Telecom a voi (siamo 6 persone in ufficio…) e abbiamo perso senza spiegazioni il numero di fax, a causa di un vostro errore di configurazione (cosi mi ha spiegato Telecom).

        Ma non è tutto: internet lento come la fame, telefonate che cadevano in continuazione, con i nostri clienti, sopratutto esteri 8lavoriamo con tutta l’Europa) incazzati neri… Rendo l’idea?

        Un calvario durato 6 mesi, con il servizio clienti mi rispondeva in 3 squilli, ma altrettanto velocemente mi metteva giù la chiamata quando capiva che non c’erano risposte ai miei disagi.
        Per finire, quasi 3 mesi per tornare a Telecom proprio in questi giorni (Deus Gratias), che non lascerò mai più.

        Avrei voluto volentieri chiedervi i danni, tanti danni, ma a detta del mio avvocato sono partite perse..

        Se il suo spirito onesto se la sente di darmi una mano, posso darle i miei riferimenti in privato, per riportare a Welcome questo caso e perlomeno recuperare il mio storico numero di fax, che abbiamo usato per 20 anni prima della vostra venuta, della cui perdita non siete mai riusciti a darmi una valida giustificazione.

        Che mi dice? Attendo suo cenno grazie.

      • roberto
        18 dicembre 2013

        Mi spiace per tutto ciò, capisco e condivido l’incazzatura per tutti i disguidi avuti.
        Mi piacerebbe avere il potere per poterti aiutare, ma io sono un semplice commerciale cane sciolto e non ho l’autorità per poter intercedere per voi.
        Sono a conoscenza di alcuni casi come il vostro e so che l’azienda per evitare il proseguo di questi errori da parte dei singoli individui che si occupananoo dell’attivazione dei nuovi utenti, ha stravolto il loro iniziale iter con personale dedicato solo a quello e preparato con fior fior di certificazioni..( cisco ecc…).
        nel 2012/13 la percentuale di fedeltà dei clienti è salita dal 93% al 97%, e a parte qualche sfortunato caso come il vostro, ( e me ne dispiace davvero tanto) non si sono più verificate gravi disfunzioni, almeno da quando commercializzo questo operatore.
        Saluti

    • Massimo
      10 gennaio 2014

      Altro aggiornamento

      Il lato commerciale un disastro.
      – Siamo a fine contratto (scade a marzo) e rispetto all’inizio la fatturazione sta andando ben oltre l’offerta (il tutto provocato da un taglio di una serie di scontistiche)
      – Dei rimborsi delle penali per passaggio da precedente operatore neppure l’ombra
      – alcuni riaccrediti promessi non sono stati effettuati

      Il lato tecnico tutto sommato bene.
      A parte un problema tecnico aperto il 4 dicembre e chiuso il 27 (23 giorni ci sembrano eccessivi per un privato figuriamoci per un’azienda…) in cui la linea andava e veniva, confermo quanto scritto in precedenti post che la soluzione soddisfa appieno le nostre esigenze.

      Per il lato commerciale abbiamo contattato l’agcom che ci ha consigliato di:
      – inviare reclamo
      – attendere i tempi previsti per la risposta
      – procedere con il corecom in caso di assenza di riscontri da parte di Vodafone.

      E così stiamo facendo. Il reclamo è stato inviato, siamo in attesa di risposta da parte di Vodafone. Confido nel loro riconoscimento delle nostre ragioni e non di risposte agganciate a postille a pagina xxx del contratto.
      In ogni caso, in parallelo stiamo preparando la documentazione per il ricorso.

      Non so se sia un problema di Vodafone o un problema di agenzia, ma non tollero essere preso in giro. Andremo fino in fondo per ottenere il rispetto di quanto pattuito in fase di offerta.

      Seguiranno aggiornamenti

      Spero che l’esperienza in diretta che sto portando, dalla nascita alla conclusione del contratto, possa esservi utile.

      Un saluto a tutti,
      Massimo

      • Massimo
        14 aprile 2014

        Nessuna risposta ai reclami. Neppure dalla direzione UMA. E’ alla firma dell’AD il ricorso al corecom Lombardia che andremo a consegnare in settimana.

        Stiamo comunque continuando con Vodafone per il soddisfacente livello di servizio tecnico che stiamo avendo.

        Il lato commerciale è una questione di principio che non lasceremo cadere anche per capire quali tutele dovremo richiedere per i futuri contratti.

        Come sempre continuerò a postare l’evoluzione della situazione.

        Quello che più mi delude da questa esperienza è che noi abbiamo tecnicamente tutto quello che serve. E funziona bene. Ma devo perdere tempo con gli aspetti commerciali/contrattuali.

      • Massimo
        26 Maggio 2014

        Continuo con gli aggiornamenti.
        La pratica al corecom è stata consegnata. Ci hanno comunicato che è stata accettata, la documentazione è completa e ora siamo in attesa della calendarizzazione degli incontri.
        I punti contestati sono 3.
        – Il rimborso penali
        – lo scostamento tra offerta e fatture
        – alcuni riaccrediti promessi e mai effettuati
        Vedremo l’attribuzione di responsabilità (agenzia? vodafone? nostra nell’essere stati superficiali nella stesura dei contratti?) e la disponibilità di Vodafone nel risolvere il contenzioso.
        Un saluto a tutti,
        Massimo

  20. Stefano
    3 giugno 2013

    Se posso intervenire….

    Cmq per precisazione: VRU al 90% dei casi usa doppini nuovi partendo dal 2° o 3 ° ripartilinea (appunto per evitare situazioni di degrado linea).
    E preciso inoltre che non c’è un controllo di base della linea in fase di installazione e del collaudo della linea, come fa per esempio Wind (in fase di installazione, wind small businnes verifica che la linea abbia certi parametri di rete e che la linea non abbia più del 40% di degrado… altrimenti dice al tecnico “vai e prenditi sotto braccio il nuovo router e annulliamo tutto” :questione di onesta’!).

    Secondo punto: la linea di backup in VIK, viene implementata solamente sulla VRU 2.0… quelle precedenti le linee di backup vengono fornite solamente su rame. Altra cosa: il famoso centralino VRU non è altro che un noto centralino (forse il più famoso in rete) col simbolo vodafone e con la webgui modificata.

    Leggo: “Se con linea telecom salta il permutatore telefonici di zona (nb:che è il permutatore telefonico di zona??? Vuoi dire il Dslam??? Ma sai cos’è un permutatore???) restate senza linea dati e senza linea voce senza altra possibilità e dovete attendere per forza la ripazione del guasto, con Vodafone swicciate il numero fisso conosciuto su uno o piu’ interni mobili e continuate a ricevere e far telefonate. Vodafone rete unica ti da dei vantaggi che gl’altri operatori non possono darti, bisogna pero’ saper usare il mezzo che si ha. “…. se salta la cosa che hai detto te (che nn so cosa sia in 30 anni di telecomunicazioni alle spalle), salta pure la VRU… e magari se hai una rete unica con 25-30 telefoni installati… hai voglia che una VIK da 7 mega possa star dietro ad un traffico voip simile… figuriamoci pure i dati…

    Un’ultima considerazione che il sig. commerciale si è dimenticato di dire… Vodafone NON DA 20 mega sulla VRU… la banda a 7 Mega è Quossata, e dove si prevede l’installazione di 8 o più telefoni si installano linee SHDSL a flussi di 2 mega l’uno ogni 10 telefoni IP/ATA: a carico del cliente logicamente che paga di più rispetto ad una linea ADSL.

    Cordiali saluti

    • Andrea
      4 giugno 2013

      Ho risposto a certi dubbi in quanto sono un commerciale Vodafone e mi sento preso in causa, con discrete conoscenze tecniche. Ho l’impressione che su questo sito scrivano, oltre ai clienti Rete Unica, anche persone che non centrano con Vodafone, che addirittura sono lavorativamente parlando opposte in quanto legate altri competitors.

      Caro Stefano, effettivamente ho usato male la parola “permutatore” ma era solo per far capire a chi ci legge che nel caso di guasto sulla linea dati con Vodafone il cliente ha la possibilità di restare collegato ad internet attraverso il back up voce/dati sulla internet key oltre a poter dirottare sempre le chiamate entranti sul numero fisso dell’azienda sugl’interni mobili il cui funzionamento è slegato dal link dati, altra possibilità gratuita che gl’altri operatori non hanno.

      Inoltre, per la precisione la parola “permutatore” esiste, si trovano all’interno delle centrali telefoniche secondarie a cui poi sono collegati gli armadi di zona, quindi non è che ho proprio detto uno strafalcione, poi si può parlare più correttamente di apparati DSLAM, ma può avvenire comunque un guasto sul permutatore. Sul discorso del back up su internet key, effettivamente ciò avviene sulle nuove VRU 2 ma gl’altri operatori questa possibilità gratuita comunque non ce l’hanno. Tu dici che la VIK lavora a 7,2 Mb, se non mi sbaglio le hanno già implementate a 14,8 Mb ma ti darò conferma.

      Quando va in back up, visto che ha lo scopo di darti la continuità del servizio solo temporaneamente in attesa che il link dati ritorni funzionante, il cliente per le telefonate entranti e uscenti può lavorare solo su un canale voce, ma comunque può continuare a connettersi ad internet con la sua rete Lan (PS: la rete dati UMTS/HSDPA Vodafone è una delle migliori in Italia come attestato da svariate parti terze, quindi, con i dovuti limiti di banda, non ti preoccupa che riesci a collegarti ad internet anche con più PC).

      Sul discorso che fai sull’Adsl 20 Mb non ho mai dato termini di velocità, quella configurata su VRU è effettivamente una 7 Mb anche perché quella a 20 Mb (velocità ipoteticamente raggiungibile) è per caratteristiche più instabile ed avrebbe più difficoltà a garantire il servizio di telefonia voce, meglio che non sia a 20 Mb. Ultima cosa sulla quantità di telefoni IP/ATA configurabili: fino a 15 interni fissi Adsl 7 Mbps con 5 linee equivalenti, fino a 30 telefoni fissi SHDSL 2 Mbps con 10 linee equivalenti, fino a 60 telefoni fissi SHDSL 4 Mbps con 20 linee equivalenti, fino a 80 telefoni fissi SHDSL 8 Mbps con 30 linee equivalenti…….in ogni caso poi è il consulente che in base hai bisogni del cliente sceglie come configurare la VRU anche sottodimensionandola, difatti la maggior parte dei problemi VRU letti su questo sito, oltre ad essere datate e le cose in questi ultimi anni sono parecchio migliorate, immagino siano per configurazioni errate da parte del consulente di turno. Inoltre i tecnici fanno i test sulla linea, testando sia la parte voce sia la parte dati, prima di gestire la portabilità dei numeri fissi del cliente.

      Un saluto

      • paoblog
        4 giugno 2013

        Ovviamente mi tiro fuori dal discorso tecnico, che non è di mia competenza; circa le persone che scrivono qui, c’è da fare una precisazione ovvero questo non è un sito e non è un Forum, bensì un Blog personale, ragion per cui finchè si resta nei limiti dettati dalle mie regole, si commenta liberamente, e questo vale in un senso o nell’altro, fermo restando che i lettori si assumono poi la responsabilità per i contenuti espressi nei loro commenti.

        In ogni caso i post che scrivo io fanno sempre riferimento alle mie esperienze.

        Ho notato anch’io, in uno dei commenti, che è stata citata la concorrenza, con il rischio che il commento negativo verso Vodafone nasconda (ma non è detto, sia chiaro) uno spot autopromozionale.

        D’altro canto, soprattutto i primi tempi in cui mi lamentavo di Vodafone, vi sono stati commenti di clienti entusiasti… se non fosse che i commenti provenivano da Agenzie Vodafone… questo per dirti che la scorrettezza o la poca trasparenza sono purtroppo sempre presenti.

        P.S. Agganciandomi a quanto hai scritto, ti posso assicurare che nesssuno ha testato nulla prima di fare il passaggio a Vodafone. Non posso quindi sapere se l’agente che mi ha seguito nel passaggio a VRU non fosse professionale oppure se Vodafone, oltre al servizio, abbia anche formato meglio i commerciali.

      • Stefano
        4 giugno 2013

        Guarda… se lo metti sotto il punto che io lavori per la concorrenza, ti sbagli di grosso… anzi…ti dirò di più…

        Visto che ho tirato in ballo Wind, ti do una chicca… la small businness non esiste più per l’elevato costo di genstione delle pratiche.

        Ripeto…lavoro per Vodafone, faccio residenziali, Businness e VRU. E conosco le tecnologie per il mio passato quindicinale in Telecom (tecnico di centrale oltre che fibrista). Detto questo
        posto questi ultimi chiarimenti e poi ti lascio pure rispondere (chiedendo scusa a Paolo).

        Guarda, non sto qui a spiegarti cos’è un permutatore e un Dslam… ti lascio verificare da solo su wikipedia.

        Vero che gli altri ISP non hanno la Vik.questo lo confermo. Ma è altrettanto vero che l’implementazione a 14,4Mbit, o a 42Mbit coprono solamente il 20% del territorio. Ed in ogni caso trovami una Vik che a pieno regime o in aperta campagna va oltre i 3 Mbit.

        Altro punto… non è vero che una 20 mega è più instabile di una a 7 mega. Vale lo stesso principio della distanza della centrale e dallo stato di degrado: ma questo vale anche per le SHDSL come per le CDN.

        Inoltre ho attivato 13 telefoni con 5 linee su una 7 Mbit…dopo la 4° in contemporanea, la cornetta comincia a dire “mancanza bandwitch”… che sarà mai?

        Finisco col dire una cosa: questo non è per screditare Vodafone…anzi, tutt’altro… è tutt’ora un valido prodotto e concettualmente molto semplice ed adatto ad ogni esigenza ma sempre se fatto con le dovute accortezze. Ho visto attivazioni da 60 telefoni funzionare meglio della rete analogica di telecom. Gli apparati sono molto validi (cisco e Huawey), stesso discorso per i router (specialmente l’ultimo implementato… il 157)

        Una cosa c’è da dire: c’è molto da migliorare sotto l’aspetto tecnico/commerciale. Un prodotto per essere valido deve avere anche delle basi solide. Se l’infrastruttura è cadente (Telecom Docet) di conseguenza anche VRU (ma anche le altre compagnie) cala di qualità.

        Auguro a tutti un buon proseguimento sul blog.

      • paoblog
        5 giugno 2013

        E’ sempre piacevole scrivereun commento e poi vederlo sparire dallo scehrmo un attimo prima dell’invio. Ah, sta tecnologia…

        Comunque sia in attesa di ri-trovare il tempo per scrivere nuovamente il tutto, ti devo dire che non hai nulla di cui scusarti in quanto il tuo commento, civile e ben argomentato, rientra al meglio nei miei parametri.

        Ovviamente circa i contenuti tecnici, per me è come se parlaste arabo, per cui ve la giocate fra di voi.;-)

    • Max
      6 giugno 2013

      Buonasera a tutti, mi dichiaro subito, così non ci saranno dubbi e insinuazioni: consulente vodafone convinto fino al midollo.
      Detto questo, oggi, 2013, in Italia si parla ancora di rame e doppini, cpu, dslam e monopolisti dispettosi che nonostante i 103 Mln € di multa, giocano ancora con i soldi degli altri.
      Questo è il vero problema, questa è la piovra che si deve staccare dalle infrastrutture di rete!
      Speriamo che stavolta Bernabè faccia sul serio e che la dismissione della rete da parte di TI, non sia la solita barzelletta che sento da 20 anni a questa parte.

      Fino ad oggi abbiamo vissuto una farsa: concorrenza e mercato libero? Ma dove??? Pari opportunità per tutti gli OLO? Sono sogni.

      Stefano, visto che lei vede quotidianamente porcherie, dovrebbe sapere che tipo di boicottaggio c’é stato in questi anni di pseudo-liberalizzazione e c’è tuttora, dovrebbe sapere che Geronimo (sw condiviso tra provider per gestire le gnp), funziona solo in un senso, dovrebbe sapere che le gnp concordate con data precisa vengo spesso sganciate da TI con giorni di anticipo… Perché Telecom è Telecom e nessuno dice nulla e subisce supino.

      Degradi di linea? Se parliamo di risorsa in ULL possiamo fare tutti i controlli che vuole e stia sicuro che arriviamo anche noi a poter decretare un degrado certo, ma quandomsimparla di bitstream, cosa vuole fare?? È la Signora che decide e verifica, cioè non verifica affatto.
      Reazione del cliente? Incompetenti! Improvvisati! Incapaci! Vi denuncio! Torno in Telecom!!!
      Miracolo, la linea torna ad essere di qualità…
      Chissà che casini in quelle colonnine avrà visto anche lei in 30 anni, potrebbe raccontare qualcosa alla platea, giusto per fare cultura, la ascolterei volentieri.

      Lei inoltre avrá sicuramente letto la sentenza dell’autority in questi giorni e quindi cosa hanno combinato i signori telecom in questi 15 anni: di tutto e di più.

      Facciamo così: diamoci app.to dopo la dismissione della rete pubblica (sempre se Bernabè fosse sobrio quando ha comunicato l’altro giorno la svolta epocale) e magari attendiamo che il 4g e la fibra Vodavone (ebbene si, abbiamo la fibra in città, con la partecipazione societaria a metroweb) parta sul serio e porti la rete veloce anche nei paesi di campagna che menzionava lei… Rete fissa su mobile in provincia, fibra in città, dove far transitare voce e dati, senza doppini, rame e preistoria varia.

      Sempre che lei non sia troppo Telecom-dipendente.

      Max

      • Stefano
        6 giugno 2013

        Telecom-dipendente? Non credo proprio visto che sono uno di quei 15000 operai lasciati a casa 3 anni fa e senza nessun sussidio….

        Ripeto e ribadisco: ho visto attivazioni fatte divinamente ed ho visto attivazioni fatte da schifo. Altra cosa: Come mai allora Vodafone non ha una propria infrastruttura? Ti ricordo che i tecnici del presidio (o provisioning) hanno l’accesso alle porte del dslam da remoto. Che poi Telecom faccia tutto ciò che vuole in fase di dac e’ una faccenda che fa con tutti gli operatori, ma li dipende sopratutto dal singolo tecnico.

        Inoltre tengo a precisare che al 90% dei casi lo stesso tecnico che tira la linea per Vodafone, tira linee anche per gli altri operatori…… E sa una cosa? Vorrei tanto che Vodafone portasse la fibra in giro per l’Italia anche nei paesi isolati… Ma si sa… Questa è utopia… Come lo e’ stato per Fastweb in 20 anni di attività….

        Io spero vivamente che, chiarite le questioni tecniche, di come venga fatta una Vru, venga ripreso il tema principale della discussione. Non vedo l’utilità di litigare tra persone che con Vodafone ci campano. Io ho solo chiarito alcuni aspetti tecnici e di carenze che, secondo il mio punto di vista da tecnico installatore, rendono la Vru un successo “con riserve”… Da migliorare, come ha fatto da 2 anni a sta parte.

        Ps: i ripartilinea, o colonnine come le chiama lei, sono alla merce’ di tutti i tecnici: sielte, site, sensi… E non solo di Telecom… Ma poi basta un cacciavite per aprirli e farsi un’idea di come sono messi….

      • paoblog
        7 giugno 2013

        Lo dico a Stefano, ma vale anche per Max ed altri…

        E’ sicuramente utile capire come & perchè un servizio non ci soddisfa, ma alla fine dei giochi agli utenti della VRU poco importa di doppini e colonnine, ma interessa poter usufruire al meglio di un servizio che stanno pagando.

        A ben vedere il confronto fra addetti ai lavori,come dici tu, è ormai uscito dall’argomento del post, per cui se volete approfondire il confronto, dal punto di vista tecnico-lavorativo, posso mettervi in contatto fra di voi, previa autorizzazione, inviandovi i rispettivi indirizzi mail.

  21. Andrea
    29 Maggio 2013

    Sono un commerciale Vodafone……..il corretto funzionamento e configurazione della Rete Unica dipende molto dalle capacita’ e dalla correttezza del consulente Vodafone che viene da Voi. Prima di far sottoscrivere il contratto Rete Unica facciamo delle verifiche sulla copertura xdsl della sede del cliente e se verifico carenze di coperture o bassa qualità, non propongo la sottoscrizione del servizio perché sono corretto. La VRU va inoltre configurata in base alla tipologia ed alla quantità degl’interni necessari per il cliente, se oer chiudere il contratto configuro malr la VRU essa darà sicuramente problemi.

    Inoltre oggi i modem cisco installati prevedono un back up gratuito voce/dati su internet key, a condizione che ci sia copertura umts nella sede del cliente, fino ad aprile 2013 non c’era questa possibilita. Inoltre nella rete unica posso avere anche interni mobili, cellulari o anche cordless e telefoni fissi con all’interno una sim che quindi sfrutta la rete gsm vidafone, quindi indipendenti dalla linea voip, quindi, se nonviene giù il ripetitore BTS di vidafone di zona il cliente potrà continuare a ricevere le telefonate in ingresso sul numero fisso conosciuto dell’azienda.

    La soluzione rete unica di Vodafone è un nuovo concetto di telefonia veramente integrata con i cellulari aziendali che diventano a tutti gli effetti un interno del centralino dell’azienda, nessun altro operatore ha un prodotto simile, ma come detto da altri bisogna che il consulente che viene da voi conosca bene il prodotto per configurarvelo correttamente. Non nascondo che all’inizio della commercializzazione del prodotto rete unica Vodafone non era pronta ed i primi clienti sono stati usati quasi come cavie, ma oggi é un prodotto che se correttamente configurato dal consulente e se correttamente utilizzato dal cliente funxiona bene, ma soprattutto vista l’integrazione con i cellulari non vi lascerà mai senza comunicazione.

    Se con linea telecom salta il permutatore telefonici di zona restate senza linea dati e senza linea voce senza altra possibilità e dovete attendere per forza la ripazione del guasto, con Vodafone swicciate il numero fisso conosciuto su uno o piu’ interni mobili e continuate a ricevere e far telefonate. Vodafone rete unica ti da dei vantaggi che gl’altri operatori non possono darti, bisogna pero’ saper usare il mezzo che si ha.

    Ultima cosa……la qualità del link dati installato dipende anche molto dalla distanza della centrale, entro i 2/3 km regge oltre c’é una decadenza della qualità del segnale rilevante, anche qui dipende dallo scrupolo del venditore. Dipende, almeno nel caso di link Adsl, se la sede di copertura del cliente e’ in ULL o WS (wholesale bitstream)…….in ULL e quindi collegati direttamente alla rete Vodafone funziona meglio e nel caso di disservizi la capacita’ di Vodafone di intervenire e risolvere il probkema e’ maggiore, in WS si passa da mamma Telecom che non ti stende proprio un tappeto rosso, ma che soprattutto ha accordi e tempi d’intervento ben precisi con Vodafone sollecitabili solo con precisi iter telematici.

    La qualità del doppino telefonico che arriva in casa dell’utente incide sulla qualità del link……doppini vecchi o sovra-caricati incidono negativamente. Io faccio anche gestione su clienti aziendali fatti da altri consulenti…….come in tutte le vendite molte volte disservizi o malcomprensioni dipendono dallo scrupolo del venditore, c’e chi cerca di vendere bene e correttamente e chi no, qui sta la differenza.

    Con questo non voglio dire che Vodafone non commette errori, la perfezione non esiste, ma vi posso raccontare di decine di clienti Telecom, Fasweb, Wind ecc con loro in contenzioso per problemi tecnici o di fatturazione. L’importante come dico sempre ai miei clienti e’ il post vendita e se ci sono dei problemi l’importante e’ risolverli, e con Vodafone si puo’, ascolta ed aiuta i propri commerciali. Saluti…….chi mi volesse scrivere via email risponderò molto volentieri.

    Vodafone Rete Unica…….se la conosci ed impari ad utilizzarla non la lasci piu.

    Andrea, Agente certified Vodafone da Torino,a.gai@qs4b.com

    • paoblog
      29 Maggio 2013

      si prega di non inserire più volte lo stesso commento. Grazie

      Circa il post, questa considerazione “Non nascondo che all’inizio della commercializzazione del prodotto rete unica Vodafone non era pronta ed i primi clienti sono stati usati quasi come cavie,” conferma il fatto che essendo stato fra le “cavie”, avevo tutte le ragioni per lamentarmi (notare la data del post) soprattutto considerando che anche se “cavia” ho pagato a prezzo pieno un disservizio che è durato per parecchio tempo. Tra l’altro, probabilmente anche il personale tecnico/commerciale non era pronto, visto che nessuno a suo tempo ha fatto verifiche di nessun genere.

      Resta il fatto, ma vale per Vodafone come per qualsiasi altra società, ed in ogni campo, che alla fine vince la professionalità e correttezza del singolo, dato che anche la nuova agenzia Vodafone che mi dovrebbe seguire, dopo il repentino cambio di casacca della precedente (passata a Wind), non è molto presente. 😉

      Si potrà anche notare, leggendo con calma (ed un pò di pazienza) che ho successivamente aggiornato le mie opinioni, anche se, pur migliorando, in ogni caso il servizio non mi ha soddisfatto.

      comunque sia, grazie per la disponibiloità ad essere contattato dai lettori.

      • Andrea
        30 Maggio 2013

        Come quando compri un auto di un modello completamente nuovo e per certi versi innovativo, all’inizio alcuni clienti potrebbero riscontrare difetti e portarla più volte in assistenza, a volte è solo sfortuna per alcuni in quanto gl’è capitano sotto mano il modello uscito proprio male dalla fabbrica, poi col tempo i difetti ed i bug vengono risolti dalla casa madre ed i modelli successivi vengono migliorati risolvendo buona parte, se non tutti, dei difetti iniziali, le cosiddette release nell’ambito informatico.

        Come quando ti dicono “bello quel modello di auto ma è appena uscita, non comprare le primissime aspetta qualche mese così si accorgono di eventuali difetti e li mettono a posto”. Nella mia risposta precedente ho usato volutamente la parola forte “cavia” per far capire che all’inizio qualche problema c’è stato ed anche per condividere l’insoddisfazione dei primissimi clienti VRU come te, ma non è che voi clienti all’inizio siete stati usati come “test” in quanto prima di commercializzare il servizio Vodafone ha veramente testato su un gruppo di propri clienti scelti il servizio Rete Unica, il percorso di certificazione di funzionamento di un nuovo prodotto Vodafone è lungo ed articolato, in questo sono molto british.

        E’ stato quasi un work in progress, dagli inizi molte migliorie sono state apportate, hanno migliorato l’offerta commerciale rendendola più duttile e personalizzabile, hanno aumentato il parco telefoni collegabili con modelli cordless su rete gms, hanno dotato i modem cisco installati di back up voce/dati su internet key umts, hanno modificato l’interfaccia web di gestione del centralino virtuale rendendola molto più semplice ed intuita aggiornandola con nuove funzionalità, hanno creato app per smartphone per gestire direttamente alcune funzionalità del centralino virtuale ecc.

        La Rete Unica è il prodotto su cui Vodafone ha e sta veicolando la maggior parte dei propri investimenti, insieme alla rete dati 3G/4G e le sue evoluzioni future, se un consulente vende con scrupolo e spiega correttamente al cliente tutte le funzionalità della Rete Unica penso sia un buon prodotto, soprattutto al momento non esiste nulla di così completo e duttile nel panorama dell’offerta di telefonia degl’altri competitors.

        Ancora saluti, Andrea

  22. Maurizio
    13 Maggio 2013

    Per carità!!! Se ci tenete ai vostri contatti lasciate perdere Vodafone.

    Da circa un mese ho stipulato il contratto per il fisso e l’adsl e la linea va il più delle volte e viene a singhiozzo. Né tornerò a Telecom che per una bolletta in ritardo, a causa del trasloco dell’ufficio, mi ha fatto chiamare all’alba (come quando si arrestano gli indagati) da una vocetta pretenziosa rumena. A casa ho Tiscali e funziona a meraviglia da dieci anni. Passerò anche lo studio a Tiscali che, se mi farà chiamare, almeno mi evocherà le bellezze della Sardegna.

    Ho notato che anche l’agenzia della mia banca Unicredit ha i telefoni Vodafone e ho chiesto agli impiegati come va a loro: stanno tutti con mani nei capelli. E poiché sarebbe innaturale servire male un cliente come una banca, vuol dire che è proprio la tecnologia che non va se è vero che sin dai primi post di questo blog nel 2008 si lamentavano gli stessi disservizi che ho subito io.

    Un’azienda che in cinque anni non è riuscita a risolvere i problemi della clientela più importante, ha fallito la sua missione, Meglio lasciarla perdere e lavorare con chi effettivamente lavora senza vendere fumo

  23. Enrico
    8 Maggio 2013

    Devo constatare che alla fine anche se il servizio funziona benissimo l’offerta commerciale non è mai chiara ed uno si trova a spendere più di quanto preventivato.

  24. Enrico
    31 marzo 2013

    Ieri la mia Vodafone P.IVA mi ha fatto una sorpresa ha incominciato a funzionare a 15 Mega ed adesso va come una scheggia. Spero che non applichino sovraprezzi per questa novità.

  25. paola
    20 febbraio 2013

    Scusatemi non sono d’accordo. Si vero la rete unica ha dato noia a parecchi ma qui stiamo parlando del 2008 il servizio non era ancora al top. Ho la rete unica da sei mesi e mi trovo bene,ho servizi altamente tecnologici e sto risparmiando,rispetto a Telecom che mi stava svenando.

    • paoblog
      21 febbraio 2013

      Consiglio di leggere con attenzione anche i commenti.

      E’ ovvio che il post è stato scritto nel tempo fa, (infatti c’è la data di pubblicazione: 8 settembre 2009) come spiegato, tuttavia è anche vero che:

      1) ho scritto in un commento che “alla domanda di un consiglio da parte di utenti intenzionati a fare VRU, ho sempre specificato che per quel che mi riguarda la situazione tecnica è migliorata”

      2) ancora poco tempo fa sono stati scritti commenti da parte di altri utenti di VRU che si lamentavano della qualità del servizio e/o del servizio commerciale.

      Sebbene la situazione sia notevolmente migliorata, e le interruzioni del servizio siano pochissime e di breve durata, confermo però il fatto che ho spesso difficoltà a comunicare con chi mi chiama che non mi sente e quindi si perde la comunicazione. L’Adsl offre una velocità di connessione che varia dai 2,5 ai 5,6. Il test appena eseguito ad esempio mi ha dato:4039 kbps / 678 kbps.

    • Roberto
      21 febbraio 2013

      Mi permetto di far notare che le problematiche principali risalgono al 2008 e sono andate gradualmente riducendosi, ma da allora non e’ cambiato nulla a livello di funzionalità e/o praticità di configurazione. Qualsiasi centralino commerciale ha una flessibilità notevolmente superiore a quella di VRU, per non parlare della praticissima (!!!) ed intuitiva interfaccia web di configurazione… Per fortuna che (da un anno oramai) a breve arriverà la nuova interfaccia…. A livello di costi i corposi risparmi stimati in fase d’ offerta si sono rivelati molto ottimistici e le differenze sulle bollette pre e post VRU non sono così rilevanti e comunque fortemente dipendenti dalla quantità di chiamate verso i cellulari (non aziendali) che si effettuano.
      L’ assistenza è fortemente aleatoria come tempistiche di risoluzione dei problemi ed il livello di competenza degli operatori poco omogenea. Ritengo che la mancanza di concorrenza anche in questo caso penalizzi principalmente gli utenti che non hanno un miglioramento dei servizi nonostate l’ aumento dei profitti di VF.

  26. Lorenzo
    3 novembre 2012

    Buongiorno, ho sottoscritto un contratto con Vodafone a fine Luglio 2012, in quanto è stata l’unica compagnia telefonica in grado di mantenere i miei numeri telefonici rete fissa alla mia nuova sede. Inoltre ho ritenuta molto interessante quanto mi era stato proposto con la rete unica. L’allacciamento della linea è avvenuto dopo un mese dalla stipula del contratto e il trasferimento dei numeri, dopo due. Quindi un tempo lungo.

    Devo dire però che le linee, fino ad oggi, funzionano bene e anche l’adsl. Non ho riscontrato alcun problema di linea. I tecnici hanno fatto il loro dovere e li abbiamo trovati molto professionali e preparati.

    Devo invece fare il mio appunto sul commerciale ed in particolare su gli Agenti che mi hanno fatto il contratto. Questi hanno agito da classico procacciatore di contratti, senza pensare alla futura gestione di un nuovo Cliente. Mi hanno promesso tempi di attivazione dimezzati e un pacchetto tra telefoni fissi, cellulari e adsl, con costo mensile (ho il conto fatto dagli agenti), che non rispecchia la realtà.

    Gli Agenti stessi da me più volte sollecitati, si sono dileguati e mi sono rivolto direttamente all’agenzia di riferimento (Gfi), dove ho conosciuto un responsabile gestione clienti che si é dimostrato molto professionale e competente. Ha preso in mano la questione e sta collaborando per risolvere al meglio la problematica.

    Concludendo, la mia esperienza ad oggi mi dice che il servizio Vodafone funziona, ma non gli Agenti che non si sono dimostrati professionali e corretti e questo rischia di non fidelizzare i clienti oltre a far perdere di credibilità alla Vodafone stessa .

  27. Paoblog
    30 ottobre 2012

    Quando ci è stata sottoposta la proposta, il commerciale Vodafone ribadiva il fatto che in caso di necessità, avremmo avuto un assistente personale (denominato Personal CIC) che avremmo potuto contattare telefonicamente, via mail e persino per sms.

    Poi ci sono state diverse variazioni circa lemodalità di assistenza che da personalizzata è diventata via via sempre più generica.

    Questa mattina ho ricevuto una mail da Vodafone e quanto indicato nell’Oggetto sembra una presa in giro, una volta letto il testo: “Il servizio clienti Vodafone Rete Unica per Te”

    Per me? Siete sicuri?

    Ecco cosa leggo: “Il Servizio Clienti Vodafone Rete Unica e’ a Tua disposizione tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00 e sabato dalle 9:00 alle 17:00, escluso festivi. Operatori specializzati saranno a Tua disposizione e potranno fornirTi supporto per ogni tipo di assistenza tecnica.”

    La mia attività fortunatamente nei Festivi è chiusa tuttavia mi chiedo come farebbe, ad esempio, un esercizio pubblico che ha la necessità di avere la linea telefonica funzionante (Vedi Pos e carte di credito) e si trovi alle prese con un guasto durante un giorno Festivo (per molti, ma non per tutti).

    • Max
      1 novembre 2012

      Salve sono,un addetto ai lavori, Mi permetto di rispondere a all’ultimo post del 30 ottobre:
      1) il personal cic non esiste piu da 2 anni, quindi non è possibile che ti abbiano detto di averne uno a tua disposizione. Oggi la figura è stata sostituita con un reparto dedicato VRU che è realmente efficiente e preparato.
      2) Altra inesattezza: il servizio clienti è attivo PER LEGGE h24, 7 giorni su 7. A dimostrazione di questo, ti invito a contattarlo oggi 1 novembre, festa comandata e ti risponderanno come sempre.
      Se si vuole fare una critica costruttiva tutto questo é utile, ma se si spara in aria tanto per fare rumore, scema il valore del dialogo. Quindi meglio essere sicuri di ciò che si scrive, piuttosto che infangare gratis chi lavora SEMPRE al servizio dei propri clienti. Saluti

      Max

      • Paoblog
        3 novembre 2012

        Caro Max, se c’è inesattezza, al limite è tua in quanto ti è sfuggito il fatto che l’ultimo commento l’ho scritto io (Paoblog) ovvero quello che ha scritto i vari post su VRU, ragion per cui quando riassumo il percorso dell’assistenza offertami (dal Cic ad oggi) faccio riferimento alla mia esperienza ed infatti ho sottoscritto VRU nell’ottobre 2008 come scritto in questo post che, peraltro, è stato pubblicato nel settembre 2009 ovvero quando il Personal CIC esisteva.

        In ogni caso nel mio commento non è scritto che OGGI mi sia stato offerto il Personal Cic.

        In seconda battuta, vorrei pregarti di leggere quello che ho scritto prima di accusarmi di infangare chicchessia.

        Ho infatti scritto “ecco cosa leggo” dopodichè ho copiato pari pari il testo della mail ricevuta da Vodafone; a questo punto o Vodafone ha scritto una cosa inesatta oppure l’addetto ai lavori non è informato.

        Se non ti fidi di quel che dico, come par di capire, lunedì scannerizzo la mail e te la pubblico nel post.

        Una volta respinte tutte le tue accuse al mittente, ti invito a leggere anche i vari commenti in altri post su VRU dove, alla domanda di un consiglio da parte di utenti intenzionati a fare VRU, ho sempre specificato che per quel che mi riguarda la situazione tecnica è migliorata il che significa che non getto fango per partito preso.

  28. Enrico
    23 ottobre 2012

    Ieri 22 Ottobre alle 13 è l’ADSL ha ripreso a funzionare.Meno male vi terrò informati di come va.

  29. Enrico
    20 ottobre 2012

    Ho sottoscritto Vodafone Partita IVA che mi è stato installato il 05 Ottobre 12; ieri 19 Ottobre l’ADSL ha smesso di funzionare ed a distanza di 48 ore non ha ripreso a funzionare, inoltre dove vivo il collegamento con la pennina WI FI è scadente. Con ALICE questo non mi era mai capitato, i guasti sono sempre stati risolti in breve tempo. Adesso aspetto fino a Martedì poi, se non si risolve nulla cerco di tornare in TELECOM.

  30. Marco
    5 ottobre 2012

    Buongiorno,io sono molto titubante!!

    ho contattato un’agenzia per vodafone rete unica che è da molti attiva. mi hanno fatto un’offerta 5 cell,internet 20 mega,fax,9 interni,cordless,telefoni fissi per un totale di 400 eur mensili. Non male. Ma leggendo qui trovo più persone insoddisfatte che soddisfatte.

    Inoltre un mio amico che lavora in vodafone si è informato ed anche lui mi ha sconsigliato di fare il contratto perchè sinceramente mi ha detto che non sono del tutto competenti!!

    altri consigli?

    grazie

  31. Leonardo
    4 ottobre 2012

    Buona sera a tutti,

    Siamo una piccola azienda di 10 persone ed abbiamo già vodafone come operatore per la telefonia mobile. Oggi, è passato il consulente commerciale e ci ha proposto la soluzione di rete unica, ovviamente dal punto di vista finanziario e pratico (un unico operatore per tutto), è allettante, ma i vostri commenti mi spaventano, non vorrei passare il calvario di alcuni di voi (già è un problema il lavoro). Che fare?

    • paoblog
      5 ottobre 2012

      Potrei sembrare di parte, essendo quello che ha scritto il post, tuttavia per quel che mi riguarda, al netto delle varie problematiche segnalate inizialmente, in parte risolte, resto insoddisfatto dal servizio e non lo consiglio.

      Trovo oltremodo seccante il fatto che i vari commerciali promettano mari & monti in sede contrattuale e poi passo dopo passo ti trovi con delle variazioni che non rispecchiano quanto promesso; basti pensare al tanto pubblicizzato contatto personale in Vodafone (anche via sms/mail) che poi si è tramutato in contatto telefonico ed infine ecco che mi sono trovato ad essere assistito (poco e male) da un generico numero telefonico.

      C’è poi il problema delle agenzie che cambiano casacca più velocemente di un calciatore; l’agenzia che aveva seguito il mio passaggio in Vodafone l’anno successivo è diventata agenzia Wind. E casualmente hanno cominciato a contattarmi elogiando il servizio Wind rispetto a Vodafone,il che tra l’altro denota un’etica commerciale veramente bassa.

      Al momento continuo ad avere numerose perdite di telefonate e fax causa cattiva qualità della linea ed in questi momenti di crisi perdere i contatti con la clientela non è buona cosa; internet in genere va bene, sebbene la velocità difficilmente superi i 5Mb.

      Non dubito che vi siano utenti che si trovano bene, io ovviamente parlo della mia esperienza.

    • Miki
      5 ottobre 2012

      Buongiorno Leonardo, vorrei tanto aiutare chi, tanti come te, hanno questi dubbi…

      Mi rendo conto delle tue perplessità nel fare questo passo nel mondo VOIP ma, come puoi leggere da questi post, il tutto diventa molto difficile…

      Posso solo dirti che, per esperienza personale, tutto dipende dalla scelta iniziale e quindi dal venditore dell’agenzia che segue il cliente, perchè se non è abbastanza competente, ti ritrovi giustamente ad avere fischi per fiaschi e ad avere disservizi, magari dovuti semplicemente all’incompetenza tecnica di “alcuni” tecnici che la compagnia ti manda.

      Nella mia azienda abbiamo una VRU di circa 60 interni Fissi (CISCO) e altrettanto Mobili (Sim+Classic) e devo dire che, dopo i primi giorni di “caos” nel sistemare per bene la rete interna, il tutto funziona a meraviglia e stiamo veramente risparmiando quasi il 60% in meno rispetto agli operatori precedenti (Telecom+Tim) oltre ad avere servizi e linee in più.

      Ti consiglio vivamente di farti seguire non da una Sub Agenzia ma da un’Agenzia Diretta, tipo “AURA” che si trova in tutta italia, e di farti assistere (per quanto riguarda la rete interna) da un tuo tecnico/installatore di fiducia, che sia specializzato in Telecomunicazioni.

      Per qualsiasi altro dubbio, scrivi pure su questo post, cercherò di dare qualsiasi risposta, nei limiti del possibile. Ciao.

      • Giorgio
        5 ottobre 2012

        Aura??? Quelli si che se li conosci li eviti…
        Rapinatori a mano armata, non capisco come vodafone pensi di rendere migliori i servizi con gente del genere in giro.
        Nel 2010 ci avevano fatto un contratto aloro detta all inclusive con 300 euro, ma ne arrivavano 2000 in bolletta…. Raccomandate, avvocato, minacce e dopo 2anni vodafone ci ha riconosciuto qualche soldo indietro.
        Il servizio é discreto, ma i commerciali sono da temere.

        Giorgio.

  32. Pingback: Il mio regalo ai clienti Vodafone e non solo…. «

  33. angelo
    5 settembre 2012

    Ciao a tutti, io ho sottoscritto vodafone rete unica per 4 interni, adsl 7mb e 4 sim + una dati…il tutto con un costo di 270 euro al mese più iva e gentile omaggio del commerciale che è venuto in ufficio un ipad3!!

    ad oggi ho ricevuto 2 fatture una per un solo mese di 500 euro e l’altra completa di 1130, in più scopro che l’ipad lo sto pagando a rate!!

    mah…veramente deluso…ora sono in contestazione…vedremo!!

    saluti a tutti angelo

    • paolo
      6 settembre 2012

      Buona sera Angelo , non per fare l’avvocato del diavolo ma il suo intervento così come lo ha postato ha del ridicolo . La fattura di cui parla avrà delle voci a specifica dei costi oppure alla vodafone si sparano le cifre così a ca…pperi?

      • massimo
        6 settembre 2012

        Credo il post di Angelo sia comprensibile a chi sta affrontando la stessa esperienza con Vodafone e un po’ meno ad un semplice lettore del commento. Anche a noi sta succendendo la stessa cosa. Le voci dell’offerta possono non trovare riscontro diretto in fattura e quindi il confronto non è sempre semplice.

        Parte dei costi sono gestiti poi come riaccrediti dalle agenzia, parte come scontistica Vodafone. L’hw ad esempio a noi è stato inserito gratuito nell’offerta, ma in fattura viene invece valorizzato. Nello specifico credo verrà gestito come riaccredito da parte dell’agenzia (credo perchè siamo anche noi a 2 fatture dall’inizio).

        Altro aspetto omesso in trattativa è che la scontistica va a regime quando tutta la soluzione è attivata. Ad esempio noi siamo partiti con uno sconto del 10%, poi con il 20%. Lo sconto previsto in offerta era più elevato e ne stiamo discutendo con l’agenzia. Soprattutto all’inizio i numeri delle fatture possono divergere non di poco rispetto all’offerta.

        La fortuna deve essere quella di avere dietro un’agenzia seria, disponibile e collaborativa per cercare di ricondurre le fatture al valore dell’offerta. Se l’agenzia scompare dopo che hai firmato, sei morto. Non ne esci (faccio presente che la nostra ultima fattura era di 488 pagine).

  34. Fabrizio
    29 agosto 2012

    VODAFONE RETE UICA è una schifezza colossale e confermo che i venditori sono persone assolutamente poco serie.
    a mè hanno consegnato un prospetto costi tutto sommato abbastanza buono, quando sono arrivate le prime fatture gli importi erano quasi 4 volte il preventivo ad oggi dopo aver sospeso i pagamenti ed aver sollecitato a Vodafone l’inconro con un responsabile per chiarire la posizione svariate volte,a distanza d un mese non ho ancora ricevuto nessun contatto.
    E’ veramente uno schifo

    Fabrizio

    • massimo
      30 agosto 2012

      Come scritto in altro post confermo anche per noi i notevoli scostamenti tra offerta e fatture (al momento siamo a 3, non so a regime). A differenza tua però stiamo riscontrando disponibilità sia da parte di Vodafone sia da parte dell’agenzia a riallineare tramite riaccrediti le differenze.
      Aggiornerò anche questo commento più avanti a fronte dell’evolversi della situazione.

      Ciao,
      Massimo

    • milano
      20 marzo 2015

      AssistenZa post vendita precaria …….

  35. Ugo
    31 luglio 2012

    Dopo una situazione di continui scollegamenti temporanei sono 6gg ( esatto diconsi 6 giorni) che abbiamo il servizio scollegato, Vodafone imputa la responsabilità alla tratta Telecom, ma per noi la cosa non cambia!

    Non hanno la più pallida idea di quando e come si possa risolvere!

    Io ho un’azienda di 15gg 15 persone senza servizio da 6gg. Ho passato la pratica al mio legale, andrò a chiedere i danni prima di valutare se disattivare il servizio o meno.

    Questo è il problema maggiore: l’ultimo tratto è sempre di competenza Telecom e loro dicono che non hanno strumenti per fare pressione!

    Molto poco professionale

    Saluti

  36. luca
    9 luglio 2012

    Buongiorno a tutti, contenti e scontenti.

    Ho attivato Vodafone rete unica 4 mesi fa… problemi tecnici non sono esistiti,puntualissimi e ad ora nessun problema .
    L’agente commerciale Vodafone che mi ha contattato è un mio carissimo amico da una vita e quando mi ha proposto la VRU anche io ero in dubbio e titubante sul da farsi.. perciò mi ha roccontato ,senza peli sulla lingua, che, come in tutte le tecnologie innovative, possono esserci dei problemini di partenza o intoppi…mi spiegò che VRU partì 4 anni fa e che si imbatterono in imprevisti tecnici dati soprattutto da questioni legate a Telecom… mi spiegò inoltre che Vodafone ha investito circa 5 miliardi di € sulla rete fissa, cioè ha acquistato e steso cavi di sua proprietà e centralini propri…quindi non più dipendenti da Telecom…molto velocemente stanno coprendo tutt’italia con la propria rete…

    Spero di non essere l’unico ad essersi trovato decisamente bene, per non parlare della comodità e di tutti i servizi che offre la nuova station 2 …

    Il mal contento di alcuni può dipendere da consulenze non idonee fatte da agenti irresponsabili e che spero non lavorino più con Vodafone, per il resto credo che ,guardando il presente , i problemi che leggevo qui sopra non credo esistano più.

    Io con Telecom non ci tornerò mai più, inoltre viaggio spesso all’estero ,in quasi tutta europa non pago il roaming con Vodafone, a me non sembra una cosa da poco poter sfruttare le stesse tariffe nazionali anche all’estero…

    Grazie
    Buon proseguimento

  37. lore
    7 luglio 2012

    Buongiorno , ho per lunedì un appuntamento per attivare la rete unica . Devo dire che mi alletta molto la formula che è veramente unica . Ma leggendo tutte queste email mi sono allarmato . Sto cambiando sede e pensavo di attivare nella nuova sede direttamente Unica . Sono a Firenze e la nuova sede sarò a Bagno a Ripoli . Non so se qualcuno è in grado di darmi un consiglio spassionato .
    Grazie

    • massimo
      9 luglio 2012

      Premetto che non ho conoscenza della complessità della tua soluzione e molto, secondo me, dipende da questo.
      In ogni caso io ti consiglierei:
      1. Fai un giro insieme a loro sul tool di gestione (il sito Vodafone) per capire se le funzionalità di configurazione e di reportistica fornite sono adeguate alle tue aspettative (ciò che per me è fondamentale, può essere insignificante per te).
      In particolare quello che io non ho trovato o che ho trovato scomodo è:
      – accesso alle numerazioni (si trovano in una combo che ne visualizza 15 per volta, fissi + mobili insieme)
      – un report dei residui (gestendo un certo numero di SIM ho bisogno di capire velocemente chi si sta avvicinando alle soglie)
      – il traffico fatturato e non ancora fatturato di dettaglio su tutte le sim (lo puoi avere sim per sim)
      – un riassunto degli sforamenti dai canoni e i motivi (solo sim per sim con tempi, per me, non veloci)
      2. verifica da quando ti verranno applicati gli eventuali sconti (sono comunque disposti al rimborso in caso di problemi, ma sarebbe meglio che tutto funzionasse fin dall’inizio)
      3. verifica i tempi di attivazione (dipende sicuramente dalle dimensioni e dalla complessità della soluzione)
      4. verifica i telefoni forniti (POE/ non POE) per evitare di costi aggiuntivi di elettrificazione delle scrivanie non previsti
      5. verifica i costinon coperti dall’abbonamento (estero ha un forfait ma poi paghi, mms, sms da banche, ricevute di ritorno, eventuali traffico dati da italia/estero)

      Ribadisco poi la mia esperienza. Idea sulla carta buona, implementazione da rivedere. Personalmente sto perdendo molto più tempo del previsto per controllare tutto. Al momento non sono soddisfatto.

      Qualora la situazione cambiasse e tutto andasse in bolla, sarò il primo felice utente a segnalarlo.

      Sei hai esigenze particolari o domande specifiche, invia pure.

  38. marcello
    31 Maggio 2012

    Ho avurto esperienza con agenti vodafone…..bene da oggi non entreranno piu’ nella mia azienda, sono dei truffatori e per fare un contrattino venderebbero la madre al diavolo. Pensate avevo chiesto dei depliant per valutare bene tutti i bla bla che mi aveva raccontato…Sapete cosa ha fatto lo stronzetto?? mi ha attivato 5 linee ram infinity.Appena arriva la prima fattura chiedo spiegazioni…loro mi rispondono che per le controvrsie esiste il corecom…..per me sono dei ladri autorizzati. VODAFONE????se la conosci la eviti.

    • max
      3 giugno 2012

      Salve Marcello, sono un addetto ai lavori da 12 anni, che ha inziato da agente, per poi proseguire come direttore vendite in una delle 300 agenzie nel territorio. Penso di aver onorato il lavoro che faccio sempre e leggere queste cose offende la coscienza di chi ogni giorno porta il pane alla famiglia in maniera lodevole.

      Aldilà dei ladri, questa storia mi sembra abbastanza assurda e paradossale: per attivare un contratto ci vogliono delle firme, un camerale aggiornato, cartà d’identità cod. fisc ecc ecc, e non ultimo un iban per l’appoggio bancario. Se Vodafone non ha questi dati NON attiverà mai nessun servizio.

      Se vuole approfondire le offro massima disponibilità, può mandare il suo codice cliente, sarà lieto di verificare di persona.

      Che mi dice?

      • Massimo
        13 giugno 2012

        Buongiorno, Io ho scientemente firmato per Vodafone.
        E devo dire che è stato bravo il commerciale, unitamente al nome Vodafone che credeVO una garanzia, a dipingere una realtà futura che allo stato attuale (a 2 mesi e mezzo dalla firma) è ben diversa da quella promessa.
        Avrai tutti i report del mondo per tenere sotto controllo i costi.
        Ma quali report?
        Servono poche cose:
        1) Chi sfora e perchè. Sul chi sfora lo si può sapere il giorno dopo. Sul perchè devi andare sim a sim per visualizzare il traffico di non più di 30 giorni
        2) Quando manca al raggiungimento delle soglie per preavvisare gli interessati. Sim a sim tramite il 414 direttamente dai telefoni.
        3) un report consuntivo di tutto il traffico (voce, sms, dati) di tutti i numeri insieme su cui fare data mining. Non esiste. Solo sim a sim.

        Non c’è nulla epr una gestione da parte di un referente unico. E’ un insieme di gestioni singole.

        Senza parlare di tutte le difficoltà tecniche di cui ho già scritto sopra.

        Ovviamente non mi permetto di giudicare il lavoro di nessuno e posso anche concordare che senza firme e procedure sia dfficile accendere un contratto. Ma sul fatto che Vodafone sia da evitare, questo mi sento di consigliarlo pure io.

  39. Pingback: Luce e gas: meglio rimanere nel mercato tutelato? « Paoblog

  40. Roberto
    2 marzo 2012

    Io ho conosciuto VRU due anni fa nella ditta dove lavoravo fino al mese scorso, ho seguito direttamente le fasi di installazione e configurazione del tutto, constatando (due anni fa) che un sistema del genere, pur interessante e qualitativamente valido (a parte alcune interruzioni di servizio di minuti o anche ore su alcuni interni fissi nei primi mesi dopo l’ attivazione), aveva comunque poca flessibilità di configurazione e soprattutto un interfaccia web penosa per quanto riguarda la praticità operativa.

    Per poca flessibilità intendo ad esempio l’ impossibilità di configurare una chiamata entrante in sequenza su due apparecchi (le due impiegate) poi se nessuno risponde far squillare alcuni o tutti quanti gli interni in conteporanea… oppure poter cambiare il tono di chiamata degli apparecchi (snom300… su quelli non si puo’ ma purtroppo l’ abbiamo saputo dopo che erano stati installati!!!), dato che quando squilla un telefono, se non sei li’ di fronte non si capisce quale sia…

    Queste ritengo siano piccole cose che comunque compromettono pesantemente il giudizio su un sistema concettualmente molto valido e che penso potrebbero essere risolte in fretta e senza costi esorbitanti.
    Purtroppo pero’ anche l’ azienda in cui mi sono trasferito da poche settimane sta vivendo le stesse difficoltà che ho vissuto un paio d’ anni fa, avendo attivato la migrazione a VRU proprio in questi giorni.

    Quello che mi stupisce negativamente e’ che, essendo io a questo punto il più esperto della situazione, quindi “promosso” ad addetto alla configurazione, sto incontrando gli stessi problemi e difficoltà avuti due anni fa, dal momento che non e’ cambiato nulla da allora rispetto alle procedure lunghe e noiose per configurare tutto in maniera decente (risponditori, messaggi di benvenuto, orari, deviazioni ecc…)

    Mi stupisco che un sistema del genere poggi su una infrastruttura software di gestione assolutamente anacronistica e poco intuitiva, pur essendo concepita per essere utilizzata dall’ utente finale che nella maggiornaza dei casi rinuncia ad utilizzare funzionalità molto utili ma infinitamente tediose da configurare (es. call pick-up per assente).

    Non so da cosa dipenda tutto questo, la mia impressione e’ che chi ha creato l’ infrastruttura software non sia piu’ “disponibile” quindi VF non sia in grado di apportare al sistema di gestione quelle migliorie operative e funzionali che permetterebbero a VRU di fare un salto di qualità che in molti apprezzerebbero (io per lo meno!!).

    Saluti, Roberto

    • Miki
      25 marzo 2012

      Ciao Roberto,
      anche se leggo questo post a distanza di qualche settimana, posso (se voui …) provare a darti qualche “dritta” sulla configurazione del centralino VRU, dato che, avendo a che fare molto in questo settore, sono “ormai” diventato praticissimo.
      Se ti va, potrei (nei limiti del possibile e soprattutto nel tempo disponibile) darti una mano molto volentieri.
      Lascia pure un tuo indirizzo mail, risponderò dandoti i miei recapiti.
      Ciao, Miki.

      • Roberto
        29 marzo 2012

        Ti ringrazio Miki della disponibilità, d’ altronde anche io oramai conosco a menadito tutte le possibilità di VRU dato che oramai le ho provate tutte, una ad una…
        Fortunatamente il disagio di “attivazione” sono riuscito a limitarlo ma ribadisco che una configurazione iniziale piu’ oculata eviterebbe un sacco di disguidi ed incazzature per chi deve configurare il tutto ripetendo in maniera tediosa le stesse operazioni su tutti gli interni da configurare.
        Oltretutto l’ ultimo tecnico che e’ venuto da noi in occasione dell’ ennesima portabilità andata a buon fine (alla fine ci saranno voluti 2 mesi e mezzo per spostare i numeri di 3 borchie ISDN da TI a VF…) non e’ nemmeno riuscito a fare una verifica di configurazione (sito “momentaneamente fuori servizio”) ritentando per piu’ di due ore, dopo di che se ne e’ andato sconsolato lasciando tutto com’ era!!
        Anche lui comunque mi ha indirettamente confermato che il sistema software di gestione del tutto e’ molto “delicato” e metterci le mani per migliorarlo sembrerebbe piuttosto difficile ed a rischio di disservizi peggiori… speriamo nel futuro!!!
        E speriamo anche che la concorrenza inizi ad aggredire il mercato con servizi analoghi cosi’ forse anche il livello qualitativo di VRU magari potrà raggiungere quello che i clienti si aspettano da una grande compagnia quale VF è…
        Ciao a tutti
        Roberto

    • Massimo
      13 giugno 2012

      Buongiorno.
      Noi stiamo passando a VRU in questo periodo. 2 sedi, 60 fissi, 35 mobili. Siamo un’azienda che produce software.

      Confermo in toto le parole di Roberto; “una configurazione iniziale piu’ oculata eviterebbe un sacco di disguidi ed incazzature per chi deve configurare il tutto ripetendo in maniera tediosa le stesse operazioni su tutti gli interni da configurare.”
      Per fare qualche esempio
      – le sim accedibili tramite tendina (a 10 per volta)
      – i nomi-cognomi inseribili 1 ad 1
      – analisi del traffico sim a sim e per 30 giorni (periodo di fatturazione 60 giorni)
      – impossibile sapere i residui (se non sim a sim attraverso il 414)
      – non esistono on line report di traffico esportabili (voce-dati sms) di tutte le sim contemporaneamente

      Un sito anteguerra che neanche il più perverso dei Software Architect si sognerebbe.

      Aggiungiamo che
      – i tecnici sono venuti ad installare PRIMA del previsto sopralluogo hardware
      – il sopralluogo hardware avvenuto successiamente ad un primo incontro tecnico (ovviamente non completo per mancanza del primo sopralluogo) non ha rilevato che mancavano le prese di corrente per alimentare i telefoni che non erano POE
      – il trattamento commerciale è regime. Pertanto all’inizio paghi MOLTO di più di quello pattuito (stiamo animatamente discutendo)
      – tu scrivi all’agenzia che ti segue e ti risponde solo dopo che inizi a lamentarti direttamente con vodafone
      – per una caduta di rete vodafone mi hanno fatto resettare le SIM (5 ore 5 senza telefoni)

      Queste sono quelle che a memoria ricordo.

      La firma è stata il 24 marzo. Oggi, 13 giugno, solo la sede secondaria ha attivato (8 telefoni, neanche del tutto perchè la portabilità ha avuto dei problemi) la VRU.

      Ho solo un’unica certezza. Se potessi tornare al 23 marzo, prenderei un giorno di ferie per il 24.

      • massimo
        29 agosto 2012

        Passata la delusione iniziale mi sento in obbligo di aggiornare il mio commento.

        Da punto di vista tecnico devo dire che:
        – abbiamo la soluzione funzionante su entrambe le sedi
        – non ci sono cali di prestazione (il vero banco di prova saranno però i prossimi mesi) nè sul servizio voce, fisso e mobile, nè sul servizio dati
        – la soluzione ci sta dando notevole valore aggiunto in quanto le 2 sedi sono virtualmente un’unica azienda (chiamate immediate tra le 2 sedi e verso mobili tramite interni, passaggio di chiamate veloce – per chi fa assistenza ottimo)
        – permane la mia perplessità sul sito Vodafone attraverso il quale occorre effettuare la configurazione e consultare la reportistica (basterebbe poco, come segnalato anche da altri, per renderlo decisamente più fruibile sia dal punto di vista della configurazione sia dal punto di vista della reportistica)

        Dal punto di vista commerciale abbiamo ancora qualche problema di fatturazione (mettete a budget uscite più elevate rispetto all’offerta) che però stiamo cercando di sistemare. Stiamo per ora riscontrando disponibilità per rientrare delle eccedenze sotto forma di riaccrediti.

        Rimango come sempre a disposizione per convidere la nostra esperienza con chi ne avesse la necessità e provvederò a postare ulteriori aggiornamenti più avanti.

        Ciao a tutti

  41. Simone
    21 ottobre 2011

    sarò un bambino fortunato, o un cliente privilegiato ma a me quello che scrivete sembrano racconti alieni, io reti uniche ne ho attive 9 di cui nessuna mi ha dato i problemi che descrivete, in aggiunta ho integrato tutto fiso+mobile+centrali virtuali e rubrica aziendale+fax etc problemi rasenti a zero, ovviamente ho un’agenzia coi controcazz.. che mi coadiuva nelle pratiche…oppure sarà che so stato il primo ad attivare i servizi suddetti non lo so ma a me quello che scrivete non sembra realistico ma un pò esagerato, quello che è vero è che un servizio business dovrebbe e dico dovrebbe in modo tassativo l’assistenza 24/7 non che il week end non sai dove batter la testa…poi basta avere i cellulari dei vari rdo vodafoneè la vita scorre meglio…

    • paoblog
      21 ottobre 2011

      Bambino fortunato o cliente privilegiato, non ha importanza. Meglio se VRU funziona, no?

      Resta il fatto che per quanto riguarda quanto ho scritto io, confermo ogni singola parola scritta.

      Per gli altri…può benissimo esserci qualche lamentoso oppure incontentabile, ma resta la domanda di fondo: a che pro perdere tempo a scrivere i propri problemi, magari inventandoli, e confrontandosi con altri e, peggio ancora, cambiare gestore?

      Sono realmente contento quando un utente è contento del servizio che utilizza, meno quando mette in dubbio la veridicità delle parole altrui basandosi sulla sua esperienza in merito.

      • paolo dal pont
        21 ottobre 2011

        Guarda caso, ieri e questa mattina stavo cercando, senza peraltro riuscirvi,di contattare un mio cliente di Sassari (Tipografia T.A.S. altro alieno) e se non avessi avuto il cell. di un loro operaio non li avrei mai raggiunti con il fisso. HANNO RETE UNICA. Quando gli ho chiesto del perché non riuscivo a chiamarli hanno cominciato col Rosario di improperi contro Vodafone. Se l’amico Simone ci dice chi sono questi nove fortunati (o sono 9 interni di una rete unica?) e chi è l’installatore allora ne possiamo discutere, ma così come stanno le cose, chiunque a cui parli dei miei problemi esordisce con…NON ME NE PARLARE…Vorrà dire qualcosa? .

      • Max
        22 ottobre 2011

        Buonasera, sono un normalissimo ed onesto consulente commerciale di una buona agenzia vodafone della Lombardia.
        Leggo con interesse quasi quotidianamente da tempo quanto viene postato in questo blog, che reputo un riuscitissimo canale di comunicazione, magari un domani remunerativo per chi lo tiene…

        Vengo al punto: propongo quotidianamente Vodafone ad un mio portafoglio personale di clienti che gestisco da un DECENNIO. La buona maggioranza delle attivazioni fatte in questi anni (dal 2007 ad oggi) tuttavia è positiva, mentre la maggior parte dei clienti che, a vari livelli hanno avuto problemi, sono tornati a telecom, spesso dietro mio consiglio, poichè non intendevano concedere ulteriore tempo a Vodafone per la risoluzione. E questo è un fattore fondamentale, che magari riprendo più avanti.
        E’ ampiamente risaputo, e non mi nascondo certo dietro ad un dito, che rete unica ha creato disagi seri a tante aziende in questi anni (sopratutto nello start-up del 2007), che vodafone in tanti casi non è riuscita a risolvere le problematiche dei clienti e che i tecnici che talvolta escono in giro non sono all’altezza delle situazioni ecc ecc.

        Da una statistica interna è noto che i problemi sono molto più frequenti dove la rete non è l’eccellenza. Quando parlo di rete non intendo solo un cavo morso dai topi, bensì tutte le infrastrutture da cui Vodafone attinge le risorse: centrali, dorsali, imprese terziste ingaggiate da telecom (solo ed esclusivamente Telecom può mettere le mani oggi nelle infrastrutture e lo fa talvolta con interlocutori inadeguati che lavorano per 25€ ad installaizone… non è una scusante, ma da 15 anni Vodafone e gli altri operatori, chiedono l’istituzione di un gestore della rete INDIPENDENTE, così come succede ad esempio nell’energia elettrica con Terna Spa).

        Tuttavia la risonanza di questi problemi è dovuta alla quantità di servizi attivati. Sapete quante rete unica ci sono attive? 60.000 in Italia, 300.000 in europa; sapete quanti interni in totale trafficano in Europa con rete unica? 4 milioni; sapete percentualmente qual’è l’indice di rigetto del servizio per cattivo funzionamento? 2,3% delle attivazioni, irrisorio, ma sopratutto strano, considerando che qualche decina di persone è qui dentro.
        Vi chiedo se vi siete contati voi che scrivete, voi che avete serissimi problemi senza dubbio, con tutti i diritti e le ragioni del mondo, ma purtroppo siete una goccia nell’oceano, troppo pochi per creare casi, denuncie, ecc ecc (ho letto di gente che vuole fare class action, che vuole andare in tv, ma con cosa? Dicendo che la linea non va? Come più di una volta è successo, alla fine si arriverà all’ennesima multa a Telecom Italia (vedere le ragioni sulla qualità di rete, nelle righe sopra).
        Ma chiedo anche a chi scrive, a quale pro-continuare a scrivere qui dentro? Se uno ha coraggio scrive su carta intestata sua o di una parte legale a Vodafone e sono sicuro che ottiene cento volte di più, magari anche qualcosa in più.
        Vodafone, come ogni multinazionale delle tlc, purtroppo ragiona sui macronumeri, il 2,3% di rete unica non funzionanti è assolutamente trascurabile, in poche parole è un compromesso con il quale si riesce a convivere.
        Certo è che se ci fossero 100 rete unica attive in italia (ho letto dei post di un commerciale di questa Welcome… Ma chi sono?? che paragoni sono? Avranno 1000 clienti in tutto, ovvio che anche se fossero tutti è 1000 ad avere problemi non farebbe risonanza; come fanno a confrontarsi con un prodotto che di fatto ha stravolto la comunicazione, cari paoblog.wordpress tu non esisteresti nemmeno (grazie Vodafone…), ma sopratutto, le decine di commerciali della concorrenza che si spacciano qui dentro per clienti Vodafone insoddisfatti (e se volete vi giro qualche caso), non posterebbero falsità assurde sul prodotto (che dici, oramai possiamo confessarlo che la metà dei post è scritta da gente del settore TLC, non credi Signor Paoblog??)
        Il mio post non ha come scopo quello di difendere nessuno, nè Vodafone, ne i tecnici telecom, ne i clienti, provo solamente ad analizzare per voi un punto di vista generale, che possibilmente possa essere considerato credibile da chi ha problemi, ma anche da chi non ne ha (qualcosa a onor del vero ho letto, ma ovviamente chi è soddisfatto non posta dentro questo blog).
        Per completare l’informazione ed assumermi la piena responsabilità di quanto detto, in un’ottica di puro dialogo, offro la mia casella a tutti coloro (vanno bene anche i commerciali della concorrenza camuffati da clienti incazzati): max@erremmeconsulenze.com
        Iniziamo a discuterne seriamente, sarò lieto di provare a darvi delle letture possibilmente diverse, imparziali e oneste, come penso lo sia stato il mio post, da tutti i punti di vista.
        Coraggio..

        Max

      • paoblog
        22 ottobre 2011

        Ringrazio per il commento, lungo ed articolato, ma ci sono alcuni passaggi che non ho digerito:

        Se uno ha coraggio scrive su carta intestata sua
        Avrà notato che tutto parte da una raccomandata inviata su carta intestata e debitamente firmata, senza che sia stato necessario un atto di coraggio sovrumano Essendo un lettore assiduo, dovrebbe anche aver letto che molti si sono attivati, coraggiosamente anche loro, tramite il supporto di legali. Nessun problema neanche da parte mia a parlare addirittura faccia a faccia con un ispettore Vodafone inviato in azienda, al quale ho citato questo post. Nessun problema a parlare telefonicamente con la nuova consulente Vodafone che ha rimpiazzato l’agenzia con la quale ho stipulato il contratto, ora passata a Wind. Anche alla nuova consulente, con coraggio estremo, ho segnalato sia le mie lamentele, sia l’esistenza di questo post. E su sua richiesta le ho inviato i vari link.

        Ma chiedo anche a chi scrive, a quale pro-continuare a scrivere qui dentro?
        Avrà notato la mail di Achille Magni – Responsabile Clienti Aziende – Vodafone Italia, che ha recepito il senso di questo post che continua a ricevere commenti di utenti con problematiche; non è un Muro del pianto, ma un posto dove utenti con problematiche simili possono comunciare ed interagire fra loro; che poi questi utenti siano il 2,3% oppure il 20%, cambia poco per il singolo utente che come detto ha un problema. Il detto Mal comune mezzo gaudio, non è applicabile in questo caso.

        cari paoblog.wordpress tu non esisteresti nemmeno (grazie Vodafone…)
        Grazie al cielo io ed il mio blog esistiamo a prescindere dalla Vodafone. E francamente preferirei di gran lunga vivere in un mondo perfetto e non aver di che lamentarmi, piuttosto che correre dietro a tutti i disservizi che si patiscono quotidianamente con questo o quello.

        (che dici, oramai possiamo confessarlo che la metà dei post è scritta da gente del settore TLC, non credi Signor Paoblog??)
        Anche no direi, Signor consulente. Forse si sta facendo fuorviare dal fatto che gli unici commenti favorevoli su VRU sono stati scritti da due persone che si sono proposte come utenti ed invece erano commerciali o tecnici Vodafone.

        Iniziamo a discuterne seriamente,
        Non mi pare che il modo migliore per iniziare a discutere seriamente sia quello di lanciare accuse di falsità verso chi ha scritto commenti negativi. Non posso certo mettere la mano sul fuoco su ogni singolo commento, ma sono molte le persone con le quali ho avuto scambi privati, con recapiti telefonici e quant’altro, proprio per garantire la serietà del contatto.

        L’indirizzo mail dell’onesto consulente Vodafone è pubblicato. Se qualche lettore ritiene di avere abbastanza coraggio per scrivergli….

      • Max
        22 ottobre 2011

        Mi dispiace molto per i concetti non digeriti. Questo mio post, probabilmente l’ennesimo di un consulente Vodafone con intenzioni più o meno buone di fare vera informazione, ha l’intento di creare un dialogo diretto con utenti VERI, con difficoltà serie e pregresse, ai quali poter dare anche consigli, frutto di esperienza sul campo, con il prodotto in questione, nel bene e nel male.
        Per il momento, il risultato che invece ho ottenuto è stato quello di far arrabbiare il capo.

        Caro Paoblog.wordpress (ma ce l’avrà un nome quest’uomo???), certo che ci sono utenti VERI, non è in discussione questo, ma la mia sottile provocazione era rivolta a chi non lo è veramente, un invito a smetterla di “ciurlare nel manico”, in modo da poter parlare esclusivamente con chi magari potrebbe averne bisogno, poichè disinformato, trattato male dal call center, non calcolato dalla sua agenzia ecc ecc.

        Non se la prenda, non era un post dedicato a lei, forse ho espresso male, ma se legge bene parlo alle persone che realmente sono in difficoltà con il prodotto.

        Ci riprovo: offro nuovamente un dialogo diretto a tutti coloro che pensano che tutto questo possa essere utile.

        Per sua giusta informazione, Achille Magni è ex Responsabile Clienti Italia.

        Buona serata.

      • paoblog
        23 ottobre 2011

        Questo mio post, probabilmente l’ennesimo di un consulente Vodafone con intenzioni più o meno buone di fare vera informazione,
        Se vuole offrire un servizio agli utenti Vodafone che scrivono qui, sarebbe il caso che lasciasse a casa ironia e provocazione.

        Per il momento, il risultato che invece ho ottenuto è stato quello di far arrabbiare il capo.
        Le rammento una cosa peraltro già detta alla Consulente Welcome: Il blog è un sito di carattere personale, in cui gli altri sono ospiti. Affezionati, simpatici, graditi, ma pur sempre ospiti.
        In poche parole qui non esiste un capo perchè non esistono dei sottoposti. E’ il benvenuto se vuole fornire spiegazioni e via dicendo. Ironia, provocazioni, allusioni (sulle veridicità dei commenti o altro), non sono graditi. La comunicazione passa attraverso il confronto, ma ci vuole rispetto per l’altro. Nel momento in cui scrive accuse di falsità generalizzate verso i lettori e lo fa in casa mia, se permette è andato oltre.

        E con questo non vorrei trovarmi costretto a fare ulteriori precisazioni in merito. Ho notato che si è iscritto al Blog; forse sarebbe più comodo iscriversi solo ai post (mi pare siano 3 o 4) dedicati a Vodafone Rete Unica e lo dico nel suo interesse, visto che questo Blog, come detto, non è incentrato su Vodafone. Il giorno in cui chiuderò i rapporti con VRU, di certo non chiuderà il Blog.

        Paoblog.wordpress (.com) è l’indirizzo del Blog e non ci vuole molto a capire che in questo ambito il mio nome è Paoblog e così sono conosciuto sul web. Che mi chiami Paolo Rossi o Giovanni Bianchi non fa molta differenza.

        Prendo atto che Achille Magni è un ex responsabile, ma nel momento in cui aveva scritto ritengo fosse in carica.

      • Max
        23 ottobre 2011

        Va bene, vedo che lei è bravo a pesare la singola virgola dei contenuti, complimenti. Piuttosto che invitare i suoi “ospiti” ad approfittare di dialogo e consulenza offerti per il puro senso del dovere, continua a tenere una battaglia delle parole con me. Faccia pure! Mi avvisi per tempo quande deciderà di sbattermi fuori dal blog, visto che sono ospite.
        Di certo non mi metto a fare i copia e incolla delle sue risposte come sta facendo lei, lascio a mia figlia di 4 anni questo genere di divertimento, ambitissimo dai bambini.

        Mi rivolgo ancora a tutti coloro che vogliono discuterne, analizzare cause e vicissitudini delle loro disavventure col prodotto, sarò lieto di darvi più informazioni, anche tecniche, sul perchè presumibilmente la rete unica non va.

        Approfitto di questo post, per affrontare uno dei problemi più frequenti dei clienti: la configurazione del centralino.

        Vi chiedo se conoscete pC30 (Paoblog non è pubblicità occulta, calmati); PC30 è il terzista di Vodafone che esce a fare la formazione sull’utilizzo dei telefoni e sulla configuraizone del centralino. Spesso è volentieri i clienti hanno dei malfunzionamenti dovuti semplicemente a configurazioni errate, gruppi operatori che non passano le chiamate, gestione delle attese in chiamata non conformi alle esigenze interne ecc ecc.

        Su questo punto si può lavorare e migliorare tanto, si può richiedere a Vodafone un’altra uscita (a pagamento, credo con 200€, che poi in qualche modo possono essere recuperati sulla bolletta..) del terzista e fargli riconfigurare come volete voi il centralino.

        All’inizio, sopratutto i clienti che in precedenza avevano un centralino “vecchiotto”, senza funzioni particolari, si ha difficltà nel capire effettivamente quale iter devono seguire le chiamate in entrata, quanti squilli, che simultaneità, quale cascata tra interni, quali messaggi devono partire e cosi via… La risultante, dopo che il cliente si snerva, è che sembri che non funzioni nulla.
        E’ certamente un pò complicato all’inizio, ma dipende molto, quasi tutto, dal tipo di configurazione iniziale.

        Un consiglio, qualora qualcuno non lo abbia già fatto: mettete in piedi un documento che elenca in maniera precisa le vostre politiche di chiamata, sopratutto se siete aziende oltre 10 interni, sottoponetele al vostro commerciale e a Vodafone, per capire cosa effettivamente si può fare di quanto chiedete e cosa no. Il cliente in autonomia può anche avventurarsi su fai da te a configurarsi il centralino, a mio parere non è proprio a misura d’utente, ma ci potete provare (dovreste essere registrati al fai da te aziende, per poter entrare in My rete Unica). Qualora non riusciate, chiamate subito Vodafone: qualcosa al telefono loro riescono a fare, ma se si tratta di riconfigurare tutto, meglio andare sul sicuro e far uscire il terzista.

        Questa è una goccia nell’oceano, lo so, ma è pur sempre informazione, spero serva a qualcuno.

        Buona giornata a tutti.

      • paoblog
        23 ottobre 2011

        Ancora una volta lei scivola sulla presa in giro,tuttavia il Copia & Incolla da lei citato è cosa diversa dall’uso della citazione che ho utilizzato al fine di poter rispondere a precise affermazioni ed evitare lunghe premesse al fine di spiegare le mie parole. Sono molti i programmi che, ad esempio, dopo aver copiato una porzione di testo propongono l’alternativa: Incolla o incolla come citazione, dando così una diversa formattazione al testo.

        Strano che non abbia notato che ho da subito invitato i lettori a contattarla via mail all’indirizzo da lei fornito.

        Dovrebbe anche aver notato che non vi è stata nessuna censura nei suoi confronti e nessuna accusa di voler fare pubblicità a Vodafone oppure a servizi ad essi collegati, quindi anche in questo caso ha fatto la sua battutina fuori luogo.

        Circa i suggerimenti sulla configurazione del centralino, sicuramenti interessanti ed utili (e non c’è ironia nelle mie parole), c’è da dire che sebbene vi siano sicuramemte situazioni legate alla configurazione che possono necessitare di supporto tecnico, il problema che io ho lamentato a suo tempo riguarda la qualità della voce, la difficoltà di terzi a contattarmi, nonostante riuscissero ad entrare in comunicazione, le interruzioni del servizio, anche per più giorni, e non ultimo la lentezza degli interventi tecnici. Situazioni che sono sicuramente migliorate come ho detto spesso, ma che in ogni caso complicano la comunicazione.

        Nessun avviso di uscita dal Blog. Lei scriva in merito alla Vodafone, si dilunghi quanto vuole su suggerimenti, consigli, ecc. ed eviti per cortesia commenti fuori tema e fuori luogo e vedrà sempre pubblicate le sue parole.

        P.S. Mi sono permesso di correggere un paio di errori di battitura nel suo commento.

      • Max
        24 ottobre 2011

        Grazie per la risposta.
        In questi miei post ho espresso ciò che ho letto in questi mesi, nulla di più; evidentemente l’eccesso di franchezza con cui ho pubblicato le mie sensazioni “a naso” sui post degli utenti Vodafone, non mi ha aiutato a partire bene nel dialogo con lei. Mi dispiace, ma ci può stare.
        Ora le chiedo: sarebbe utile collaborare? pensa che la mia presenza in questo specifico settore del suo blog possa essere utile agli utenti?
        Sarei in grado di fornirvi risposte sia tecniche che commerciali, in tempi abbastanza ristretti, consigliarvi su come procedere in determinati casi, indicarvi strade diverse sull’assistenza, suggerire correzioni sulle configurazioni ecc ecc.

        Oggi è risolvibile tutto, mi creda: dai telefoni muti, alla linea latente, dal fax che non si collega, alle chiamate perse in entrata.
        Questo prodotto è complesso, ma se gestito e configurato bene, è anche parecchio affidabile.

        Mi dica cosa ne pensa. Grazie.

        M.

      • paoblog
        24 ottobre 2011

        Come detto dall’inizio, i i suoi interventi di natura tecnica e/o suggerimenti su come gestire al meglio il servizio e/o le problematiche ad esso collegato, che siano strutturali e/o di errata impostazione da parte dell’utente, sono i benvenuti.

        Per cui rinnovo ai lettori l’invito ad interagire con lei, meglio se sul Blog, in modo da aiutare magari altri utenti in difficoltà.

      • paolo dal pont
        24 ottobre 2011

        Caro max, le tue parole saranno anche vere e sante ma, mettiti dalla nostra parte:
        Chi mi ha fornito gli impianti?….Vodafone!
        (COD CLI: 5.70349 e 3486 – sono due aziende)
        Chi ha voluto migliaia di euro da me? Bada bene: non di traffico ma di canoni….Vodafone!
        MA……
        *Non ha MAI funzionato
        *Non è nemmeno stato installato completamente
        *Alla disdetta ho perso il numero fisso storico
        il che mi ha arrecato danni enormi perchè quel telefono è in giro per il mondo attaccato ai manuali di assistenza delle ns macchine ecc.

        *Non ha mai risolto con le chiamate al CIC
        *Non ha risposto alle e-mails
        *Non ha risposto alle raccomandate
        *Non ha risposto l’agenzia Possi di Carbonia
        *Non ha risposto Piramis di Brescia

        Cos’altro mi serve per pensare solo male di questi banditi?
        Tu sarai anche in buona fede, ma guarda che se insisti a fare il palo sei complice del ladro!

      • Max
        24 ottobre 2011

        Carissimo sei sardo? Saremmo due sardi… Conosco molto bene Piramis e Possi (sono dello stesso padrone di brescia), perchè operano in Lombardia come noi.
        Dando per scontato che hai fatto la domanda di rientro in telecom con portabilità del numero fisso, e visto che è inutile parlare di risoluzione dei problemi tecnici, perchè probabilmente sei già tornato a telecom, ti faccio qualche domanda sulla pratica di rientro:

        – Cosa dice telecom sulla tua richiesta di rientro del numero a loro?
        – Hai comunicato a telecom in fase di attivazione il codice di migrazione del tuo numero?
        – Hai pagato regolarmente vodafone fino all’ultimo rendiconto?
        – Hai dei contenziosi con vodafone? Perchè se così fosse, non ti molleranno il numero mai.
        – Aldilà dei contatti al personal CIC (che è una figura che non esiste piu), hai aperto dei motivi di contatto al 42226 o al 42323? Hai per caso i numeri degli MDC aperti?

        Il numero fisso, se regolarmente richiesto dall’operatore richiedente NON si perde mai, credimi, è impossibile. C’è un iter molto preciso sul passaggio dei numeri, al quale gli operatori non possono sottrarsi per legge.
        Inoltre, quando hai fatto il contratto con telecom, per caso c’è stato in coincidenza un cambio di ragione sociale all’interno della tua azienda?

        Per il momento non mi viene altro, ho elencato potenziali cause di eprdita del numero, prova a rispondere a queste domande, vediamo cosa scopriamo.
        Grazie per i codici azienda, ma il 3486 non corrisponde a nulla.

        ps.: di cosa ti occupi?

      • paolo dal pont
        25 ottobre 2011

        ciao Max,
        tutte le strade percorribili sono state intraprese con tutti i numeri. Se parli con la Ex di Possi conosce bene vita e morte del caso (miracoli no perché purtroppo non ne abbiamo avuti).
        Dopo i tentativi inutili di avere un contatto qualsiasi con vodafone non gli abbiamo pagato l’ultima bolletta per stimolarli a fare qualcosa.NIENTE.
        Ti sembra normale che uno continui a pagare ogni mese più di mille euro per non aver alcun servizio?
        Ti sembra legale che uno si comporti in questa maniera?
        Noi abbiamo solo chiesto un incontro per capire che cosa stesse succedendo ma…NIENTE.
        Come considerare Vodafone? Fornitore o Avvoltoio, Iena forse gli si addice di più!
        Se io trattassi in questo modo non il 3% ma nemmeno mezzo dei miei clienti, primo, non mi guarderei più allo specchio, secondo perderei i clienti.
        Saluti
        pdp
        P.s. Ho due aziende, una commerciale (anch’essa ex Vodafone ma che non ha debiti nei suoi confronti perché il mancato pagamento dell’ultima bolletta era simbolico e valido per tutte due le aziende che avrebbero dovuto avere una sola VRU) che distribuisce prodotti e macchine per l’industria grafica e opera in Sardegna. L’altra produce macchine e impianti serigrafici che esportiamo. Tra i minorati psichici che ci governano in Sardegna e i problemi creatici da Vodafone stiamo passando un periodo talmente difficile che non so se supereremo.
        Do da vivere a 14 famiglie.

      • Max
        25 ottobre 2011

        Ciao Paolo, che dire… Mi dispiace molto per le tue aziende e per le famiglie dei tuoi dipendenti.
        E’ molto probabile, anzi certo, che il motivo della perdita del numero “storico” della tua azienda, sia dovuta al fatto che hai lasciato insoluta l’ultima bolletta.
        Se pensi possa esserti utile, possiamo fare un disperato tentativo di richiesta ripristino del numero (difficilissimo). Saresti disposto a pagare l’insoluto pur di riavere la tua numerazione storica? Non ti garantisco nulla, anzi, sono molto scettico sulle possibilità di recupero, ma possiamo provarci.
        Se sei d’accordo, manda sulla mia mail il numero perso, vediamo cosa succede.

        Saluti.

        Ps per Paoblog: se a memoria ricordi altri casi di questo tipo fammi sapere. Grazie.

      • paoblog
        26 ottobre 2011

        qui si sopravvaluta la mia memoria 😉 … se mi capita del tempo morto vado a dare un’occhiata nei commenti…

      • paolo dal pont
        22 ottobre 2011

        Caro Max,
        si da il caso che io sia uno di quelli che fanno parte del misero 3% del business Vodafone. Ho perso almeno trecentomila euro di fatturato del milione e mezzo che facevo a causa della perdita di contatto con la clientela. Nonostante le mie raccomandate e quelle del mio avvocato, Vodafone non ha mai risposto e non risponde. Sai dove me lo metto il misero 2.3% di “problemucci” della Vodafone? Sai che ho cominciato a licenziare e che sono a rischio di chiudere? SAI CHE NON SONO IL SOLO CON QUESTI PROBLEMI E CHE DIETRO QUESTI PROBLEMI NON CI SONO NUMERI MA FAMIGLIE CHE NON HANNO PIù DI CHE VIVERE? Hai ancora il coraggio di chiamarle piccole percentuali di clienti pidocchiosi?
        A proposito dei 20 che ci piangiamo addosso, ti posso assicurare che moltissimi che conosco hanno lasciato perdere Vodafone per disperazione senza fare rumore, ma sono tanti, la famosa maggioranza silenziosa.
        Se vuoi fare tanto il paladino di Vodafone, perchè non dici a qualcuno di quei “signori Multinazionali” ce venga a mostrare il muso per capire il casino che ha combinato da me e da quelli inviperiti che scrivono su questo Blog? Tu, in coscienza, se hai un problema con un tuo cliente non ti fai più vedere né sentire?
        Aspetto la replica. Grazie

      • Max
        22 ottobre 2011

        Ciao, non ho assolutamente sminuito nè il tuo disagio ne quello delgi altri, ho semplicemente sottolineato come, purtroppo ragiona una multinazionale, qualunque essa sia.
        Che tu abbia perso con la telefonia il tuo 20% del fatturato annuo mi dispiace (la crisi non c’entra nulla? famiglie che non hanno di che vivere ne cosnosco, ma non a causa di Vodafone…), quello che ti posso proporre, per dialogare meglio è provare a scrivermi sualla mia casella di posta (è nel post precedente), ma indicandomi nome azienda, o codice cliente, riferimenti tuoi e problemi patiti Scusa, ma a scanso di equivoci ti chiedo tutto questo.
        Proverò, nei limiti delle mie possibilità, se reputi possa esserti utile, a capire cosa è successo.

        Attendo tue news.

  42. Grandini
    10 ottobre 2011

    Grazie! Mi piace!
    Quindi, da quanto letto, in quanto ospite, posso dedurre che l’autore sia in diritto di moderare, quale soggetto protagonista.

    Per concludere con l’excursus, credo in ogni caso che questo spazio sia una possibilità utile per confrontarsi civilmente e sapere, questo è l’importante.
    Buona giornata.

    • paolo dal pont
      11 ottobre 2011

      LETTERA APERTA A VODAFONE
      Signori Vodafone,
      molti di noi, vittime della Vostra malatelefonia non sarebbero così inviperiti se il Sig Achille Magni o chi per lui fosse venuto a farsi vedere per dire almeno “ok abbiamo, o abbiamo avuto, dei problemi..cerchiamo di sistemare le cose”.
      NIENTE
      Buio assoluto..Nessuno ne sa niente..Nessuno fa niente. Signor Magni, le nostre aziende hanno avuto e continuano ad avere danni, alcuni anche gravi… Dov’è Lei? Chi è il Sig Vodafone a cui rivolgerci per avere almeno notizie? Sappia che noi non crediamo a quello che “qualcuno” dice ma abbiamo avuto personalmente DANNI. Chiaro?
      Vediamo che cosa fate
      pdp

  43. Grandini
    8 ottobre 2011

    Rispondo a Max.
    Grazie per il “Sig.ina”, ma preferisco “Sig.ra” e mi attengo alle usanze da tempo cambiate… (dicono: “Siamo tutte Signore”…così non si pongono limiti alle immaginazioni, no?!? 🙂 ).
    Innanzi tutto dico che mi spiace per l’esperienza negativa, che purtroppo rientra nella percentuale del 9,9 …se non erro. Non era uno dei Clienti gestiti da me e non ne conosco i dettagli, per questo motivo professionalmente preferisco non esprimere pareri.
    In secondo luogo se Max lo desidera, e se il moderatore volesse fare da tramite in pvt, sono disponibile a comunicare la mia mail per informazioni più approfondite.
    Buona domenica.

    • paoblog
      9 ottobre 2011

      Vista la precisazione sull’uso dei termini, pregasi prendere nota che i Moderatori sono sui Forum. Questo però è un Blog.

      Max ha già la possibilità di contattarla visto che ha fornito pubblicamente il suo numero di cellulare, tuttavia se mi autorizza, vi metto in contatto via mail.

      • Grandini
        10 ottobre 2011

        Buongiorno,
        ok, in effetti Max se desidera può contattarmi al cellulare.
        Grazie per la precisazione sui termini… c’é sempre da imparare!

        Ps: A proposito… Moderatore sta a Forum come Blog sta a …?? Blogger? Proprietario? …il termine Moderatore mi sembrava adatto per la funzione del moderare, considerate alcune risposte ai vari commenti, tutto qui; ma accetto volentieri la precisazione.

      • paoblog
        10 ottobre 2011

        Buongiorno, copio integralmente la spiegazione circa le differenze tra Forum e Blog:

        Blog -> Il blog è un sito di carattere personale, in cui gli altri sono ospiti. Affezionati, simpatici, graditi, ma pur sempre ospiti.
        Forum -> Il forum è molto più simile a un luogo pubblico in cui non si è autori e lettori, ma tutti sullo stesso piano. Eventualmente vi sono sottocomunità per temi o sottocomunità di moderatori.

        Blog -> Il blog è personale, il soggetto protagonista è l’autore.
        Forum -> Il forum è di tutti, il soggetto è la comunità.

        I commenti in un blog dovrebbero essere relativamente succinti, sempre in tema e relativi al post principale, e comunque in stile con il blog in cui si è comunque ospiti e non autori.

  44. Grandini
    8 ottobre 2011

    Grazie per la pubblicazione. Ripeto che sono abituata ad essere trasparente, perciò posso concordare con la critica (non polemica intendo) riguardo all’impostazione. Vorrei precisare che non si promettono “mari & monti”, bensì si offre un servizio almeno pari a quello che abbiamo misurato (nel vero senso della parola) finora e la massima disponibilità anche per semplici informazioni.
    Grazie ancora e buona giornata.

  45. paolo dal pont
    7 ottobre 2011

    E’ il secondo anno che ci confessiamo l’un l’altro le kazzate di vodafone.
    non sarebbe il caso di fare una benedetta class action e fare causa in cricca?
    Altrimenti continuiamo a fare i quaqquaraqquà italici che starnazzano sempre e non fanno mai una beneamata cippa per cambiare le cose. Masturbarci il cervello con le nostre lamentele e aspettare che venga la fata turchina a mettere a posto le cose mi sembra abbastanza puerile ed inconcludente.
    fatemi sapere.
    PAO2INKA

    • paoblog
      8 ottobre 2011

      In realtà il mio post iniziale era una condivisione dei problemi che incontro e solo dopo è diventato un contenitore di varie esperienze negative.

      Ci si lamenta, certo, ma senza fare i piagnistei; si suggeriscono alternative, si lasciano indicazioni sul come abbandonare VRU, e via dicendo, ma soprattutto, siamo stati letti da altri utenti che hanno liberamente deciso, di non passare a VRU, nonostante avessero il contratto in mano. Evitare che altri si trovino invischiati in questo disservizio dalle molte facce, non è masturbazione, ma è qualcosa di tangibile.

      Resta il fatto che VRU è un prodotto destinato al mondo del lavoro per cui la Class Action è esclusa.

      Leggiamo cosa dice in merito la Aduc: Non potranno partecipare ad una class action soggetti diversi dai consumatori, cioe’ chi, come una qualunque azienda piccola, grande o individuale, abbia subito un danno nell’esecuzione di un contratto di adesione. Per fare un esempio, in caso di class action contro l’inadempimento di un gestore telefonico, potranno partecipare i singoli consumatori che abbiano una utenza residenziale, non anche le utenze classificate come “business”, seppure il danno che ne ricevono, ma soprattutto l’illecito contrattuale che ne e’ a monte, sono identici.

      • paolo dal pont
        8 ottobre 2011

        perciò mi dici che non possiamo fare nulla come gruppo di danneggiati contro di loro?
        Class action era un modo di dire: “facciamolo insieme” non tanto una definizione legale.
        Possiamo agire come gruppo o no?
        A bientot
        pao2inka

      • paoblog
        9 ottobre 2011

        Io non sono un legale per cui posso solo esprimere opinioni e non pareri vincolanti ovvero che io sappia non ci è possibile agire contro Vodafone come gruppo, tuttavia al fine di avere una risposta precisa, suggerisco ai lettori di usufruire della possibilità che offre Altroconsumo di avere un parere legale gratuito, anche senza essere soci – Clicca QUI

        Beninteso, non sponsorizzo un’associazione piuttosto che un’altra, ma visto che conosco questa possibilità, ne parlo.

  46. Grandini
    7 ottobre 2011

    Buonasera a tutti,
    in questo venerdì quasi sera leggo sommariamente i commenti dei Clienti o ex Clienti di Vodafone Rete Unica… e rimango tristemente stupita per come si possa creare problemi e poi fregarsene!
    Utilizzo queste righe per raccontarVi qualche dettaglio di un’esperienza lavorativa che potrà essere utile a tutti quelli che vogliono conoscere una realtà che rispetta i propri Clienti e ha un tasso di fedeltà pari al 90,1% negli ultimi dodici mesi! Questa realtà si chiama Welcome Italia, operatore per connettività, servizi fonia, mail professionale, hosting, pec… ecc….
    Sono un Account Manager di Welcome Italia e vanto una percentuale pari al 100% di Clienti soddisfatti! E posso fornire tantissime referenze disponibili a comunicare il proprio pensiero.
    Sfido chiunque a trovare un operatore nazionale che risponda in soli tre squilli alle chiamate in arrivo al proprio numero verde! E per la verità, dato che monitoriamo tutto, negli ultimi dodici mesi la media di risposta è pari a 1,4 squilli!!! Quasi incredibile!!!
    Potete cercare il sito che è http://www.welcomeitalia.it oppure contattare me, ovviamente! Non sono di certo un’ipocrita, ma abituata ad essere trasparente… perciò non nego che per me ogni contatto rappresenti una opportunità…. ed allo stesso tempo sono certa che la conoscenza dell’offerta Vianova di Welcome Italia rappresenti una soluzione per chi voglia risolvere i problemi dovuti a situazioni male gestite… o, diciamo così, sfortunate!
    Lascio il mio numero di cellulare per qualsiasi informazione: 340 9764235.
    Per tutti un “in bocca al lupo”!

    • paoblog
      7 ottobre 2011

      Pubblico il commento nella speranza che le informazioni possano essere utili ai lettori, tuttavia ha un’impostazione da spot autopromozionale che non gradisco molto. Questo commento sarà pubblicato ed anche quello di un altro post su VRU, ma non i commenti in Reply ad ogni lettore. Tanto chi è interessato agli aggiornamenti si è abbonato al post e sarà informato in proposito.

      Per amor di precisazione, anche i commerciali Vodafone avevano promesso mari & monti, con assistenza dedicata e via dicendo…ed infatti…

      Al fine di evitare malintesi, sia chiaro che non conosco nè la persona che ha scritto nè l’azienda che pubblicizza.

      • Max
        7 ottobre 2011

        Ciao a tutti, ex cliente welcome nel 2009, 11 giorni di black-out totale nel momento del passaggio da telecom a loro, che doveva essere “indolore”.
        Il servizio clienti rispondeva si tempestivamente, ma le risposte erano un dramma. L’ultimo operatore mi disse:” guardi, è meglio che torna a telecom”.
        Così abbiamo fatto, anche se il calvario del rientro in telecom è durato ben 118 giorni, abbiamo dovuto pagare pure le penali a welcome e abbiamo perso il dominio di posta.

        Se la Sig.ina vuole saperne di più, sarò lieto di darle maggiori info.
        Tutto il mondo è paese!

        Max

  47. Marco Gandolfi
    27 settembre 2011

    Inserisco parte della mia seconda lettera di reclamo:

    -in seguito alla ricezione delle Fatt. n. AB06709096 del 08/06/2011 (di €. 1.548,54!!!) e Fatt. AB09450835 del 12/08/2011 (di ben 2506,00 €.!!!!!!!!! Più del doppio di quanto spendevamo con Telecom!!!!!) abbiamo notato come siano computati costi fissi mensili mai nominati dall’Agente e non citati nei documenti a noi rilasciati in sede di sottoscrizione dei contratti voce, dati e mobile per tutte le ns. sedi, tant’è che non si è mai parlato di un costo fisso mensile per i vari interni fissi, più addebiti incomprensibili relativi a delle SIM a noi sconosciute!

    In dettaglio:

    MOBILE:- Ci era stato detto che per i primi 6 mesi l’addebito fisso relativo alle SIM mobili serebbe stato di €. 35,00 mensili per poi diventare 49,00 €. Mens. ma ci troviamo un addebito pari ad €. 110,00 bimestrali a SIM corrispondenti a 55,00 mensili anche se c’è lo sconto di €. 12,00… Ma i 6 mesi a 35,00 €.???

    FISSO:- Ci era stato detto che avremmo pagato 165,00 euro/mese per rete unica Sede1 + 49 euro/mese per rete unica Sede2 + 20 euro/mese per Sede3 invece in Fattura troviamo 249 euro/mese Sede1 + 125 euro/mese Sede2 + 49 euro/mese Sede3!!! Per non parlare dei misteriosi costi ad apparato (mai menzionati) ben 12 euro/mese per interno e siamo in presenza di ben 20 interni!!!

    DATI:- Troviamo addebitato 1 VF mobile broadband XL da 35 euro/mese e 1 VF internet sempre smart da 10 €./mese.

    Inoltre elenchiamo i seguenti disservizi:

    Come se non bastasse abbiamo ricevuto terminali errati (ricordo vari solleciti per ricevere un BlackBerry Torch, come da accordi con l’agente, a tutt’oggi non ancora pervenuto) e ci è stato proposto un sistema di centralino (RETEUNICA) a noi del tutto inutile in quanto sulle due sedi 1 e 2 siamo già in possesso di centralini di ns. proprietà funzionanti e configurati che sono attualmente in dismissione per far spazio ai vs. apparati tra l’altro non ancora operativi e che mai avremmo deciso di installare se avessimo saputo che erano a pagamento!!!

    Ad oggi ci troviamo in questa situazione:

    -Abbiamo le linee Internet ma siamo sganciati dalla rete in 2 delle 3 sedi grazie all’intervento dei Vs. tecnici da quasi un mese, tenendo conto che le ns. sedi lavorano in rete il disagio creatosi è enorme.
    -il fantomatico P.M. che ci deve seguire e risolvere i problemi è una figura che non si fa raggiungere telefonicamente nemmeno in seguito a svariati solleciti del servizio clienti 42323
    -Abbiamo speso soldi e tempo per installare un centralino virtuale a noi inutile e nemmeno funzionante visto che nelle due sedi in cui era previsto funziona un solo telefono con un numero addirittura non riconducibile alla ns. Ragione Sociale
    -Ci è stato fatto sottoscrive un contratto per un servizio diverso da quello descritto oralmente sia come tipologia che come costi finali!
    -I telefoni delle reception funzionano malissimo, cade sempre la linea e si sente poco e male.
    -Siamo costretti da 4 mesi a questa parte a far chiamare i pazienti dai loro medici curanti dalla sala d’attesa!!!! Assurdo!!!!!
    -Ci arrivano fatture esorbitanti per avere un servizio più scadente di un analogico di 20 anni fa!

    Il presente reclamo, prima delle ultime integrazioni, è stato inviato via fax come indicato dall’operatore del 42323 all’agenzia APINET srl già al ricevimento della fattura dell’08/06/2011 ma nulla è cambiato. Abbiamo intenzionalmente dato disposizione in Banca di bloccare i pagamenti e resteranno tali fintantoché non sarà risolto il contenzioso, non riteniamo corretto pagare servizi mai ricevuti e non corrispondenti a quanto concordato con l’agente.

    Le ns. richieste sono le seguenti:

    – Eliminazione della RETE UNICA nelle sedi di L1 e L2 e sostituzione della stessa con n. 2 VODAFONE STATION come quella presente nella sede di C1
    – Annullamento degli addebiti relativi ai servizi mai usufruiti
    – Ritiro degli apparati inviatici (telefoni Cisco e Snom)
    – Consegna di un BLACKBERRY di ULTIMA GENERAZIONE Bold 9900 o TORCH
    – Mantenimento degli accordi relativi alla Telefonia Mobile
    – Eliminazione delle Internet key anomale
    – Descrizione chiara dei costi

    Se non verranno presi provvedimenti entro il mese in corso sarà ns. premura agire per vie legali e attraverso l’associazione dei consumatori per chiedere un ripristino della situazione precedentemente esistente e un indennizzo per i gravi danni subiti.

    La pazienza è terminata, abbiamo sollecitato interventi su interventi senza avere alcun riscontro, adesso basta.

    Come risposta ho avuto un bel “non è possibile ripristinare la situazione precedente” quindi ho speso dei soldi inutilmente e perderò i miei numeri storici conosciuti da oltre 10000 clienti!!!!!!! Allucinante!!!!!! Però mi faranno 500 euro di sconto sulla bolletta insoluta… Ma vi rendete conto!!!!! Maledetto il giorno che Ti ho incontrato (Rete Unica)!!!!

  48. Pingback: Multa salata per Eni, che peraltro continua a non “capire”… « Paoblog

  49. massimiliano
    17 luglio 2011

    Salve, saremo mica solo noi, in provincia di PV , ad essere assolutamente soddisfatti di VODAFONE RETE UNICA???
    Ebbene si, siamo un’azienda di 22 persone, 21 interni, con rete unica da gennaio 2011 e ci troviamo tutto sommato bene.
    Anche noi senza telefono moriremmo dopo5 minuti…
    Dopo uno start-up difficoltoso, con telecom che ha staccato le linee 1 giorno prima del previsto passaggio, ha disattivato la adsl 9 giorni prima, con tutti i servizi web annessi, devo dire che questo prodotto funziona bene, qualità della connettività ottima, servizi di centralino tutto sommato all’altezza.
    La soluzione non ha rivali, non c’è nulla di simile e non torneremmo mai indietro per nessun motivo.
    L’aspetto economico tuttavia non è male, a bilancio, dai primi bimestri ci risulta un risparmio del 17% (fisso e mobile)
    Il commerciale, quando è venuto da noi, insieme ad un loro tecnico diretto vodafone, ha fatto un sopralluogo preventivo sulla rete che di solito non è previsto. Mi ha spiegato che, se il cliente lo desidera, adesso fanno i sopralluoghi per accertarsi dell’effettiva fattibilità (rete classe 5, switch, cavi ethernet tirati ecc ecc), in modo da evitare cappellate in fase di attivazione.
    In effetti è andato tutto liscio, proprio perchè l’analisi preventiva è stata buona e sono stati considerati tutti gli aspetti impattanti della nostra rete.
    Anche noi eravamo abbastanza terrorizzati all’inizio, abbiamo sentito tante campane che ci sconsigliavano questo servizio, ma il commerciale ci ha spiegato che il servizio funziona bene se è dimensionato tutto bene in termini di banda, numero di interni, configurazione dei numeri in entrata ecc ecc.
    Credo però che noi abbiamo trovato forse il miglior commerciale vodafone, perchè in passato, a proporci rete unica, si è presentata di quella gente che non sapeva neanche cosa fosse un cavo ethernet…
    Sono stati loro a consigliarci connettività HDSL 8Mbit (un fulmine, stabilissima, non si ferma mai), anche se avremmo potuto scegliere una connettività piu bassa ed economica; a consigliarci il corretto dimensionamento degli interni fissi e mobili (con i mobili in magazzino abbiamo smontato l’impianto dect che ci costava una fucilata all’anno); ad implementarci la rete con nuovi punti e switch mancanti e a configurarci tutti i servizi web a dominio.
    Forse saremo stati fortunati, ma a noi è andato tutto bene.

    Un soddisfatto cliente rete unica!

    Massimiliano.

    • paoblog
      17 luglio 2011

      Buon per voi…

      • Paolo
        25 luglio 2011

        A questo punto vorremmo sapere il nome dell’installatore, così andiamo sul sicuro

  50. Pingback: Vodafone bye bye… « Paoblog

    • max
      17 luglio 2011

      Ciao, solo una cosa non mi torna… COme fai ad avere rete unica con i cellulari a ricarica???
      La soluzione funziona solo con sim in abbonamento… Almeno così a me hanno detto quando ho fatto il contatto.
      Non è che ti confondi con vodafone station?

      Max

      • paoblog
        17 luglio 2011

        Chi ha parlato di Rete unica + sim ricaricabili?

      • max
        17 luglio 2011

        sei tu che scrivi “mano a mano che si scaricano le sim, cambio gestore…”
        Altra cosa: rete unica non è attivabile con carta di credito. Mi chiedo cosa racconti…
        Chi sei??

        M.

      • paoblog
        18 luglio 2011

        Invece di chiederti “Cosa racconti e chi sei” dovresti chiederti se hai letto bene quello che scrivo e la risposta è NO.

        Hai letto diversi post su Vodafone ed hai fatto confusione.

        Sono Utente (insoddisfatto) di rete Unica, sono stato possessore di una Internet Key (come privato) ed infine ho scritto: nel contempo in famiglia abbiamo 5 Sim Vodafone.

        Notata la precisazione “in famiglia“? Non ho mai scritto di avere le Sim ricaricabili con VRU.

        In sintesi, dopo la scorrettezza commerciale di Vodafone con la Internet Key, ho deciso di non dare 1 € in più ad un’azienda che si comporta così, per cui sto cambiando gestore su tutte le Sim ricaricabili ovvero personali che abbiamo in famiglia, fermo restando che con VRU non mi trovo bene e non appena possibile me ne torno in Telecom. Semplice.

        Idem per la storia della carta di credito. Hai mischiato i post Aziendali con quelli Personali ed hai scritto cose inesatte, traendone poi conclusioni totalmente errate.

  51. pao2inka
    26 aprile 2011

    Dopo un anno e mezzo di rete unica mai installata completamente ma pagata in canoni + di 20.000€ senza aver ricevuto nessuna risposta a e-mail, telefonate al CIC e raccomandate per avere la soluzione alla situazione, dopo la scoperta di non poter più avere la migrazione del numero di telefono al nuovo gestore (numero di telefono che risulta nei libretti di istruzione delle nostre macchine in giro per l’Europa oltre che in tutti i cataloghi e depliants) qualche giorno fa ci arrivano minacce da una avvocata di Roma che ci intimava di pagare l’ultima bolletta che per disperazione non abbiamo pagato sperando che qualcuno della matriosca “Vodafone tutto intorno a te…ma soprattutto dietro” si facesse vivo.

    Dopo la tracotante minaccia dello studio legale al quale, come espressamente dettoci “non glie ne frega nulla di chi ha o non ha ragione” ho presentato una domanda di conciliazione per farci risarcire i servizi non goduti alla Camera Di Commercio, alla quale Vodafone non ha aderito. Oggi sto andando dal mio Avvocato per difendermi da un sopruso insopportabile e, a questo punto, chiedere i danni per il disservizio arrecatomi scientemente.

    NON SAREBBE MEGLIO DFARE UNA CLASS ACTION contro questi strafottenti ignoti? I 200€ che molti utenti lasciano perdere perché non ne vale la pena per il tempo che ti farebbero perdere ecc. ecc., moltiplicati per milioni di utenti fanno centinaia di milioni di euro che questa accolita di affaristi senza volto incassano ogni anno per pagare Totti e la Ferrari. Non vi sembra che basterebbero per pagare uno studio di avvocati serio e recuperare il maltolto?

    USCIAMONE INSIEME. BASTA SUBIRE SUPINAMENTE!!

    Fatevi sentire.
    pao2inka

    • Francesca
      13 aprile 2014

      Buonasera. Qualcuno a concluso la questione con Vodafone in via giudiziaria? Con quali esiti?

  52. Carpineto
    13 aprile 2011

    Buona sera a tutte le “vittime” di Vodafone rete unica, tutto quello che viene da Voi riportato, a noi accade da luglio 2010. Tutti i giorni chiamiamo il 42323 e tutti i giorni ci riconfigurano i telefoni… che dire!!! Meglio non esprimersi in pubblico uscirebbero parole non udibile. Vorrei inviare una mail a striscia la notizia, per cercare di svegliare qualcuno.

  53. Pingback: Il Blog è offline « Paoblog

  54. Pingback: La bolletta Eni (Gas) questa sconosciuta « Paoblog

  55. Pingback: Disdire la Vodafone Internet Key, arriva l’addebito non dovuto « Paoblog

  56. Pingback: La bolletta Eni (Gas) questa sconosciuta « Paoblog

  57. Tommaso
    11 novembre 2010

    Ciao a tuttti. Dopo mesi di disservizi finalmente tramite il mio tecnico di fiducia ho trovato una società che riesce a rendere stabili le comunicazioni aziendali. Si sono inventati un mestiere che è veramente l’uovo di colombo. Sono indipendenti e ti riescono a fare lavorare a prescindere dell’opeartore che si ha! Riesco a lavorare con il VOIP, sempre, senza mai avere disservizi e risparmio pure un sacco di soldi rispetto a prima. Niete più canoni (spendevo 800 euro di canone) e soprattutto basta perdite di tempo al telefono per protestare con l’operatore. Anzi se serve ci pensano loro.

  58. salvatore
    20 luglio 2010

    chiedo come poter parlare con unoperatoerevodafone visto che nonce mai un numero di telefono con cui poter dialogare con gli assistenti

    • paoblog
      20 luglio 2010

      Il numero è questo 42323, che poi si riesca a risolvere i problemi è un altro paio di maniche > https://paoblog.wordpress.com/2010/07/06/vodafone-rete-unica-assistenza/

    • Mauro
      30 settembre 2010

      io non mi capacito di come una azienda come Vodafone si possa arrogare il diritto di NON rispondere a 4 reclami scritti che contestano, tra l’altro, una fattura.
      Al di là dei problemi tecnici, che esistono senza ombra di dubbio, è commercialmente e legalmente sbagliato (ndr: vedi delibera AGCOM n. 179/03/CSP) non rispondere a reclami scritti.

  59. Pingback: Vodafone Rete Unica e l’Assistenza “dedicata”. Si, come no… « Paoblog

  60. Pingback: Utenti insoddisfatti di Vodafone Rete Unica « Paoblog

  61. Pingback: Call center Telecom: un’ossessione. « Paoblog

  62. Pingback: I venditori porta a porta (in questo caso dell’Enel) « Paoblog

  63. Paoblog
    16 febbraio 2010

    Dopo le vicissitudini raccontate negli ultimi mesi e confermate da numerosi lettori, eccoci nuovamente alle prese con un disservizio Vodafone; rientro in ufficio dopo la breve pauisa pranzo e scopro che non funziona nulla. Niente linea voce, niente Adsl, niente fax.

    Aspetto una trentina di minuti ed intanto spengo e riaccendo il tutto, giusto per resettare il sitema, cosa questa che talvolta funziona, ma tutto è muto. Chiamo quindi l’Assistenza al numero 42422 e dopo una brevissima attesa, mi informano che stanno ricevendo numerose segnalazioni a Milano e che c’è un guasto in un settore di rete e che si sono già attivati per risolvere. Bene. E male, perchè non è fattibile che vi siano interruzioni, per un motivo o per l’altro con una frequenza mensile, quando ai tempi dell’odiato monopolista Telecom quando eri sfortunato avevi un intoppo ogni due anni.

    Fortunatamente questa mattina la linea c’è, ma resta il fatto che è oltremodo seccante che tali interruzioni coincidano con il lungo periodo di crisi del lavoro e perdere magari un’occasione perchè un cliente non riesce a contattarti, fa realmente girare le balle…

    °°°

    Aver aspettato anni perchè il mercato della telefonia diventasse libero ed infine scoprire di rimpiangere (dal punto di vista tecnico) la Telecom è disarmante.

    Considerando che ogni settimana ricevo una decina di chiamate suddivise tra Wind, BT, Telecom e persino da parte della Vodafone che dopo oltre 1 anno non si è accorta di avermi come cliente, l’ultima volta ho parlato con un commerciale telecom per tenere la porta aperta per un eventuale rientro, a testa bassa,

  64. Marco
    12 febbraio 2010

    Buonasera a tutti, proprio oggi mi è stato proposto un piano tariffario di rete unica Vodafone che, almeno sotto l’aspetto economico, mi sembra molto interessante ma dal punto di vista tecnico/operativo mi sembra di capire far acqua da tutte le parti! Esiste qualcuno che è stato veramente soddisfatto della scelta ??

    • paoblog
      13 febbraio 2010

      In questi mesi, nessuno ha lasciato commenti positivi su Vodafone Rete Unica… ed io di certo non avrei censurato commenti che mi davano torto, per cui temo che la risposta alla domanda sia già stata data…

    • MASSIMO
      16 aprile 2010

      quando l’anno proposto a me (io poi ho accettato), anche a me sembrava vantaggioso sotto l’aspetto economico, peccato che il venditore si era “dimenticato alcuni costi fissi” cosi’ mi sono trovato con un servizio pessimo ad un costo del tutto uguale se non peggio di quello di telecom. attenzione a i venditori!!

  65. Paoblog
    13 gennaio 2010

    Grandioso!!!! Senza che i telefoni segnalino alcuna anomalia, led rossi o altro, ecco che scopriamo di essere senza linea voce e fax (ma l’adsl va). Ora quindi si chiama il 42422 dove mi sto rimbambendo a furia di sentire il messaggio “resti in linea, il primo operatore libero, ecc…” Finalmente dopo alcuni minuti, che sembrano pochi sulla carta, ma al cellulare è una gran rottura ecco l’operatrice che mi dice che è un’interruzione a livello nazionale. Mal comune mezzo gaudio? 😉 Allo stato dei fatti si, così magari si danno una mossa…. Però non è fattibile isolare un’azienda dal mondo, tantopiù con la crisi che c’è in giro… Ogni chiamata persa, è una fregatura.

    Ma che andassero a fancucciolo………….

  66. paoblog
    11 gennaio 2010

    Interessante scoprire che il tanto sbandierato servizio di Assistenza personalizzata, via mail o telefono dedicato, sia ora stato sostituito da un “banale” numero (42422) telefonico, per fortuna gratuito. Finchè dura…che se si rendono conto di quanti problemi dà il loro servizio, va a finire che ci mettono un bel 199 e via andare. Nuova fonte di reddito anostre spese. Ma quando mai ho aderito a ‘sto Vodafone Rete Unica, dannazione….

  67. Paoblog
    10 dicembre 2009

    Per ora, diamo a Cesare ciò che è di Cesare. Fermo restando i miei pregiudizi sul servizio offerto da Vodafone, devo dire che, perlomeno sulla carta, la raccomandata inviata in settembre ha avuto un minimo riscontro.
    °°°
    Oggi sono stato contattato dal servizio tecnico che mi ha chiesto di spiegare i problemi riscontrati (scarsa qualità voce, interruzione linea, eco…), mi hanno chiesto le informazioni necessarie ad identificare i telefoni e dopo alcune ore mi hanno chiamato, dicendo di aver aggiornato il firmware dei telefoni. Li ho spenti e riaccesi ed ora, le cose dovrebbero andare meglio. Vedremo…

  68. Eli
    26 novembre 2009

    Buongiorno, l’esperienza con questa invenzione Vodafone è stata un disastro.
    Vorrei avere, se possibile, informazioni su come si è poi articolata la vicenda con Barbara. Io e la società per cui lavoro siamo una voce in più a questo coro di sfortunati! Spero di non essere troppo in ritardo..
    Saluti!

    • paoblog
      26 novembre 2009

      Giro il nominativo a Barbara che vi contatterà direttamente.

  69. barbara
    11 settembre 2009

    la mia esperienza durata un intero anno con RETE UNICA è stata definita dallo stesso Amm.re Delegato Paolo Bertoluzzo “UNA ODISSEA”. Tutti i giorni avevo una email o una chiamata al mio personal CIC perchè non funzionava la trasmissione dati, i telefoni erano morti, partiva a suo piacimento un risponditore che impediva di potere rispondere al telefono, il fax che non inviava fax. Sono arrivata anche a 5 richieste di interventi nello stesso giorno.
    Vorrei potermi mettere in contatto con altri utenti che hanno avuto subito disservizi con tale servizio.
    buona giornata a tutti Barbara

    • paoblog
      11 settembre 2009

      L’unione fa la forza ovvero chiunque voglia mettersi in contatto con Barbara, mi scriva direttamente via mail. (Vedi alla voce Contatti) Paoblog

      • Danilo
        19 settembre 2009

        La mia esperienza con RETE UNICA è molto simile e i danni che sta causando alla mia società incalcolabili. Ho intenzione di procedere giudizialmente contro vodafone.

        Saluti a tutti

      • paoblog
        19 settembre 2009

        Suggerisco di cliccare al link contenuto nel Post. 😉
        Se interessato a quanto si dice, è sufficiente lasciare un commento in tal senso oppure inviarmi direttamente una mail (Vedi: Contatti) che poi inoltrerò a Barbara.

  70. lorena
    9 settembre 2009

    io non ho mai voluto staccarmi da telecom xchè sono convinta che nessuno ti regali nulla, inoltre ho sentito persone che hanno teledue ecc che hanno continue interruzioni di linea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: