Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Polvere

di Enrico Pandiani

DeA Planeta – Pagg. 430 – € 16,00 > lo vendo ad € 7,00 + spese di spedizione

Trama: È spietata, la polvere, quando si posa sulla vita di un uomo. Pietro Clostermann ha lasciato che sulla propria si accumulasse per anni e non ha alcuna intenzione di scrollarsela di dosso.

Da quando ha ingiustamente perso il lavoro di capo della sicurezza per una grossa azienda, è un disoccupato che alza un po’ troppo il gomito e ha come unico amico un gatto al quale non ha mai dato nome. Ma a lui va bene così: se non ti leghi a nessuno, nessuno può deluderti.

Poi una mattina si presenta alla sua porta un’anziana vicina di casa bisognosa d’aiuto; anche la sua vita è distrutta, perché pochi mesi prima la figlia Silvia è stata uccisa in circostanze che la polizia non ha saputo o voluto chiarire.

Pietro non avrebbe alcun titolo per immischiarsi in quella storia – e in questura c’è almeno una persona che non sarebbe troppo felice di vederselo ricomparire davanti – eppure, impietosito dalla donna, si costringe ad accettare la sfida.

La polvere inizierà lentamente a sollevarsi, liberandolo dalla piacevole narcosi dell’indifferenza, ma nessuna occasione di riscatto è priva di un prezzo da pagare. E il destino a volte lo incontri proprio sulla strada che stavi facendo per evitarlo.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Pandiani, è uno dei miei autori preferiti, con la serie dedicata a Les Italiens, in testa nella mia classifica di gradimento, tuttavia non prendo per oro colato tutto quello che scrive ovvero cerco di restare obiettivo e quindi, ad esempio, la serie su Zara Bosdaves non mi ha convinto.

In Polvere ho fatto la conoscenza con Pietro Clostermann che in parte ricalca un clichè che si trova spesso nei gialli, con il personaggio caduto in disgrazia che si isola e beve veramente troppo, ma a differenza di molti, Clostermann riesce ancora a vedere il buono quando lo incontra e non dico altro perchè non sono fra quelli che anticipa la trama.

La vicenda è dura, ma racconta una realtà che molti fingono di non vedere, salvo poi approffittarne la sera sui vialoni periferici della varie città.

Spesso mi immedesimo nel personaggio, ma in questo caso l’operazione non è riuscita vista la sua propensione all’alcol 😉 tuttavia ben capisco le dinamiche che muovono uno che ha perso tutto e non per colpa sua, anzi, per aver fatto la cosa giusta.

I personaggi sono raccontati con lo stile di scrittura tipico di Pandiani, asciutto, ma frizzante, con espressioni che fanno sorridere nonostante la drammaticità degli eventi.

La storia si regge bene e devo dire di aver anticipato il riconoscimento della Carogna, cosa peraltro alla portata di qualsiasi giallista ed anche il finale lo avevo intuito, ma questo non ha tolto un grammo di piacere alla lettura che come spesso capita con Pandiani, ho rallentato negli ultimi giorni, nonostante l’acuirsi della tensione, proprio perchè mi dispiaceva finirlo.

Capita con pochi autori

Si sarà intuito che il giudizio che gli assegno nella mia classifica personale è un Ottimo, tuttavia una nota a margine la devo scrivere, perchè un paio di pagine mi sono rimaste di traverso.

Premesso che non sono un bacchettone, ci sono un paio di pagine con del sesso esplicito, raccontato nei dettagli e che ho trovato fuori posto ovvero non funzionali alla storia, diversamente da altri momenti nel proseguo della lettura e raccontati in maniera più sfumata.

Sempre senza scendere nei dettagli, non si capisce affatto il comportamento, peraltro premeditato, della donna in questione; sarebbe interessante chiedere a qualche donna se si sarebbe comportata in quel modo e perchè.

Comunque sia due paginette evitabili che mi impediscono di prestare il libro a mia mamma che peraltro adora Les Italiens.

Dello stesso autore, ho letto anche:

Les italiens

Troppo piombo

Lezioni di tenebra

Pessime scuse per un massacro

Una pistola come la tua

 Un giorno di festa

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 luglio 2020 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni, Libri usati (poco) in vendita con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: