Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Biciclette contromano? Ne oggi ne mai…

bicing_barcelonaLeggo in un articolo di SicurAuto:

Oggi come in futuro, generalmente (salvo rarissime eccezioni, su cui si dibatte da anni tanto da essere oggetto di circolari ministeriali interpretative) è e sarà vietato ai ciclisti di andare controsenso.

Neanche a farlo apposta delle bici contromano ne abbiamo parlato l’altro giorno; ovviamente i pareri erano discordanti, dato che la Signora K, nota ciclista, era a favore, mentre io sono contrario.

Scrive la Fiab: il “controsenso ciclabile” è già adottato con successo in moltissime città europee, non è pericoloso se correttamente regolamentato.

Ecco, appunto. Alla base del mio punto di vista c’è il fatto che la cosa potrebbe forse funzionare se tutte le parti in causa rispettassero le regole, ma dobbiamo fare mente locale e prendere atto che così come gli automobilisti hanno una guida spesso poco rispettosa delle 2 ruote, è altresì verò che troppi ciclisti già ora non rispettano stop o semafori.

Immaginiamo un ciclista che non rispetta il rosso e viene pure contromano. Investimento assicurato.

Anche il rispetto degli altri deve viaggiare a doppio senso, se mi capite…

Veo che scrivo come automobilista, che peraltro rinuncia alla bici per paura degli altri automobilisti, per cui la mia opinione non è certo risolutiva, ma vero anche che ogni qual volta mi fermo per dare la precedenza ad un ciclista e vedere/sentire l’automobilista dietro di me che dà in vistose escandescenze (ricambiate, che beccarmi un fancucciolo perchè sono una persona civile, non mi sta bene).

Nel contesto italiano, secondo me sono sicuramente meglio le corsie riservate o, meglio, sarebbero meglio… il condizionale è d’obbligo in quanto vedo spessissimo corsie ciclabili (ad esempio in Viale Caprilli) deserte ed i ciclisti che transitano sulla strada, sfiorati dalle auto.

Ho letto che a molti ciclisti le piste non piacciono, e non sarò io a sindacare su un’opinione piuttosto che un’altra (Leggi il parere del Presidente dellaFiab) tuttavia una volta che c’è, perchè non usarla?

Fermo restando l’inciviltà di molti automobilisti, che non è in discussione, resta il fatto che i ciclisti pretendono (giustamente) il rispetto dei loro Diritti su strada, salvo poi non rispettare le norme per la circolazione, cosa questa che mi sembra un paradosso.

Le luci non le accendono, il giubbino non lo indossano e molti in città si isolano dal traffico con le cuffiette.

Una mancanza di rispetto verso gli altri, ma a discapito anche della loro sicurezza, che non capisco, ma a quanto si legge tutto il mondo è paese….

Articoli correlati: In bicletta usa il casco Accendi le luci Ricorda il giubbino I ciclisti, il casco e gli automobilisti idioti I ciclisti con cuffie/auricolari –  I ciclisti vogliono le piste ciclabili? Il punto di vista della Fiab Ciclista per un giorno In Corso Buenos Aires niente piste ciclabili?

Aggiornamento del 20 marzo 2015

Leggi anche questo articolo di SicurAuto: Come andare in bici rispettando le regole e gli altri?

 

 

2 commenti su “Biciclette contromano? Ne oggi ne mai…

  1. Claudio
    28 agosto 2014

    Bello questo articolo Antonio spero lo leggano anche i “signori” ciclisti, anzi approfondiscano il discorso e si rendano conto che chiunque non sia a piedi ed usi quindi un velocipede deve rispettare le norme del codice stradale, chiaramente anche i pedoni per quanto concerne loro.

    • paoblog
      28 agosto 2014

      Sono curioso… ma chi è Antonio? 🙂

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: